Green lifestyle

Abbuffate natalizie: i rimedi per “il giorno dopo”

Cibi, tisane e cure naturali per aiutare la digestione

1.rimedi naturali digestione - FullSizeRender

In questi giorni quasi pasto è un super pranzo o un cenone: tavole imbandite, più ricche del solito, con tante leccornie a cui è impossibile resistere!

Il problema non è tanto la linea: qualche strappo alla regola può capitare e finite le feste si inizierà a smaltire le calorie in eccesso.
Il risvolto più fastidioso è sul nostro benessere: il giorno dopo si fanno sentire i “postumi”, con mal di testa, stanchezza, nausea e pesantezza; a maggior ragione se oltre al cibo ci siamo concessi qualche stravizio anche con l’alcol.

Foto: www.benesserevillage.it

Tornare in fretta in perfetta salute però è possibile: ci sono tanti rimedi per aiutare la digestione e combattere il senso di gonfiore!

Attenzione a non cadere nel più classico degli errori, ovvero il digiuno; saltare i pasti fa male almeno quanto farli troppo abbondanti. Bisogna mangiare, ma nel modo corretto: per questo ho consultato una mia esperta di fiducia, la Dott.ssa Elisabetta Devecchi, dietista del Centro di Nutrizione Clinica dell’Ospedale San Raffaele di Milano e del Policlinico di Monza.

«Dopo un pasto abbondante la scelta deve ricadere su cibi leggeri e cotture semplici, ad esempio al vapore, in padella o alla piastra (facendo molta attenzione a non far bruciare i cibi perché si produrrebbero sostanze cancerogene). Meglio evitare i fritti e i condimenti troppo grassi: preferite olio extravergine d’oliva, succo di limone, erbe aromatiche come la salvia e spezie come lo zenzero, che aiutano la digestione.
Fra i cereali, il più leggero è sicuramente il riso bianco; non esagerate con quelli integrali dopo un’abbuffata, una sola porzione al giorno è più che sufficiente. Le proteine invece sono un alimento che richiede una lunga digestione, perciò meglio consumare porzioni più ridotte ed optare per il pesce, come nasello, sogliola, branzino, orata, oppure per i formaggi magri. Latticini anche a colazione: uno yogurt con frutta fresca è una buona soluzione.
Via libera ai vegetali: verdure depurative come finocchio e carciofo, ma anche mele, arance o il kiwi, che aiuta la funzionalità intestinale.
Infine, è importante bere molto: 1.5-2 litri di acqua al giorno favoriscono una buona digestione e l’eliminazione delle tossine; utili anche infusi e tisane dopo i pasti.»

tempi-digestione

Foto: www.my-personaltrainer.it

 

Cibi leggeri, tanta acqua e qualche rimedio “detox”.
Proprio per questo ho deciso di consultare Annamaria Previati, naturopata titolare di BioStudioNatura, che mi dà sempre preziosi consigli: «Per combattere i gonfiori si può fare uno sciroppo digestivo, con 55 g di genziana, 35 g di scorze di arancio amaro, 10 g di calamo, 500 ml di Alcol al 75% e 500 ml di sciroppo di vino bianco (ottenuto con 320 g di zucchero di canna e 180 ml di vino); bisogna macerare le erbe nell’alcol, si filtra e si aggiunge lo sciroppo di vino bianco: ne consiglio un bicchierino dopo il pasto.
Se preferite una tisana digestiva, createla con 25 g di genziana, 15 g di scorze di arancio amaro, 25 g di rabarbaro, 15 g di assenzio e 20 g di china calissaia; lasciate in infusione 5 g della miscela in 100 ml di acqua bollente per una decina di minuti prima di bere, sempre dopo i pasti.
Un “rimedio della nonna” molto utile si può preparare con foglie di lattuga, bagnate in un’emulsione di acqua e olio evo: si applicano sull’addome e si copre con un panno di lana (importante tenere la pancia al caldo), da lasciare tutta la notte.»

tisane-detox

Foto: www.ideegreen.it

 

Se la digestione però è davvero difficile, prima di ricorrere alle terapie farmacologiche, proviamo con quelle più dolci. La Dott.ssa Angela Maio è specialista in Omeopatia e conosce diversi rimedi: «Il più utile in questi casi è Nux Vomica (5 granuli dopo il pasto ed eventualmente ogni ora): allevia tutti i disturbi dell’apparato digerente e funziona anche sui sintomi della “sbornia”. Antimonium crudum (5 granuli al bisogno) aiuta a smaltire gli eccessi alimentari o i cibi molto grassi, come quelli che si consumano durante le feste; Argentum nitricum (5 granuli 3 volte al giorno) combatte la nausea, mentre Lycopodium (5 granuli 3 volte al giorno) si utilizza per il senso di gonfiore pesantezza.
Una tintura madre, composta da 10 gocce di Cynara scolymus, 10 di Fumaria officinalis e 10 di Taraxacum officinalis, disciolta in acqua, è un ottimo rimedio per velocizzare e facilitare la digestione, ma anche per depurare il fegato.»

 

Tanti consigli per far riposare e far tornare in forma il nostro organismo… almeno fino a Capodanno!

1 Commento

  • Commenta
    Vina
    19 gennaio 2017 at 22:32

    Life is short, and this article saved vallubae time on this Earth.

  • Scrivi un commento

    Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi