Provato per voi

Doposole a confronto

I prodotti famosi al banco di prova dell’inci

2.doposole commerciali - FullSizeRender

Per molti sono iniziate le vacanze o almeno le prime giornate al mare: la pelle va protetta dai raggi solari ma dobbiamo anche riservarle qualche attenzione in più a fine giornata.

Dopo una lunga esposizione al sole e alla salsedine, l’epidermide è più secca e sensibile. Il doposole non serve solo a mantenere la tintarella: serve soprattutto a calmare la pelle e a restituirle la sua idratazione.

Gli ingredienti migliori a questo proposito sono burro di karitè, oli vegetali, aloe vera; meglio evitare invece siliconi, parabeni e profumi, a maggior ragione in questo caso, quando la pelle è già irritata.

In commercio ormai esistono tantissimi prodotti: ad assorbimento rapido, rinfrescante, repellente, anti-cellulite, a base di estratti naturali… chi più ne ha più ne metta. Ho controllato qualche prodotto famoso, da grande distribuzione, profumeria o farmacia, di diverse fasce di prezzo: curiose di sapere cosa ci ho trovato?

CLINIANS – Latte doposole rinfrescante (€ 6,85 / 200 ml)

clinians

Contiene diversi emulsionanti o tensioattivi derivati del petrolio, come PEG e PPG, carbomer, propylene glycol (ne avevamo parlato, vi ricordate? Quello utilizzato come antigelo nelle automobili!), tutti piuttosto aggressivi sulla pelle. Ci sono anche il tetrasodium EDTA (sequestrante di metalli pesanti), due conservanti sintetici e tre allergeni del profumo.
Gli ingredienti migliori da mettere sulla pelle già provata dal sole… 🙂

COLLISTAR – Trattamento doposole superlenitivo riparatore (€ 20,90 / 250 ml)

collistar

Al secondo posto si trova c12-15 alkyl benzoate: è un emolliente di derivazione sintetica. Seguono il phenoxyethanol, conservante su cui sono in corso diversi studi di tossicità, dimetichone (silicone), carbomer e altri 3 emulsionanti di sintesi, disodium EDTA e due conservanti sempre sintetici (tra cui il sodium hydroxymethylglycinte, cessore di formaldeide).
Una lista ingredienti lunghissima…

BILBOA – Doposole Aloe Gel (€ 8,49 / 150 ml)

bilboa

L’aloe è sicuramente un ottimo ingrediente: peccato che qui si trovi circa a metà elenco, quindi la percentuale non sarà eccessiva. In compenso troviamo 3 emulsionanti di sintesi (PEG, trideceth-3 e carbomer, che è pure derivato dal petrolio), conservanti come il phenoxyethanol e il BHT, bandito in molti Paesi per il suo effetto irritante e allergizzante, disodium EDTA e ben 6 allergeni del profumo.
Mai fermarsi agli slogan, leggere sempre con attenzione l’etichetta!

AVENE – Latte ristrutturante doposole (€ 17,90 / 200 ml)

avene

Famoso marchio venduto in tutte le farmacie, a prezzi non sempre contenuti, ma per avere un prodotto migliore siamo disposti a spendere, no? Forse l’efficacia è migliore dei prodotti da supermercato, ma l’inci non molto. Si trovano PEG e siliconi rispettivamente al terzo e quarto posto nella lista, seguiti da paraffina (e in etichetta c’è scritto che non è un prodotto comedogeno, cioè non occlude i pori della pelle), acrylate copolymer (un altro filmante sintetico), isohexadecane (un emolliente sempre sintetico), un altro silicone (dimethiconol) e altri PEG.
Anche in farmacia bisogna tenere gli occhi aperti…

BIONIKE – Defence Sun doposole (€ 17,79 / 75 ml)

bionike

Crema lenitiva per pelli sensibili: sulla confezione si può leggere che è testato per il nichel, senza conservanti e senza profumo. Contiene però diversi ingredienti da evitare: il propylene glycol, cyclopentasiloxane e dimethicone (siliconi), PPG, carbomer.
Anche in questo caso vale il consiglio del non fermarsi ai vari “senza …”, ma leggere bene cos’altro contiene.

NUXE – Latte doposole (€ 18,90 / 200 ml)

fp-nuxe-nuxesun-lait-apres-soleil-tube-face-2015-03

Una linea sempre passata più o meno per naturale, venduta in tante erboristerie e farmacie. Anche il doposole, con la sua scritta “ai fiori”, ispira naturalità, in più c’è scritto che non contiene parabeni e non è comedogeno. Anche in questo faccio fatica a spiegarmi come sia possibile che non ostruisca i pori della pelle, visto che il dimethicone è il secondo ingrediente della lista! Contiene anche carbomer, altro silicone (dimethiconol), tetrasodium EDTA più 6 allergeni del profumo.
Dal mio punto di vista, un cosmetico naturale è un’altra cosa…

In conclusione: non facciamoci ingannare facilmente, facciamo attenzione a quello che ci mettiamo sulla pelle, specie dopo lunghe giornate di sole!

Meglio optare per semplice aloe vera o un olio vegetale come argan, mandorle dolci o il classico intramontabile olio extravergine d’oliva; oppure, possiamo cercare dei veri doposole naturali ed ecobio. Preparerò presto una lista di prodotti sicuri ed efficaci, a breve su ecocentrica.it!

N.B.: Le mie considerazioni sugli ingredienti le ho fatte alla luce di studi scientifici, opinioni di esperti di cui mi fido, fonti come il Biodizionario o i regolamenti delle certificazioni eco-biologiche.

Nessun commento

Scrivi un commento

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi