Green lifestyle

E quando arriva il mal di gola… chiediamo aiuto (anche) alla natura

MALDIGOLA_cover

La gola in fiamme è uno dei sintomi più comuni delle malattie di stagione. Si può curare in tanti modi e non tutti implicano  necessariamente farmaci.

Avere mal di gola è il sintomo principale di una lunghissima serie di malanni ma, nella stragrande maggioranza dei casi, è la spia di patologie banali come laringiti e faringiti di origine virale o batterica oppure tonsilliti.

In ogni caso, visto che l’inverno alla fine è arrivato, il freddo potenzia l’azione di inquinamento e aria secca, contribuendo ad abbassare le difese immunitarie lasciando le nostre vie aeree alte alla merce’ di piccoli bastardi microscopici di varia natura. Così, eccoci qua, con un fastidio che il più delle volte non ci mette a letto ma con il quale dobbiamo convivere per qualche giorno all’anno mentre lavoriamo, facciamo compere o cerchiamo di goderci una serata tra amici.

Partiamo da un punto chiave: abbiate pazienza, non correte subito dal vostro medico a chiedere la prescrizione dell’antibiotico! Molto più spesso la gola rossa, irritata e dolente è figlia dell’azione di virus che con gli antibiotici si fanno doccia e shampoo. In quel caso non servono a niente penicilline, macrolidi, cefalosporine e chi più ne ha più ne metta. Perciò se non c’è febbre alta e non avete dolore al petto, alla schiena o difficoltà respiratorie, quando avete il fuoco in gola mantenete il sangue freddo. Il fastidio può essere reso tollerabile con i farmaci antinfiammatori senza obbligo di prescrizione sia sistemici (bustine, compresse…) sia topici (soluzioni per sciacqui e gargarismi o spray). Tutte soluzioni che possono essere consigliate dal farmacista di fiducia.

SALVIA

Se ci troviamo nel caso di un semplicissimo malanno di stagione e volessimo farci dare una mano dalla natura oltre che dai farmaci da banco, esistono prodotti d’erboristeria piuttosto efficaci che possono alleviare le vostre pene e darvi la pazienza necessaria a superare il fastidio. Bere tisane (o anche usarle per gargarismi) di salvia, di camomilla, malvatimo (con forte potere disinfettante) e altea (anche sotto forma di caramelle) daranno un po’ di sollievo alla vostra gola in fiamme.

aglio

Pare anche che uno spicchio d’aglio crudo e senza buccia sia efficace nel prevenire i sintomi di un mal di gola agli esordi ma sinceramente non ho mai provato… Infine,  bacche di ribes nero e liquirizia per la loro azione naturalmente antiossidante e antinfiammatoria possono arricchire il vostro arsenale antimaldigola a tutta natura.

Poi si tratta di seguire anche qualche piccolo accorgimento nella quotidianità e il buon senso. Mangiare cibi liquidi o semisolidi, né freddi né bollenti; evitare il fumo di sigaretta (che sarebbe da evitare a prescindere); evitare alimenti acidi o piccanti; umidificare l’ambiente in cui si dorme o si lavora, inalare vapore caldo, bere spesso e tenere la gola al caldo… In poche parole: seguite la logica e qualche consiglio della nonna.

ATTENZIONE però: se il problema non si risolve in una settimana o dovesse peggiorare o dovessero subentrare altri segni come un gonfiore eccessivo delle tonsille, placche biancastre, febbre alta, tosse persistente, dolore al torace o alla base del collo ecc. andate dal medico perché in quel caso i farmaci necessari vanno prescritti e comunque è meglio farsi dare un occhio.

Non immaginate neppure che i rimedi alternativi alla chimica siano veloci  nell’azione come ibuprofene o ketoprofene: è una scelta quella di non usare farmaci, se non indispensabili, che richiede convinzione e pazienza.  E, soprattutto, la via della medicina naturale non va affrontata ottusamente: le medicine sono per ora irrinunciabili a volte, e non ficcatevi nei guai trasformando un mal di gola o un’influenza in una polmonite solo perché avete un’idea sbagliata di medici e medicina in generale.

5 Commenti

  • Commenta
    Ilaria
    8 gennaio 2015 at 20:08

    il mio rimedio infallibile per mal di gola e raffreddore: tisana alla cannella! riempi il pentolino d’acqua, ci sciogli un cucchiaino di miele, aggiungi un paio di cucchiaini di cannella in polvere e un pizzico di pepe; metti sul fuoco e porti lentamente a ebollizione. la cannella è anche una spezia che ‘scalda’, per cui aiuta anche a far passare i brividi… uno dei miei rimedi preferiti 😉

    • Commenta
      maria Cristina ligorio
      8 gennaio 2015 at 22:37

      Interessante!! La provero!
      Io utilizzo solo rimedi completamente naturali con prodotti senza effetti collaterali ne controindicazioni..
      Quando sento che la gola pizzica ingoio 2 compresse del mio Propoli preferito ed efficacissimo , dopo meno di un’ora è passato tutto!
      Maria Cristina

    • Commenta
      tessa
      9 gennaio 2015 at 15:29

      ma quante ne sai!!!!

  • Commenta
    Maurizio
    8 gennaio 2015 at 20:37

    ciao Tessa
    Io quando inizio a sentire che la gola pizzica la sera mi faccio un bel latte caldo con miele e rum e sto bene

    • Commenta
      tessa
      9 gennaio 2015 at 15:28

      il vecchio rimedio della nonna!!! del nord : )

    Scrivi un commento

    Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi