Green lifestyle

Fido va in vacanza

Regole e consigli per viaggiare con gli animali

2.animali in viaggio - FullSizeRender - Copia

Tra non molto inizieranno per molti le sospirate vacanze e, secondo le statistiche, almeno un milione di cani e altri animali domestici partiranno al seguito dei propri padroni. Quando si viaggia con un animale ci vuole ancora più organizzazione (basta vedere i bagagli per Eva e Jack nella foto!), e cosa altrettanto importante conoscere i regolamenti dei mezzi di trasporto, che siano quelli pubblici o la propria auto.

Come al solito, mi sono rivolta alla mia amica Avvocato Barbara Marascio, che mi ha illustrato tutte le norme che bisogna seguire.

IN AUTO

macchina - www.autoaspillo.com

Foto: www.autoaspillo.com

Secondo il Codice della Strada è possibile il trasporto di un animale domestico, sistemato sul vano posteriore, senza bisogno di rete divisoria, purché non sia di impedimento o pericolo per la guida. Se gli animali fossero più di uno, invece, occorrerà custodirli in una gabbia o contenitore, oppure sistemarli nel vano posteriore con una rete (o altro analogo mezzo idoneo) che li divida dal posto di guida. In caso di mancato rispetto di queste norme, sono previste una sanzione pecuniaria e la decurtazione di un punto sulla patente.

IN PULLMAN E AUTOBUS

bus - www.ecodallecitta.it

Foto: www.ecodallecitta.it

Qui il discorso è più complicato, perché l’accesso degli animali ai mezzi pubblici non è regolato da una legge nazionale: ogni compagnia di trasporto si disciplina con regole proprie. È consigliabile quindi informarsi per tempo di volta in volta, ma possiamo comunque dare qualche indicazione generale.
I cani di piccola e media taglia normalmente possono viaggiare sugli autobus di linea, a condizione che siano muniti di museruola e guinzaglio e non rechino disturbo a persone e danneggino cose; di solito non sono ammessi più di due cani per vettura. Quasi tutte le compagnie (ad esempio ATM Milano) si riservano la facoltà di impedire il trasporto dei cani in momenti di super affollamento. È possibile anche il trasporto di altri piccoli animali purché non rechino disturbo e siano collocati all’interno di trasportini. Alcune compagnie prevedono il pagamento del biglietto di trasporto.

Anche per i taxi, non c’è una regola universale; in linea generale i cani di piccola e media taglia possono viaggiare sui taxi, muniti di museruola, guinzaglio e sempre previo consenso dell’autista. È quindi preferibile segnalare la loro presenza al momento della prenotazione.

IN NAVE

nave - www.petsparadise.it

Foto: www.petsparadise.it

Anche nel caso delle navi da crociera non esiste una normativa unica: è necessario informarsi presso la compagnia prescelta prima della prenotazione, perché alcune non ammettono animali a bordo.

Diverso il discorso dei traghetti: un’ordinanza del Ministero della Salute garantisce il loro accesso, dietro pagamento di un biglietto ridotto e a certe condizioni. Ai cani è consentito il passaggio sul ponte esterno o anche altri luoghi, purchè muniti di guinzaglio e museruola (obbligatori anche durante le operazioni di imbarco e sbarco) e vengano pulite eventuali deiezioni; gatti e piccoli animali invece devono essere custoditi nel trasportino.
Importante anche il rispetto delle normative igienico-sanitarie in vigore: necessarie la certificazione veterinaria di buono stato di salute e l’iscrizione all’anagrafe canina. Potrebbero essere richieste anche alcune vaccinazioni, senza le quali non verrete fatti salire a bordo: informatevi per tempo.

IN TRENO

treno - www.ormenelcuore.it

Foto: www.ormenelcuore.it

I cani di piccola taglia, gatti ed altri animali domestici viaggiano gratuitamente su Frecce, Eurostar e Italo, all’interno dell’apposito trasportino; i cani di taglia media e grande invece devono indossare la museruola e il guinzaglio, e per loro è necessario il pagamento del biglietto (al prezzo ridotto del 50%). Al momento dell’acquisto del biglietto dell’animale, potrebbe essere richiesto di esibire il certificato di iscrizione all’anagrafe canina (o il passaporto del cane, in caso di viaggia da e per Paesi esteri); occorre portarlo con sé anche durante il viaggio, perché se ne venite trovati sprovvisti potreste pagare una penalità ed essere addirittura costretti a scendere alla prima fermata.

Per motivi di sicurezza, infine, è non sono ammessi due cani nello stesso vagone.

IN AEREO

aereo - www.vanityfarm.myblog.it

Foto: www.vanityfarm.myblog.it

Iniziamo dall’aeroporto: devono essere rispettate le regole di accesso degli animali ai luoghi pubblici, quindi il cane deve accedere tenuto al guinzaglio e con museruola (e il proprietario deve avere con sé anche tutto ciò che è necessario per pulire eventuali “bisognini”), mentre gli altri animali devono essere posti nel trasportino.

Al momento, quasi tutte le compagnie aeree consentono il trasporto di animali, ma le norme possono essere differenti; per questo è sempre consigliabile chiedere tutte le informazioni al momento della prenotazione del volo: disponibilità di posto (ogni compagnia stabilisce un numero massimo di animali ammessi), obblighi sanitari previsti nel Paese di arrivo, e, nell’ipotesi di scalo, anche di transito. I cani di piccola taglia e i piccoli animali possono accedere alla cabina, viaggiando vicino al proprietario, sistemati in trasportini impermeabili, ben aerati, e delle misure standard stabilite da Iata (International air transport association); quelli di taglia medio-grande, che superano i 10 kg di peso trasportino compreso, devono essere sistemati nella stiva, in gabbie rinforzate e pressurizzate (cosa che però non mi sento di consigliare, se non in casi estremi).

Da ricordare che i cani o gatti che viaggiano nell’Unione Europea devono essere muniti di chip elettronico, passaporto europeo, libretto sanitario con le vaccinazioni e a volte anche certificato di buona salute curato da un veterinario.

Tutti i regolamenti per l’accesso ai trasporti pubblici non valgono per i cani guida per non vedenti, che possono accompagnare ovunque il proprio padrone, senza pagamento di biglietti.

Un consiglio finale: cercate di stare più leggeri di me col bagaglio…

Nessun commento

Scrivi un commento

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi