A tavola

La dieta della pelle!

A tavola per salvare la pelle da inquinamento, stress e cattive abitudini

 

dieta-pelle

Sta arrivando la primavera che tipicamente porta con sé la voglia di rinnovarci e di liberarci dal grigiore invernale a 360 gradi! Strappiamoci quindi di dosso la stagione fredda, anzi togliamoci proprio la vecchia pelle sostituendola con una fresca e rinnovata, ricordandoci che una bella pelle è lo specchio di un sano stile di vita quotidiano!

A capire quale sia la dieta e lo stile di vita giusto per una splendida pelle mi ha aiutato la Dr.ssa Elisabetta Devecchi, dietista del Centro di Nutrizione Clinica dell’Ospedale San Raffaele di Milano e del Policlinico di Monza.

Per aiutarci a mantenere la pelle elastica e idratata è indispensabile avere una vita salubre e attiva, dunque:

 

– bandite il fumo e i superalcolici!

– fate mezz’ora di camminata veloce 3 volte a settimana

– dormite almeno 7-8 ore al giorno

– bevete 1,5-2 litri di acqua ogni giorno e mangiate in modo equilibrato e vario!

 

Be’ insomma, sono le 4 regole base per vivere bene e a lungo e va da sé che anche la pelle ne goda. Ma, entrando nello specifico, ci sono molti cibi che in questa stagione ci aiutano a ottenere una pelle tonica ed elastica:

 

Alimenti sì

 

Bright yellow lemons rich in vitamin c

Foto: www.public-domain-image.com

I cibi ricchi di vitamina C, un potente antiossidante, fondamentale per la produzione del collagene (proteina che supporta la struttura della pelle), previene la disidratazione cutanea e le rughe. La troviamo in tutti gli agrumi come limoni, arance, pompelmi, nei kiwi, nelle verdure a foglia verde come cavoli, verze, spinaci.

 

I cibi ricchi di vitamina A, un antiossidante che aiuta a proteggere l’epidermide dai danni solari (i raggi UV colpiscono la nostra pelle anche durante le stagioni fredde), combatte l’invecchiamento cellulare causato dai radicali liberi e contribuisce a mantenere la pelle sana e compatta. Ben vengano quindi i vegetali di colore giallo-arancione come carote, arance, ma anche verdure a foglia come spinaci, cavoli, broccoli ed anche aglio, olio di fegato di pesce, tuorlo d’uovo e burro.

 

I cibi con vitamina E, perchè possiede anch’essa un’azione antiossidante notevole e interviene contro la degenerazione cellulare. La otteniamo dagli oli vegetali in particolare dall’olio di oliva, dai germogli di soia, germe di grano, noci, mandorle e cereali integrali.

 

I cibi ricchi di omega 3, invece, ci arrivano dal mare e ci aiutano a combattere le infiammazioni causate dal sole, dallo stress e lo smog che producono i radicali liberi, responsabili della diminuzione del collagene. La trota e lo sgombro sono due varietà di pesce particolarmente ricche di omega 3, ma anche sardine, aringhe e acciughe. Noci, germogli di soia e semi di lino ne sono buone fonti vegetali.

 

Il Selenio mantiene l’elasticità del tessuto connettivo e previene i danni dei radicali liberi. È presente nel pesce e nei frutti di mare, nel germe di grano, crusca, nelle patate e nelle cipolle se il terreno di coltivazione ne è ricco.

 

Lo Zinco è essenziale per il buon funzionamento delle cellule e del sistema circolatorio. Lo si trova nel pesce, carni rosse, noci, nocciole e mandorle, nei semi di girasole, nel germe di grano, nel tuorlo d’uovo.

 

Il Ferro garantisce una buona ossigenazione del sangue. Senza ossigeno sufficiente, la pelle appare opaca ed è più lento il processo di rinnovamento cellulare. Le migliori fonti di ferro sono carne rossa, uova, legumi soprattutto lenticchie, frutti di mare.

 


 

 

Alimenti no

 

Bunter_Teller_27_Stucke

Foto: wikipedia

Cibi pronti e confezionati, ricchi di additivi e conservanti che sono spesso grassi saturi e idrogenati o prodotti chimici non salutari. Cibi fritti che stimolano la produzione dei radicali liberi.

 

Troppo sale tende a favorire la ritenzione idrica e la formazione delle antiestetiche “borse sotto gli occhi”.

 

Dolci e zuccheri raffinati vanno limitati drasticamente, favoriscono la comparsa di brufoli e irritazione, preferite cereali integrali e poco raffinati.

 

Alcolici, vanno limitati perché tendono a disidratare l’organismo e di conseguenza la nostra pelle.

Nessun commento

Scrivi un commento

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi