Ecocentrica

Colesterolo alto: i rimedi naturali più efficaci per evitare rischi

Tessa mare barca

Abbiamo imparato nel tempo a conoscere i molti benefici per la salute legati alla sana alimentazione e all’utilizzo dei rimedi naturali. Non fa eccezione anche la gestione del colesterolo alto, così come la prevenzione dei possibili rischi.

Eppure il colesterolo è una sostanza normalmente presente all’interno del nostro corpo. Anzi, questa molecola lipidica per certi versi è essenziale al corretto funzionamento dell’organismo umano. Come spesso accade però, ecco che esagerare si rivela dannoso per la salute.

Colesterolo, a cosa serve

Ora che abbiamo visto come questa sostanza di normalmente presente all’interno del nostro corpo è utile rispondere a una domanda molto importante: a cosa serve il colesterolo?

Questa molecola lipidica è essenziale per il fegato, che grazie a essa è in grado di produrre la bile, ma non solo. Interviene anche nella costruzione della membrane cellulari e aiuta le cellule stesse a crescere e dividersi. Infine è utilizzata dal corpo umano anche nella sintesi di ormoni steroidei come l’aldosterone, l’estradiolo e il testosterone.

Colesterolo HDL e LDL, quali sono le differenze?

Non esiste però un solo tipo di colesterolo. All’interno delle analisi del sangue vengono sempre indicati vari valori, solitamente relativi ai livelli totali e a quelli di due specifiche tipologie: HDL (High Density Lipoprotein, lipoproteina ad alta densità) e LDL (Low Density Lipoprotein, lipoproteina a bassa densità). Il primo viene anche denominato “colesterolo buono”, mentre il secondo è indicato come “cattivo”.

In condizioni di normalità il colesterolo buono HDL serve a bilanciare i livelli di quello LDL, rimuovendo le quantità in eccesso prima che risultino dannose. Se tale equilibrio venisse rispettato non vi sarebbe alcun “cattivo” in questa storia, in quanto i vari benefici descritti sopra vengono in effetti garantiti proprio dal colesterolo LDL.

Cosa turba allora questo equilibrio? Spesso e volentieri sono le nostre scelte sbagliate, sia in termini di stile di vita che di abitudini alimentari. Ad esempio con un eccessivo consumo di cibi che contengono colesterolo LDL, portando a valori superiori a quelli che la sola molecola HDL può gestire.

Valori normali

Secondo le linee guida di riferimento i valori normali relativamente a colesterolo nel sangue sono i seguenti:

Si tratta tuttavia soltanto dell’ipotesi più accreditata, ma non unanimemente condivisa a livello scientifico. Secondo altre indicazioni assumono una maggiore rilevanza gli equilibri tra le diverse molecole o addirittura in rapporto ai trigliceridi. Inoltre i valori possono variare leggermente in base alla misurazione del singolo laboratorio, opportuno quindi prendere con le dovute cautele tali indicazioni e in caso di dubbi fare riferimento al proprio medico.

Alimentazione e attività fisica, le chiavi del successo

Qualche tempo fa vi ho parlato di quelle che sono le buone abitudini a tavola per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Concentriamoci ora su un  aspetto in particolare, ovvero sulla possibilità di contrastare o prevenire le alterazioni dei livelli di colesterolo nel sangue tramite l’alimentazione e l’attività fisica.

Alimenti consigliati e quelli da evitare

Come potrebbero mancare tra gli alimenti consigliati la frutta e la verdura, di stagione, biologica e a km zero, soprattutto quelle ricche di fibre vegetali. Sì anche ai cereali integrali e a un po’ d’olio extravergine d’oliva. Chi mangia il pesce può consumare quello azzurro, ricco di acidi grassi Omega 3.

Vanno invece evitati gli alcolici, la carne rossa e lavorata, gli insaccati, le interiora, il burro e i formaggi grassi. Meglio evitare anche le uova.

Rimedi naturali per il colesterolo alto

Eccoci infine ai principali rimedi naturali in caso di colesterolo alto. Innanzitutto è bene prendere l’abitudine di consumare come snack di metà mattinata un po’ di frutta secca col guscio (come mandorle, noci e nocciole); non è solo molto buona, ma contiene Omega 3 e Omega 6. Evitare però di superare i 28 grammi giornalieri, in quanto molto calorica.

Nella lista degli insospettabili troviamo le fragole, buonissime e a quanto pare utili per tenere entro livelli di sicurezza il colesterolo “cattivo”. Tra gli infusi troviamo il tè Pu-Erh, forse poco conosciuto, ma ritenuto efficace contro il colesterolo e dotato di proprietà immunologiche. Benefico anche il ricorso alla Yerba Mate.

Come potremmo infine dimenticare l’attività fisica, che se praticata regolarmente rappresenta un’arma molto efficace nelle mani di chi vuole contrastare il colesterolo alto. Frecce per il nostro arco ne abbiamo, basta soltanto fare le scelte giuste a tavola e praticare esercizio fisico, il nostro corpo non potrà che ringraziarci.

Exit mobile version