Ecocentrica

Pulizie ecologiche: i prodotti fondamentali per iniziare

Sostituire i classici detergenti chimici è semplice ed economico, bastano pochissimi ingredienti naturali per pulire tutta la casa: vediamo quali e come utilizzarli.

Chi abita nella Pianura Padana lo sa bene: smog e polveri sottili sono un pericolo da non sottovalutare, e questa zona è tra le più inquinate d’Europa. Purtroppo, però, la cattiva qualità dell’aria è un rischio che si corre anche tra le proprie mura domestiche, come afferma anche l’OMS, secondo cui il 40% dei materiali che abbiamo in casa emettono sostanze nocive per la salute! Pesticidi chimici utilizzati per il giardinaggio, deodoranti per gli ambienti, vernici, solventi… e naturalmente i detersivi. Ne avevamo parlato anche nel post dedicato agli avvelenamenti domestici: al famoso Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda di Milano arrivano circa 60mila richieste di aiuto l’anno; nel 90% dei casi gli avvelenamenti avvengono in casa, e un terzo di questi a causa di prodotti chimici.

Ridurre (e magari anche eliminare!) i classici detersivi fa bene innanzitutto alla salute, ma non solo. Non inquinano solo l’aria che respiriamo, ma anche le acque e il mare: molte delle sostanze che li compongono sono di origine petrolifera, poco o nulla biodegradabili e nocivi per gli ecosistemi acquatici, tanto che i cosiddetti PCP (Personal Care Products) sono considerati, a livello nazionale ed europeo, degli inquinanti emergenti, ovvero riconosciuti come potenzialmente pericolosi per uomo e ambiente, e che pertanto necessitano in futuro di regolamentazione e monitoraggio.

Ed ecco il terzo motivo per limitare l’uso dei detersivi, dedicato ai più venali: il risparmio. UNEP, il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, ha stimato che in Europa, in ogni casa, vi siano in media 15-20 prodotti per le pulizie. Decisamente troppi! Una spesa inutile che si può tranquillamente rivedere per non gravare sul bilancio famigliare.

Le pulizie ecologiche sono la soluzione a tutti questi problemi, perché si basano sull’uso di sostanze naturali e vegetali, delicati sulla pelle e biodegradabili in ambiente. Avete due alternative: le aziende specializzate nella detergenza green, per la comodità dei prodotti pronti per l’uso, e l’autoproduzione, sfruttando alcuni ingredienti economici e multiuso, che vi permetteranno di non acquistare più tanti detersivi specifici.

Se siete ancora poco pratici e vi state approcciando per la prima volta alle pulizie ecologiche, non preoccupatevi: in questo post troverete un “kit di base” per cominciare, con i prodotti veramente indispensabili e le ricette fai da te più semplici alla portata di tutti!

ACIDO CITRICO, IL JOLLY CHE NON PUÒ MANCARE

Detergente vetri, brillantante, anticalcare, ammorbidente: sono alcuni dei prodotti di cui potrete tranquillamente fare a meno dotandovi di questo ingrediente molto ecocentrico. Si trova in commercio sotto forma di polvere o cristalli, ed è la base di moltissime ricette: creando la soluzione al 15% (150 g di acido citrico e acqua, fino ad arrivare a 1 litro di miscela) avrete un ottimo detergente multiuso per igienizzare e rimuovere sporco e incrostazioni da tutte le superfici (tranne legno, marmo e pietra). Ideale per contrastare il calcare, potete utilizzare la miscela sugli acciai di bagno e cucina oppure per un lavaggio a vuoto di lavatrice e lavastoviglie; perfetta per sostituire il brillantante, se versata nell’apposita vaschetta. Per creare un ottimo ammorbidente naturale, vi basta mescolare 50 g di acido citrico e 500 ml di acqua, da conservare in un flacone con tappo, e utilizzare 100 ml di prodotto per ogni lavaggio; può essere utilizzato anche per la pulizia dei sanitari: unitene 50 g a 1 L d’acqua, versate all’interno del WC e lasciate agire tutta la notte. Volete un detersivo per vetri e specchi? Versate in un contenitore spray 1 L di acqua, 1 cucchiaino di acido citrico e 1 cucchiaino di sapone liquido o detersivo per piatti ecologico.

L’acido citrico è veramente economico e ormai si trova facilmente nelle farmacie, nei negozi di prodotti naturali, nei supermercati, e naturalmente online; verificate solo che l’unica voce dell’INCI sia Citric Acid.

SAPONE DI MARSIGLIA, PULIZIE ECOLOGICHE CON L’INGREDIENTE DELLE NOSTRE NONNE

Dalle proprietà antisettiche e antibatteriche, è anche un ingrediente efficace, economico e sicuro per salute e ambiente, nonché multiuso. La sua applicazione più nota è senz’altro quella per il bucato: per creare in casa un’ottima alternativa ai tradizionali detersivi per lavatrice, preparate una soluzione mescolando 3 parti di acqua e 1 parte di sapone di Marsiglia, grattugiato e ridotto in scaglie. Pulire i pavimenti utilizzando solo detersivi autoprodotti è semplicissimo: versate in un secchio 3 litri d’acqua, aggiungete 2 cucchiai di bicarbonato, 10 cucchiai di alcol (meglio se alimentare e biologico) e 2 cucchiai di sapone di Marsiglia in scaglie; si può utilizzare su tutte le superfici, comprese quelle più delicate come marmo e granito. Se avete l’abitudine di lavare i piatti a mano, riducete in scaglie 100 g di sapone e fatelo sciogliere in 500 ml di acqua; per aumentare il potere sgrassante, aggiungete un cucchiaio di succo di limone oppure qualche goccia di olio essenziale sempre di limone.

Unica accortezza quando si acquista il sapone di Marsiglia è verificare che sia effettivamente un prodotto naturale, puro e a base di soli oli vegetali (solitamente olio d’oliva), soda e acqua. Vi suggerisco ad esempio il Sapone di Marsiglia di Officina Naturae (€ 4,20 / 200 g), l’Eco Marsiglia-bucato a mano di La Saponaria (€ 4,30  200 g) oppure le Scaglie di Sapone Marsiglia di Greenatural (€ 11,60 / 500 g): con questi andate sul sicuro!

Come vedete, con solo due ingredienti base potete facilmente sostituire un gran numero di detersivi! A questo punto, l’elenco dei detergenti indispensabili si riduce davvero ai minimi termini. Vi suggerisco alcuni prodotti confezionati (i preferiti dei più pigri!), proposti da aziende attente all’impatto ambientale, a base di materie prime naturali e con un occhio alla sostenibilità di formulazioni e magari anche di packaging.

LE REGOLE D’ORO PER UN ECO-BUCATO

Se preparare in casa l’ammorbidente con l’acido citrico è davvero un gioco da ragazzi, non tutti sono convinti dell’autoproduzione del detersivo per lavatrice: nessun problema ad acquistarlo in commercio, ma occhio a non cadere nelle trappole del marketing che propongono una diversa versione per tessuto o colore. Un prodotto unico è sufficiente!

Un detergente molto particolare è il Ri-Detersivo Bucato a Mano e Lavatrice di TeaNatura (€ 6,00 / 1 L), chiamato così perché oltre la metà dei tensioattivi sono realizzati con oli di recupero, che vengono opportunamente filtrati e trattati; pensate che con un kg di olio esausto si ottengono 17 kg di detersivo! Un ottimo modo anche per ridurre l’uso del tensioattivo più utilizzato, l’olio di cocco: naturale, ma non molto sostenibile. Anche il resto degli ingredienti è completamente naturale, in più i flaconi sono in bio-plastica. Lava molto bene, la schiuma è della giusta quantità e consistenza, si risciacqua immediatamente. Mi piace.

Evitate invece gli additivi, costosi e inquinanti; se avete necessità di pretrattare il bucato per eliminare delle macchie ostinate, passate direttamente il sapone di Marsiglia e rimuovete delicatamente i residui con una spugna bagnata e ben strizzata. Altrimenti, un altro ottimo ingrediente per le pulizie ecologiche è il percarbonato di sodio, ideale anche per ravvivare il bianco: provate il Percarbonato di Sodio Puro di Allegro Natura (€ 6,80 / 500 g) o il Percarbonato Sbiancante di Verdevero (€ 7,90 / 1 kg), entrambi in confezioni di carta!

DETERGENTI GREEN (E PLASTIC FREE) PER PIATTI E LAVASTOVIGLIE

Anche un detersivo per piatti già pronto per l’uso può essere utile, in casa o in viaggio: e non solo per il suo utilizzo specifico, ma anche perché può tornare utile in qualche ricetta autoprodotta, ad esempio per le pulizie ecologiche dei vetri, come abbiamo visto prima. Inoltre, se avete la lavastoviglie, dovete utilizzare un prodotto apposito. Ecco alcune delle migliori alternative eco in commercio!

Officina Naturae è una delle prime aziende ad aver creduto nei prodotti solidi: alla già ampia linea di cosmetici, ha aggiunto anche il detersivo per piatti. Il loro Piatti Solido Menta Piperita (€ 9,90 / 180 g) è plastic free, realizzato a mano, come sempre completamente naturale, e profumato con olio essenziale di menta (esiste anche la versione all’arancio), che lo rende adatto anche alle pelli più delicate. Come tutti i prodotti solidi, permette anche un bel risparmio: un panetto è l’equivalente di 2 flaconi da 1 litro di detersivo liquido! Un ottimo detergente, che lava perfettamente.

Il Detersivo piatti e stoviglie di Essentia (€ 6,90 / 750 ml) invece è un prodotto più “classico”, dalla consistenza liquida, che si può utilizzare sia per il lavaggio a mano che con l’elettrodomestico; ha un ottimo potere detergente: pulisce e sgrassa anche in acqua fredda (ottimo per il risparmio energetico). È molto concentrato, quindi ne basta poco; si sente bene la fragranza di arancia e bergamotto. Il valore aggiunto di quest’azienda sono le materie prime, tutte naturali e biologiche, fornite da coltivatori locali, e le confezioni in bioplastica vegetale. Inoltre, se abitate nella zona di Milano o nella provincia Monza-Brianza, potete anche scegliere di acquistare i prodotti sfusi!

Se invece preferite le pastiglie, provate le GreenTabs Lavastoviglie di Greenatural (€ 5,95 / 25 pz): hanno anche azione brillantante, sgrassante ed anticalcare, sono profumate con oli essenziali di arancio e limone bio e non contengono nessun ingrediente da evitare. Davvero ottime, buonissima la profumazione e lasciano le stoviglie belle splendenti.

SGRASSATORE, CONFEZIONATO È MEGLIO

È vero, si può anche realizzare in casa (in questo post trovate alcune ricette per sgrassatori fai da te), ma si tratta di un prodotto particolare e spesso le formulazioni industriali sono meglio bilanciate e sicuramente più concentrate.

Questa linea di detergenti per la casa mi è piaciuta molto: è prodotta in Umbria, utilizzando erbe officinali coltivate dall’azienda con agricoltura biologica. Lo Sgrassatore al rosmarino di Bioteko (€ 4,60 / 1 L) si utilizza sulle superfici, cappe e fornelli compresi, ma anche sui tessuti, da lasciare in posa prima del lavaggio, per eliminare tracce di grasso, unto e sporco difficile; tra le erbe officinali utilizzate ci sono rosmarino, timo, salvia e alloro, dall’azione igienizzante. Ha un profumo molto gradevole, ed è molto efficace su tutti i tipi di macchie.

DISINFETTANTE PER SUPERFICI, EFFICACE MA NATURALE

Negli ultimi anni si fatto un enorme uso di questa tipologia di prodotto, rappresentata per lo più dalla candeggina. Dall’uso all’abuso, però, è un attimo, e questo ingrediente non è certo privo di rischi: molto inquinante, soprattutto per le acque, ma anche tossica per inalazione: l’esposizione può causare irritazioni a occhi e bocca, asma, problemi respiratori. Creare in casa un disinfettante sicuro non è semplice, ma per fortuna esistono anche igienizzanti naturali: solitamente a base di alcool, altrettanto efficace ma con un minor impatto su salute e ambiente, ideali per perseguire l’obiettivo delle pulizie ecologiche per la casa.

Un prodotto che vi consiglio è il Detergente Spray Igienizzante per tutte le superfici di Officina Naturae (€ 8,50 / 500 ml): a base di alcool al 71% (la dose raccomandata dall’OMS per un’azione igienizzante), è realizzato con materie prime da agricoltura biologica ed approvato dal disciplinare EcoBioControl di Fabrizio Zago. Si può utilizzare praticamente ovunque, in casa o in auto (i produttori sconsigliano solo l’uso sulle superfici verniciate); ha un profumo delicatissimo, a differenza della maggior parte dei prodotti di questo tipo: è anche per questo che mi piace. Quest’azienda romagnola non si smentisce mai!

Vi ho convinti che approcciarsi alle pulizie ecologiche è non solo conveniente sotto tanti punti di vista, ma anche più semplice di quanto si creda? Se avete ancora dubbi o domande non esitate a scrivermi!

Exit mobile version