Green lifestyle

5 idee per riciclare i tappi di sughero

Non sprecare questo materiale ma utilizzarlo per creare oggetti utili

Quando finisce la bottiglia di vino, c’è la domanda fatidica: come devo smaltire il tappo di sughero?

In realtà non è molto chiaro. Il sughero è un materiale naturale e biodegradabile, quindi in teoria potrebbe andare nell’umido; alcune indicazioni comunali gli assegnano questa destinazione, in altre località c’è una raccolta apposita, ma non avviene ovunque. Nel mio caso non viene specificato, quindi non so mai dove buttarlo, e metterlo con i rifiuti indifferenziati è un peccato. Anzi, è proprio un peccato gettarlo via: è un materiale ecologico, resistente (tanto che viene usato anche nell’edilizia) e che si adatta a moltissimi utilizzi.

Dare una seconda vita alle cose, specie a quelle che consideriamo “scarti”, è un ottimo modo per ridurre il proprio impatto ambientale e risparmiare: ho cercato in rete idee per il riciclo creativo dei tappi di sughero, e ne ho trovate alcune che con pochissima fatica permettono di creare oggetti molto utili, oltre che belli da vedere.

Ecco allora 5 modi per non sprecare questo prezioso materiale.

1) PORTACHIAVI da Tuttogreen:

Un’ottima idea per un portachiavi originale e… che non affonda (cosa succederebbe se durante una gita in barca le vostre chiavi di casa finissero in acqua e sul fondo del mare?).

Procedimento:

Forate il tappo con un fil di ferro, poi versate un po’ di colla nel foro che avete creato, dopodiché inserite una vite ad anello. Quando la colla si sarà asciugata, vi basterà inserire alla vita un anello portachiavi, e il gioco è fatto!

Ps: se i tappi sono di ottima qualità come quelli di biomar.bio basta avvitare la vite senza colla ; )

 

2) TAPPETINO PER IL BAGNO da GreenMe:

Il sughero è un materiale perfetto perché anche se bagnato non fa la muffa; per realizzarlo vi serviranno un po’ di tappi: da 150 a 300, a seconda della grandezza desiderata.

Procedimento:

Tagliate in due i tappi (in senso verticale); procuratevi una base in tessuto impermeabile, poi con della colla a caldo incollatevi sopra i tappi. Rispettate i tempi di asciugatura della colla prima di utilizzare il tappetino.

 

3) BACHECA da Arredamento Provenzale:

Avete presente la bacheca promemoria, quella in cui attaccare post-it, lista della spesa e altre cose da ricordare? Prima di comprarla, provate a realizzarla voi a costo quasi zero e in perfetto stile “shabby chic”.

Procedimento:

Nella foto, la bacheca è stata creata con un’anta di recupero, ma potete anche utilizzare una cornice, a cui togliere il vetro. Potete utilizzare i tappi interi o tagliarli a metà, e incollarli con colla vinilica mescolata ad acqua, formando il disegno che preferite. Lasciate asciugare per almeno una giornata.

 

4) SOTTOPENTOLA da Cose fatte in casa:

Non sapete mai dove appoggiare pentole e padelle bollenti? Il sughero è un ottimo materiale: resistente, leggero, non si rovina neanche se bagnato.

Procedimento:

Procuratevi una decina di tappi e tagliateli a metà; uniteli, dando la forma che vi piace di più, con la colla a caldo. Se volete, potete rifinire il contorno con lo spago come in foto: sarà utile anche per mascherare eventuali imprecisioni!

 

5) VASO da Nella valigia della buru

Infine, un’idea per creare vasi decorativi o per le piante. Sembra un po’ più complesso dei lavori precedenti, ma vi riporto le istruzioni passo passo.

Procedimento:

Preparate 4 pannelli (ovvero i 4 lati del vaso) incollando per ciascuno 4 file da 8 tappi. Per i 4 angoli, preparate 4 colonne verticali con 6 tappi uno sopra l’altro e incollatele alle estremità dei pannelli.
Ora chiudete il vaso, incollando i pannelli, e lasciate asciugare almeno 30 minuti. Per il fondo del vaso, fate un altro pannello con 4 file da 6 tappi, inseritelo all’interno del vaso e incollate.
Il vaso è pronto!

 

Queste sono solo alcune delle tante idee che si possono trovare in rete: sono quelle che mi sono piaciute di più e anche abbastanza facili da essere alla portata di tutti, ma ce ne sono molte altre. Anzi, sono sicura che ognuno di noi pensandoci bene troverebbe tanti altri modi per riciclare di più: bastano solo un po’ di fantasia e di tempo libero!

 

Nessun commento

Scrivi un commento