A tavola

The best: alimentazione per l’estate

Come è ormai tradizione, eccomi anche quest’anno a ricapitolare tutti i consigli utili da seguire in materia di alimentazione per l’estate

Nell’agosto più rovente degli ultimi 50 anni, con alcune province italiane che hanno superato i 45° C, appare sempre più evidente quanto il pianeta stia soffrendo e quali sono gli impatti ecologici di decenni di consumi smodati, effetti che si ripercuotono in maniera sempre più tangibile sul clima e non solo. 

In linea generale in questi anni abbiamo imparato – anche grazie all’aiuto di esperti, come ad esempio la dottoressa Monica Artoni, Dietista,  i suoi preziosissimi suggerimenti  li trovate qui – che quando le temperature superano i 30°C, privilegiare cibi freschi e idratanti è un plus per resistere meglio al caldo e per evitare intossicazioni alimentari.

Alimentazione per l’estate, parola d’ordine: mantenersi idratati

Quando le ondate di caldo iniziano ad avvicinarsi ai radar dei nostri meteorologi, il Ministero della Saluterinnova le sue raccomandazioni sull’importanza dell’idratazione per evitare il colpo di calore, perché l’idratazione è alla base del nostro impianto cellulare. Tuttavia, questi consigli spesso si fermano al rinnovare l’invito a bere almeno 2 litri di acqua (o liquidi) al giorno, ma quasi nessuno si sofferma anche sul ruolo dei cibi e sul loro apporto come fonte di idratazione. 

In un precedente articolo che trovate qui ho affrontato questo capitolo, infatti bisogna ricordare che in tutti gli alimenti che portiamo in tavola, in modo particolare in frutta e verdura, si nascondono percentuali più o meno elevate di acqua. Il 20% dell’acqua assunta durante il giorno proviene da cibi solidi, con un vantaggio in più: contengono infatti vitamine, minerali e anche fibre che trattengono l´acqua stessa e ne ostacolano l’immediata eliminazione attraverso i reni. 

Quale dei cinque alimenti ricchi d’acqua è quello che apporta il maggior contributo di liquidi al nostro organismo? A voi (ri)scoprirlo.

Cosa mettere nei nostri piatti alla base dell’alimentazione per l’estate?

Lo ribadisco, la regola aurea è sempre la stessa: per limitare ogni rischio di disidratazione, dobbiamo optare per cibi ricchi di acqua, ovvero frutta e verdura. Puntare più in particolare sul cetriolo e l’insalata che sono i due verdure più ricchi in acqua, ma anche il pomodoro, le zucchine. Senza trascurare la frutta, che ha un alto potere dissetante, in particolare anguria, melone, pesca, fragola.

Per quanto riguarda gli alimenti cosiddetti “sazianti”, adatti all’alimentazione per l’estate bisogna pensare subito al pesce azzurro cotto in molteplici modi, preferibilmente senza grassi aggiunti, la cui lentezza di digestione contribuisce all’innalzamento della temperatura corporea e alla sensazione di caldo spossante. In questo articolo vi suggerisco diverse ricette e cotture a prova di dieta e di temperature tropicali. 

Come sfizio, potete regalarvi anche un rinfrescante sorbetto, meno calorico del gelato, meglio se preparato con le vostre mani a partire da frutta fresca a KM 0.

Alimentazione per l'estate

Cibi da dimenticare quando fa caldo

Il corpo è abbastanza caldo da non lavorare di più durante la digestione.

Finché il termometro supera i 30°C, lasciate che alla base della vostra alimentazione per l’estate ci siano poche carni grasse, cotte alla brace o sott’olio, che risultano difficili da digerire. Attenzione anche ad alcuni frutti e verdure con proprietà diuretiche come finocchi, carciofi, asparagi. In questo momento il corpo non ha bisogno di perdere acqua.

Alcuni carboidrati sono sconsigliati perché pesanti da digerire quindi, anche se siete golosi limitate molto il consumo di dolci, torte e pasticcini. Anche la nostra linea dirà grazie!

Diete estive, sì o no?

Questo è un argomento spinoso. Chi di noi è arrivato pronto all’appuntamento con la famigerata prova costume? Nel secondo anno di pandemia, caratterizzato da sedentarietà e confinamento, spesso il cibo è stato uno dei pochi rifugi nei momenti di scoramento. E inevitabilmente il fisico – complice anche la poca attività fisica –in molti casi ne ha risentito. 

E così la tentazione delle diete lampo che spuntano come funghi su tutte le riviste in edicola e nelle réclame in TV, è forte.

Tuttavia, bisogna prestare sempre molta attenzione a non cadere nei tranelli delle diete lampo: l’ideale sarebbe seguire una dieta corretta durante tutto l’anno, perché dimagrire troppo velocemente non fa certo bene alla salute. 

Quello che vi propongo da sempre, e in questo post lo ribadisco, quindi non sono le solite promesse di risultati miracolosi in un batter d’occhio, ma qualche consiglio, datomi dai vari esperti che ho intervistato nel corso degli anni per Ecocentrica, per una sana alimentazione adatta al periodo estivo, che possa aiutare nelle esigenze tipiche del periodo.

Ricordando sempre che, se è vero che il cosiddetto “sgarro” è funzionale ad uno stile di vita sana, ci permette di prendere fiato e ricominciare a mangiare correttamente in maniera sana con molta più serenità, è anche vero che l’estate dura un paio di mesi e è meglio non vanificare i sacrifici fatti fin qui. 

Con questi consigli vi auguro buone vacanti, affinché siano rigeneranti e serene per tutti. 

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento