Idratarsi, mangiando: i 5 cibi più ricchi di acqua
A tavola

Idratarsi, mangiando: i 5 cibi più ricchi di acqua

Idratarsi è importante, durante l’estate lo è ancora di più. Ma lo sapete che oltre un terzo dei liquidi necessari all’organismo viene dal cibo? Ecco la classifica dei più idratanti

Durante l’estate il miglior alleato per il nostro organismo è l’acqua. Sudi quando sei in spiaggia, sudi quando nuoti, anche se non te ne accorgi, si suda persino da fermi, tutti liquidi che fuoriescono dai nostri pori e che vanno necessariamente reintegrati.  Ogni giorno, in media, il nostro fisico ha bisogno di circa tre litri di liquidi, una quantità pari a quella che si elimina attraverso urine, sudore e respirazione. L’organismo da solo è in grado di procurarsene solamente una piccola parte, attraverso i processi ossidativi, più o meno l’equivalente di un bicchiere e mezzo di acqua. E il resto? Bisogna reintegrarlo bevendo i “famosi” 2 litri di acqua al giorno, che i nutrizionisti non smettono mai di ricordarci, e la restante parte può essere assunta attraverso l’alimentazione. In tutti gli alimenti che portiamo in tavola, in modo particolare in frutta e verdura, si nascondono percentuali più o meno elevate di acqua. Il 20% dell’acqua assunta durante il giorno proviene da cibi solidi, con un vantaggio in più: contengono infatti vitamine, minerali e anche fibre che trattengono l´acqua stessa e ne ostacolano l’immediata eliminazione attraverso i reni.

I benefici che una corretta idratazione può portare al nostro organismo sono molteplici: rende il sistema immunitario più forte, migliora la circolazione e di conseguenza aumenta anche il nostro benessere mentale e fisico. 

La nutrizionista Monica Artoni, ci suggerisce qualche trucco per assicurarsi il pieno di liquidi dai vegetali e qualche regola per la buona idratazione:

  • Frutta: consumare frutta fresca e di stagione ed evitare di farne scorte settimanali, più tempo passa in frigo più acqua perde. Sì a macedonie, frullati e i centrifugati (senza aggiunta di zuccheri). Frutta secca e disidratata invece, non porteranno alcun beneficio al fabbisogno d’acqua.
  • Verdura: variarla il più possibile e privilegiala cruda. E se invece decidiamo di cuocerla prediligere la cottura a vapore, che consente di preservare buona parte delle vitamine termolabili contenute negli alimenti (soprattutto nella verdura) e dei sali minerali. Gli ortaggi sono molto più ricchi di acqua dei legumi, la cui percentuale scende al 60-70%.
  • Bere tanto anche in montagna: Non c’è niente di più sbagliato che pensare che solo la vacanza al mare comporti un’integrazione di liquidi. Bisogna seguire una dieta idrica anche se si è in alta montagna, oltre i 2.500 metri di quota si tende a urinare di più e la frequenza respiratoria aumenta, con conseguente incremento delle perdite di acqua da parte del corpo.
  • Non dimenticare mai di bere: La disidratazione, anche lieve, può avere un effetto immediato sull’organismo come stanchezza, ridotta capacità di concentrazione e di attenzione, irritabilità, vertigini, mal di testa.

Ecco quindi la top 5 degli alimenti più ricchi d’acqua che non devono assolutamente mancare sulle nostre tavole quest’estate:

Cetriolo – 96,7% di acqua

Il cetriolo è l’alimento con il maggior contenuto di acqua, per questo è molto rinfrescante e depurativo. Con solo 12 calorie per ogni 100g è praticamente privo di grassi, quindi ottimo per mantenersi in forma. Il cetriolo contiene inoltre una buona quantità di sali minerali, in particolare potassio e fosforo, e la vitamina C. Una sostanza che caratterizza i cetrioli è inoltre l’acido tartarico, un acido organico molto importante se si è a dieta. Ottimo per contrastare la ritenzione idrica, il cetriolo aiuta anche a depurare l’organismo e a liberarsi dalle tossine. E’ perfetto nell’ insalata, ma provatelo anche unito allo yogurt magro, alla menta e a dei cubetti di ghiaccio, il suo potere idratante aumenterà decisamente! 

Lattuga iceberg – 95,6% di acqua

La lattuga occupa il secondo posto sul podio dei cibi più idratanti. E’ tra gli alimenti che garantiscono una maggiore idratazione grazie alle sue foglie, composte principalmente d’acqua, ed ha un potere saziante. Contiene buone quantità di vitamina C e A, ma sono soprattutto i minerali a renderla salutare. La foglia di lattuga apporta infatti potassio, calcio, fosforo e ferro. Le proprietà idratanti e le vitamine la rendono un’ottima alleata della pelle, mentre il potere mineralizzante la rendono consigliabile nei periodi molto caldi o dopo aver svolto attività fisica, infatti è molto utile anche nella dieta degli sportivi. Consumare un piatto di lattuga prima dei pasti aiuta chi è a dieta o chi non vuole aumentare di peso, il suo basso contenuto calorico infatti, aiuta mantenersi in forma a e garantire il benessere fisico. 

Ravanelli – 95,3% di acqua

I ravanelli sono tra le prime verdure rosse a contenere il più alto contenuto di acqua. Oltre ad essere molto saporiti regalano anche un po’ di colore ai piatti. Con soli 11 calorie per 100 grammi, i ravanelli sono ricchi di ferro, fosforo, calcio, vitamine del gruppo B, vitamina C e acido folico. Hanno proprietà diuretiche e depurative e contengono anche moltissimi antiossidanti, come ad esempio la catechina. Inoltre, vantano numerose altre proprietà terapeutiche che vengono sfruttate soprattutto in fitoterapia. 

Pomodori – 94,5 di acqua

Il pomodoro è tra gli alimenti più ricchi di vitamina A e C. Ha pochissime calorie, appena 20 su 100 g ed è ricchissimo di acqua: in 200 grammi ci sono 188 millilitri di liquidi, circa un bicchiere. Grazie al suo elevato contenuto di acqua il pomodoro, oltre a contribuire a una buona idratazione, riduce l’apporto calorico complessivo. Contiene tanto potassio, utile per mantenere la pressione arteriosa nei limiti e importante per la funzionalità muscolare e gli scambi cellulari. Inoltre possiede pochi zuccheri e grazie alla presenza della vitamina C ha un ottimo potere antiossidante, che favorisce il buon funzionamento del sistema immunitario.

Anguria – 91,5% di acqua 

L’anguria è il frutto dell’estate per eccellenza! Fresca, zuccherina, idratante e ipocalorica!  Il primo tra i frutti per il suo contenuto di acqua, gli inglesi infatti lo chiamano watermelon, melone d’acqua, per l’appunto. Con solo 16 calorie per 100 grammi, l’anguria è ricca di sali minerali, in particolare potassio e magnesio, contiene vitamine ed ha un elevato potere saziante a basso contenuto calorico. Perfetta da consumare dopo lo sport e il movimento grazie al potere reidratante e rinfrescante. Pensate che in una fetta da 300 grammi ci sono quasi due bicchieri di liquidi.

E poi ricordiamo sempre che l’idratazione è il vero segreto di bellezza: assumere molti liquidi non solo ci fa stare bene, ma ci aiuta a dimagrire e ad avere una pelle più luminosa e tonica. Semplice, come bere un bicchier d’acqua!

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento