Green lifestyle

Vernice naturale: perché usarla per i lavoretti per le feste

Vernici naturali, Tessa Gelisio

Dedicarsi al fai da te è una delle usanze più vive in vista delle feste, in particolare in compagnia dei più piccoli: armati di forbici, colla e vernice, i bambini approfittano del periodo vacanziero per realizzare originali doni per i loro cari. Si tratti degli immancabili portapenne di cartone e legno oppure di una coloratissima cornice per le fotografie: tutto viene realizzato a mano. Eppure vi è una questione da non sottovalutare, soprattutto quando si aiutano i bambini a esprimere la loro creatività: come lavorare in piena sicurezza?

Uno dei problemi più diffusi è proprio quello delle vernici: le soluzioni industriali non sono sempre a misura di bambino, poiché possono contenere delle componenti tossiche che, soprattutto se inalate, possono determinare problematiche di salute anche gravi. Vi è però un’alternativa più sicura e anche più sostenibile per l’ambiente: quella delle vernici naturali, dette anche vernici bio. Cosa sono e quali acquistare?

Cosa sono le vernici naturali

Vernici bio, spezie

Come facile intuire, per vernici naturali si intendono tutti quei prodotti per la tinteggiatura e la verniciatura realizzati a partire da sostanze completamente biodegradabili oppure a basso impatto ambientale. Si tratta, in altre parole, di vernici che non fanno ricorso a componenti chimiche dannose sia per la salute che per l’ambiente, ricavate da pigmenti e fissanti vegetali, terre e ossidi minerali. 

In particolare, queste vernici sono prive di alcuni elementi che da tempo preoccupano gli esperti, fra cui:

  • VOC (composti organici volatili): si tratta di composti chimici le cui particelle possono separarsi dai solidi e dai liquidi a cui sono legate, poiché estremamente volatili. Spesso ricavati dal petrolio, vengono usati anche come diluenti per le vernici. Con il tempo, questi elementi – come la formaldeide – contaminano gli spazi di vita separandosi proprio dalle superfici verniciate e, oltre a inquinare l’ambiente, vengono costantemente assorbiti dall’organismo, tanto da risultare cancerogeni.
  • BFR (ritardanti bromurati di fiamma): sono delle miscele di sostanze chimiche che vengono aggiunte a materiali e vernici per ridurre il rischio d’incendio, poiché rendono gli oggetti trattati più resistenti alle fiamme. Tuttavia, negli ultimi anni è emerso come l’esposizione prolungata a queste sostanze possa influire sul normale ciclo degli ormoni.

Conosciute anche come vernici ecologiche, questi prodotti sono facilmente riconoscibili sul mercato, grazie all’etichetta Ecolabel voluta a livello europeo.

I vantaggi delle vernici naturali

Vernice Blu

È facile comprendere come le vernici naturali, proprio poiché non contengono elementi potenzialmente dannosi per la salute e per l’ambiente, siano un’alternativa più sicura per tutte le necessità di fai da te, compresi anche i lavoretti delle Feste. Ma spostandoci su un piano ancora più pratico, quali sono i reali vantaggi di questi prodotti? Le vernici naturali infatti sono:

  • Traspiranti: se applicate su pareti oppure sul legno, queste pitture mantengono la traspirabilità e la permeabilità della superficie;
  • Antimuffa: le vernici bio sono naturalmente antimuffa poiché, oltre a garantire la traspirabilità dei materiali e quindi l’assenza di proliferazioni batteriche anaerobiche, includono alcuni ingredienti naturali ad azione antisettica;
  • Profumate: a differenza di molte vernici chimiche, solitamente caratterizzate da un odore acre e irritante, quelle bio presentano note olfattive molto piacevoli, perlopiù dovute agli ingredienti naturali impiegati;
  • Antistatiche: la maggior parte delle vernici naturali non si carica di energia elettrostatica e questo limita l’accumulo della polvere. Una peculiarità molto utile soprattutto per i piccoli oggetti, come proprio i soprammobili realizzati dalle mani dei bambini.

Quali vernici usare per i lavoretti delle feste

Lavoretti dei bambini

Abbiamo visto le caratteristiche delle vernici bio, ma quali tipologie usare per divertirsi con i più piccoli in vista del Natale? Ecco qualche consiglio.

Carta e cartone

Cestino Madre Natura, vernici naturali

Per i classici lavoretti in carta e cartone si possono scegliere le tempere bio, realizzate con ingredienti quali amidi, proteine delle uova e pigmenti vegetali. Garantiscono la stessa brillantezza e durata delle soluzioni più classiche, rimanendo completamente biodegradabili.

Tra le tante alternative, davvero interessante è Il Cestino prodotto da I Colori di Madre Natura, un set di 6 flaconi da 200 grammi di tempere liquide realizzare con ingredienti completamente naturali e completate con l’olio di semi di lino, per rendere le tinte più brillanti su ogni tipologia di foglio. Il kit è in vendita a 26.80 euro.

Legno

Vernice Auro

Per decorare degli oggetti in legno, ad esempio scatoline oppure mollette, si possono usare le vernici naturali che vengono solitamente impiegate per creare oggetti d’arredo. Completamente atossiche, vengono realizzate mescolando terre naturali e minerali – il classico esempio è la polvere d’ocra o la terra di Siena – con oli vegetali e cera d’api.

Ad esempio, la vernice Auro 160 venduta da Progetto Bio è perfetta per qualsiasi idea di fai da te con il legno, in particolare per trattare piccoli mobili o elementi di riciclo. Dalla finitura velata, è priva di solventi e biocidi, è diluibile con acqua e realizzata a partire da ingredienti naturali certificati. Disponibile anche nella versione incolore, da usare come primer, è offerta a 16.78 euro.

Tessuti

Vernice Lampone Phillacolor

Non mancano nemmeno le tempere naturali per tessuti, impiegate per disegni e scritte. Non si tratta quindi dei classici coloranti per cotone, bensì di vere e proprie soluzioni decorative, da stendere con il pennello oppure nel comodo formato pennarello. Molti di questi prodotti possono presentare un odore simile all’aceto: non c’è da preoccuparsi, poiché questo ingrediente viene usato come fissativo dei pigmenti sui tessuti.

Phillacolor, realtà della Valle d’Aosta da tempo attiva sul fronte della tintura natura, offre ad esempio dei brillanti acquerelli per tessuti, con pigmenti ricavati da foglie e fiori raccolti nei boschi e acqua da fonti limpide valdostane. Un esempio? L’Acquerello Naturale Plus Lampone, in vendita a 13 euro.

Non c’è quindi niente di meglio che permettere ai più piccoli di esprimere il massimo della loro creatività per Natale. Il tutto in sicurezza e, perché no, con un occhio di riguardo all’ambiente!

Ti potrebbe anche interessare

No Comments

Leave a Reply

Secured By miniOrange
Secured By miniOrange