Green lifestyle

Le 10 regole per risparmiare carburante

Ecologia ed economia mai come in questo caso vanno d’accordo! Io ho scelto un’auto ibrida. Ma se voi non ce l’avete, con questo decalogo preparato dai miei esperti siete certi di salvare il portafoglio, d’inquinare comunque di meno l’ambiente e di viaggiare più sicuri. Per una… vacanza coi fiocchi.

1- FATE BENE I CONTI

Per capire bene quanto consuma e soprattutto “come” consuma la vostra auto, fate un po’ di conti. Facendo una serie di pieni, verificando quanti chilometri riuscite a fare con l’intero serbatoio e adottando diversi stili di guida  per sceglierne il migliore. Oggi molte auto hanno anche un indicatore “eco” che vi fa capire se la state usando in modo risparmioso.

FOTO 1

2- CONTROLLATE LE GOMME

I pneumatici non sono tutti uguali, e da un po’ di tempo si usano gomme diverse per l’estate e l’inverno. Ovviamente fanno meno attrito e diminuiscono i consumi quelli con minore resistenza al rotolamento. Dal  2012 tutti i pneumatici nuovi hanno un etichetta che indica questa “rotolabilità”: la A indica minima resistenza , e la differenza di consumo del carburante è quasi dell’8%  rispetto alla G., la classe massima. Inoltre anche una pressione sbagliata genera consumi.

ACAC SommerreifentestContidrom / HannoverAufn. Dat. 08.-09.Oktober 2010

3- OCCHIO ALL’ARIA CONDIZIONATA

Il climatizzatore consuma, eccome! Perché sfrutta la potenza del motore, e quindi  alla stessa velocità l’aria condizionata vuole più potenza. Per capirci con le cifre: stiamo parlando di 5/6 per cento in più! Finché potete farne a meno, lasciatelo spento.

FOTO 3

4- LA PRUDENZA FA RISPARMIARE

I promotori della campagna Vacanze coi Fiocchi per la sicurezza stradale estiva, alla quale ho dato la mia adesione(vedi anche www.vacanzecoifiocchi.it ) ci ricordano che “prima di accendere il motore è necessario accendere la testa” e citando un grande scrittore, Marco Rigoni Stern, ci ammoniscono in vista del grande esodo: “Non abbiate fretta, il mare non si asciuga e le montagne non si ritirano: ci aspettano da milioni di anni”.  Una guida tranquilla, serena, meno “sportiva”è oltretutto un fattore fondamentale per consumare poco. Le  accelerate  repentine fanno consumare molto. W la guida fluida non a scatti

FOTO 4

5- USATE LA MARCIA CORRETTA

Un’auto dal cambio automatico fa da sola (se ovviamente inserite la modalità drive e non quella sport!) e sa risparmiare da sola. Se avete le marce, invece, scegliete sempre quella giusta, senza “battere in testa” con un rapporto troppo basso o “tirare” con quello alto. Più il motore va su di giri e più si consuma carburante, ma è anche vero che se cambiate troppo presto, il motore soffre e consuma di più.

FOTO 5

6-SMONTATE I PORTAPACCHI

Comodi per brevi tragitti, portapacchi e portasci d’estate vanno tolti: l’attrito che incontrano nell’aria aumenta sensibilmente il consumo di carburante

FOTO 6

7-GUARDATE IL CONTAGIRI NON IL TACHIMETRO

Su lunghe tratte chilometriche, ovviamente in autostrada dove è concesso, mantenersi sempre ai 130 km/h è un vezzo che si paga caro, specie se l’auto di cui disponete ha un cilindrata medio-bassa.. tenendo presente quanto scriveva Rigoni Stern, non superate i 110 /115 km/h. Sapete che alla fine del viaggio avrete “perso” solo meno di una decina di minuti? Oltretutto le auto sono dotate di contagiri: non superare i 2000 è la chiave per non veder scendere la lancetta del carburante in modo vorticoso.

FOTO 7

8. TENETE CHIUSI I FINESTRINI

Non certo in coda, ma oltre gli 80 all’ora e in autostrada sì. Aperti, aumentano l’attrito della macchina, riducendo l’aerodinamica e aumentando il consumo di benzina.

FOTO 8

9-. IN SOSTA SPEGNETE IL MOTORE

Se la vostra auto è “moderna” potrebbe avere il sistema  “start&stop”, che spegne e riaccende il motore durante le soste in coda. Se non l’avete, diventate voi  lo start&stop della situazione e se la sosta si aggira sul minuto, spegnete.

FOTO 9

10- FATE BENZINA DOVE COSTA MENO

Più che di guida, quest’ultimo è un consiglio da…amica. Esistono le cosiddette “pompe bianche”

O i distributori “no logo” dove benzina e gasolio costano decine di centesimi in meno al litro!| L’importante è sapere se ce n’è una vicina a dove vi trovate. Ci sono “app” per telefonini e I-pad, come “6-Sicuro” e numerosi siti su cui informarsi, come www.pompebianche.it

FOTO10

E voi, avete altri consigli da suggerire? Il blog è a vostra disposizione!

8 Commenti

  • Commenta
    maurizio
    30 luglio 2014 at 10:55

    Ciao Tessa!!!
    E’ un buon decalogo, con le sue contraddizioni e per questo in linea con la vita 😉
    Sono contento che molte di queste cose le faccio in modo spontaneo 😉
    Buona giornata!

  • Commenta
    Gian Maria
    30 luglio 2014 at 11:07

    Il decalogo è perfetto, ma forse ci vorrebbe un undicesima voce: prendete il treno!

  • Commenta
    Stefano
    30 luglio 2014 at 11:18

    Ottimo decalogo!
    Per risparmiare e soprattutto inquinare di meno da qualche anno pedalo appena posso! Purtroppo avevo preso come tanti la brutta abitudine di usare l’auto in città anche per piccoli spostamenti. Ma adesso bicicletta (ecologica e folding) così inquino meno e mi tengo in forma!

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      1 agosto 2014 at 12:40

      Hai ragione, a volte bisogna fermarsi riflettere e capire le brutte abitudini che si possono cambiare!

  • Commenta
    Marco
    4 agosto 2014 at 6:27

    Comprate auto elettriche, a metano o a GPL.

  • Scrivi un commento

    Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi