Provato per voi

Sgrassatori, prodotti potenti ma pericolosi

Tutte le sostanze nocive per salute e ambiente

4.sgrassatori in commercio - FullSizeRender

Una bella comodità lo sgrassatore: dai una spruzzata e in pochi secondi macchie e incrostazioni vengono spazzate via. La forza di questi prodotti ha però un rovescio della medaglia: spesso sono a base di sostanze chimiche piuttosto aggressive, che si rivelano inquinanti per l’ambiente e pericolose per la salute, sia per contatto che per inalazione.

Tensioattivi di sintesi e di derivazione petrolifera, conservanti sotto la lente d’ingrandimento per la loro tossicità, ethanolamine (sostanze che possono liberare nitrosammine, composti cancerogeni), allergeni del profumo, inutili coloranti chimici… per non parlare dei prodotti disinfettanti. Una vera “moda” degli ultimi anni, che sta però causando un’impennata di allergie e altri disturbi: se cresciamo in case sterili, e non siamo mai a contatto con i batteri, il nostro sistema immunitario non è stimolato a produrre anticorpi!

E, sempre a proposito di mode, attenzione a tutti quei prodotti spacciati per naturali: fioccano le segnalazioni all’Antitrust per pubblicità ingannevoli di detersivi “con materie prime di origine naturale”, che però contengono anche tante altre sostanze che di naturale non hanno proprio nulla. Insomma, non fidatevi delle belle confezioni ma cercate sempre la lista degli ingredienti.

So che non è sempre facile: la legge non obbliga le aziende a scrivere tutti i componenti sulle etichette dei detersivi. Quello che però sono tenute a fare è di pubblicare online la scheda di sicurezza del prodotto, dove troverete tutte le informazioni.

Ed è quello che ho fatto io per alcuni dei più famosi sgrassatori in commercio.

 

CHANTE CLAIR – Sgrassatore universale (€ 3,36 / 750 ml)

chante clair

Un prodotto famosissimo, che col suo “profumo di Marsiglia” scritto in bella vista sulla confezione, richiama subito alla naturalità.
Se guardiamo la composizione scopriamo che non è esattamente così: tensioattivi non ionici (ovvero di sintesi e quasi sempre derivati dal petrolio), ethanolamine, polimeri sintetici, sequestranti di metalli pesanti… come scrive Fabrizio Zago nel suo forum, “non c’è una sola sostanza che non sia, in un modo o nell’altro, dannosa per gli organismi acquatici”.
Direi che è uno di quei prodotti che non deve entrare in casa di un’ecocentrica…

 

WINNIE’S – Sgrassatore (€ 1,99 / 500 ml)

winnies

Sono sempre incuriosita dai prodotti che si presentano come completamente naturali. In questo c’è scritto anche che è ipoallergenico, nichel tested (che come abbiamo visto è una dicitura molto relativa), con materie prime di origine vegetale…
Sarà, ma tra gli ingredienti troviamo c12-c18 laureth 7, tensioattivi non ionici di derivazione petrolifera, mentre sulla scheda di sicurezza sul sito compaiono anche alcol etolissati, che appartengono sempre alla categoria del tensioattivi non ionici e che la stessa scheda avverte essere tossici per gli organismi acquatici, così come il coco dimethylamine oxide, che in più è irritante per pelle e occhi.
Attenzione alle ecofurbate…

 

RIO – Melaceto (€ 1,59 / 800 ml)

rio

Restiamo in tema di “naturale” con questo detersivo all’aceto, che viene anzi presentato come detersivo ecologico, con aceto di mele di provenienza biologica.
Gli ingredienti che troviamo sulla confezione e sulla scheda di sicurezza però sono: tensioattivi non ionici come gli alcol etossilati, allergeni del profumo e benzisotiazolinone, un conservante di sintesi altamente irritante ed allergizzante e cessore di formaldeide, potenzialmente cancerogena. Un appunto: quest’azienda è già stata condannata per pubblicità ingannevole dallo IAP, perché parlava di ingredienti biologici senza nessuna certificazione.
Il lupo perde il pelo…

 

LYSOFORM – Sgrassatore disinfettante (€ 3,48 / 750 ml)

lysoform

Volevo inserire in questa rassegna anche uno dei famosi detersivi disinfettanti: avete presente la pubblicità, “uccide il 99,9% dei batteri”?
Vediamo come: il suo tensioattivo, lauramine oxide è altamente tossico per gli organismi acquatici; il suo principio attivo invece, il cloruro di benzalconio, è usato spesso nei disinfettanti: uccide sì i batteri in casa, ma anche tutti quelli nei fiumi e nei mari!
Attenzione quindi a questi prodotti che eliminano i batteri: spesso fanno più male che bene.

 

CILLIT BANG – Sgrassatore (€ 3,58 / 750 ml)

cillit bang

Devo dire la verità: questo prodotto, con tutte le sue mille precauzioni di sicurezza riportate sulla confezione, mi mette ansia!
La composizione non è molto diversa dagli altri prodotti: compare anche qui lauramine oxide, poi troviamo ethanolamine, seguiti da profumo e coloranti.
Insomma, anche qui solo sostanze poco amiche di ambiente e salute.

 

CIF – Sgrassatore con bicarbonato (€ 2,29 / 750 ml)

cif

E ritorniamo al “richiamo della natura”.
Che poi natura per modo di dire: ethanolamine, tensioattivi non ionici e anionici di origine petrolifera come lo SLES, PPG, filmanti di sintesi, benzisothiazolinone, siliconi e allergeni del profumo anche di sintesi.
L’elenco ingredienti più lungo e forse peggiore: aiuto!

 

A leggere viene voglia di lasciare questi prodotti sugli scaffali, ma se state pensando di dover convivere con unto e sporco ostinato, non preoccupatevi: le alternative ci sono. Ci si può affidare ai “vecchi” rimedi naturali, che danno sempre ottimi risultati con poca spesa, oppure si può optare per gli sgrassatori che rispettano salute e ambiente.
Fatemi sapere quale soluzione preferite e vi preparerò presto uno dei miei test!

 

N.B.: Le mie considerazioni sugli ingredienti le ho fatte alla luce di studi scientifici, opinioni di esperti di cui mi fido, fonti come il Biodizionario o i regolamenti delle certificazioni eco-biologiche.

8 Commenti

  • Commenta
    Giulia
    23 febbraio 2017 at 22:31

    Ciao, Mi interesserebbe molto sapere dei rimedi naturali.
    Grazie Tessa, leggo sempre molto volentieri i tuoi post.
    Un abbraccio
    Giulia R

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      26 febbraio 2017 at 17:09

      si a breve arriva post!

      baci

  • Commenta
    Valeria
    24 febbraio 2017 at 12:31

    Ciao, vorrei avere indicazioni sugli spruzzatori certificati ecobio presenti in commercio.
    Valeria

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      26 febbraio 2017 at 17:08

      si, sto preparando lista!

  • Commenta
    Alketa
    24 febbraio 2017 at 13:23

    Ciao Tesa sono Alketa volevo sapere i detersivi piu naturali per uso di lavastoviglie

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      26 febbraio 2017 at 17:08

      ciao! sto lavorando ad un post proprio x quelle. cmq vai nei negozi bio nel frattempo. quelli generalmente sono ok baci

  • Commenta
    Inga
    3 marzo 2017 at 14:11

    Ciao Tessa , aspetto con ansia la lista dei prodotti alternativi da poter utilizzare visto che io sono una maniaca dello sporco e adoro il profumo di pulito in casa, panni ecc. grazie

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      3 marzo 2017 at 18:53

      : ) prox settimana!
      baci

    Scrivi un commento

    Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi