Provato per voi

Uno spray alla rosa per sentirsi sempre fresche.

Per non chiudere i pori, schivare reazioni allergiche un profumo naturale, senza ingredienti segreti.

16-9

Ci lamentiamo del freddo dell’inverno ma adesso che arriva il primo caldo sentiamo un ineluttabile bisogno di freschezza. Una rapida doccia prima di uscire e qualcosa sulla pelle e sotto le ascelle per sentirci più leggeri e freschi,almeno per un paio di ore prima di tornare a desiderare la doccia nel caldo umido della città, che puzza di ozono, smog e gomma bruciata.

Se mentre leggete vi passasse per la testa “eccola che riattacca con gli ingredienti dannosi nei prodotti per la pelle”, perfetto: vuol dire che sto riuscendo a farmi ascoltare. Oggi sul palco degli imputati sale un tipico ingrediente dei deodoranti, spray e non: il cloridrato di alluminio.

Lo troviamo quasi ovunque nei deodoranti. Il suo scopo? Letteralmente tappare le ghiandole sudoripare. A primo acchito può sembrare una buona idea: niente sudore, eliminato il problema alla base. Ma siamo sinceri, se le ghiandole ci sono è per un motivo e quando le si tappa possono dare origine a irritazioni veramente fastidiose. C’è poi un rischio ipotetico (non ha trovato conferme inequivocabili): l’alluminio può danneggiare la doppia elica del DNA e sottoforma di cloridrato ha dimostrato una pericolosa predilezione per le cellule delle ghiandole mammarie. Ecco perché alcuni studi hanno teorizzato un collegamento con il cancro al seno.

In attesa di sicure conferme o sicure smentite, nel dubbio, scelgo sempre prodotti a basso impatto su quel delicato sistema ecologico che è il nostro corpo. Questa settimana vi propongo un’alternativa fai da te, efficace e sicuramente innocua che mi è stata sussurrata via mail da Paola Ceriani (fonte inesauribile di buoni consigli nel campo della cosmesi fai da te). In poche righe ecco come creare un deodorante spray del tutto naturale.

 

BodyPart

Per realizzare un’essenza floreale da borsetta vi occorrono:

1 spray piccolo di riciclo in grado di contenere almeno 100 ml di liquido (che sia ben lavato!).

acqua

alcool alimentare (l’etanolo trasparente)

e un olio essenziale a scelta; (personalmente adoro l’olio essenziale alla rosa).

Ecco come fare:

Riempite il contenitore spray con 70 ml di acqua e per 30 ml di alcool alimentare.

Agitate bene la soluzione per miscelare l’acqua e l’alcool.

Aggiungete 50 gocce di olio essenziale alla rosa e agitate nuovamente e…

BodyPart (1)

…l’essenza floreale da borsetta è pronta!

Agitate sempre il flacone prima di ogni utilizzo, perché l’olio tende a separarsi dall’acqua (nonostante l’alcol) e tornare a galleggiare sulla superficie.

Oltre ad essere un’acqua di profumo molto delicata, l’essenza è assolutamente rinfrescante. L’unica cautela da tenere (ma questo vale per qualunque profumo) non utilizzatela direttamente sulle ascelle appena depilate: l’alcool, anche se pochissimo, potrebbe  leggermente irritare.

 

5 Commenti

  • Commenta
    fausto
    15 maggio 2015 at 15:44

    Grazie ancora dolce e splendida Tessa per i tuoi preziosi consigli. Spero che il prossimo inverno inizi la nuova edizione di Pianeta Mare. Salute e felicità.

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      18 maggio 2015 at 16:22

      grazie mille!!! sei un tesoro… speriamo riparta presto pm. mi manca il mare!!!

      • Commenta
        fausto
        25 maggio 2015 at 15:32

        grazie tanto Tessa. Ho trovato questa mail essendo scritto all’ AIRC. cosa ne pensi? ci terrei molto ad avere una tua opinione. Le donne che non depilano le ascelle hanno meno probabilità di contrarre un cancro al seno.

        Usare il deodorante può provocare il cancro del seno? Lo affermano articoli che circolano attraverso catene di email e siti internet.
        In alcuni di questi articoli si afferma che il deodorante impedirebbe all’organismo di eliminare col sudore determinate tossine, favorendo così la comparsa di mutazioni e quindi il cancro. Si sostiene anche che l’alluminio e i parabeni avrebbero un effetto cancerogeno e che i tumori si svilupperebbero più frequentemente nel quadrante superiore esterno della mammella per contiguità con i linfonodi “intasati” dal deodorante. Inoltre l’abitudine di depilare le ascelle, sempre secondo tali articoli, potenzierebbe gli effetti cancerogeni del deodorante, favorendo l’ingresso di sostanze tossiche attraverso la pelle; infine, gli uomini svilupperebbero più raramente il cancro della mammella perché usano meno deodorante e non si depilano.

        • Commenta
          Tessa Gelisio
          17 giugno 2015 at 21:00

          si ci sono tanti studi che avvallano questa tesi. non ho gli elementi per confermare ma non mi stupisce. baci

  • Commenta
    Un po’ di fantasia per un regalo fai da te | Ecocentrica - di Tessa Gelisio
    20 gennaio 2016 at 12:02

    […] 1. essenza floreale  (circa 0,70 euro) […]

  • Scrivi un commento

    Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi