Allergie alimentari: ecco come mangiare con gusto
A tavola In evidenza

Allergie alimentari: ecco come mangiare con gusto

Mangiare con gusto nonostante le allergie alimentari con le ricette di Frallergisch

Convivere con un’allergia alimentare può essere limitante, soprattutto se queste si manifestano in età adulta. Molto spesso significa rinunciare ad alimenti che abbiamo sempre mangiato oppure rivoluzionare drasticamente le proprie abitudini. Un soggetto allergico sa bene che mangiare “fuori” non è sempre così semplice e anche cucinare a casa a volte diventa difficile, soprattutto se si deve rinunciare a tanti alimenti. Una problematica che conosce molto bene Francesca Esber, 32enne appassionata di cucina residente in Svizzera, che ha unito la passione per la cucina alle sue infinite allergie, facendo di necessità virtù: Dopo anni di lavoro nella ristorazione tra cui un impiego presso il Carlton, un cinque stelle deluxe a Cannes e altri in alcuni ristoranti svizzeri, ho dovuto cambiare vita a causa di un incidente e ho deciso di reinventarmi sia nel lavoro che nella cucina. In quel periodo, era il 2017, ogni volta che mangiavo mi sentivo male, fino a perdere i sensi, e dopo i primi accertamenti è arrivato l’amaro verdetto: si trattava di allergie alimentari! La situazione a primo impatto mi ha spiazzata, considerando che non ero mai stata un soggetto allergico, tanto da non sapere più cosa mangiare o come cucinare. Pian piano ho iniziato a dedicare più tempo sia alla cucina che alla ricerca dei cibi, cercando di rendere buone e gourmet le poche pietanze che potevo mangiare e vivere al meglio senza troppi compromessi.

Nel 2019 infatti, Francesca apre un profilo instagram (@frallergisch) dove inizia a pubblicare foto di piatti e ricette per allergici, per aiutare tutte quelle persone che pensano che tra cucina e allergia sia una battaglia persa. I followers apprezzano l’idea e iniziano ad arrivare le prime richieste di consigli sulla preparazione dei cibi, i prodotti per la loro realizzazione, così decide di aprire Frallergisch un sito di ricette dedicato proprio alle allergie e alle intolleranze alimentari, dove oltre a tante dritte culinarie è possibile trovare anche consigli utili su come fare un orto biologico, dove trovare i prodotti “free from” più adatti alle proprie esigenze fino all’Allergisch Advisor, una selezione di ristoranti ticinesi ed italiani dove gli allergici possono mangiare tranquillamente.  

Le allergie alimentari più diffuse sono quelle al latte, alle uova, al grano, ai crostacei, molluschi, pesce, frutta secca, frutta fresca, sedano e sesamo. Senza dimenticare le intolleranze al glutine, al lattosio e al nichel.

Ecco quindi alcune delle ricette ideate da Francesca, che oltre ad essere sicuramente buone sono davvero molto belle da vedere. Per queste ricette in particolare, ha creato dei piatti che esteticamente ricordano alcuni classici della cucina utilizzando esclusivamente prodotti “free from” allergeni.

Pane profumato al sale grigio integrale (fermentato con bicarbonato)

Sei intollerante al glutine? Ecco la ricetta che fa per te!

Adatto a:

-allergia/intolleranza al glutine

-allergia/intolleranza al lattosio

-allergia/intolleranza al lievito

Ingredienti:

1 kg di mix di farine senza glutine

se preferite potete scegliere di mixarle voi:

100 g di farina di teff + 400 g di farina grano saraceno + 350 g farina di riso + 150 g farina di carruba

5 dcl d’acqua

3 cucchiai d’olio evo

4 cucchiai di sale grigio speciale ticinese

2 cucchiai di bicarbonato

Mettete in una ciotola il mix di farine, unite il sale e iniziate a mescolare.

Mentre mescolate aggiungete l’olio poco alla volte, il bicarbonato e infine l’acqua.

Impastate energicamente per una decina di minuti fino ad ottenere una palla uniforme.

A questo punto lasciate riposare l’impasto per almeno 5 ore coperto da un canovaccio.

Dopo la prima lievitazione, lavorate nuovamente l’impasto per un quarto d’ora e poi lasciatelo riposare ancora per un’oretta.

Cuocete in forno preriscaldato, a 180° per 45 minuti, et voilà pronto e profumatissimo.

(Finto) risotto allo zafferano e funghi

Il risotto ai funghi è un classico della cucina italiana, che però non tutti possono mangiare. Ecco quindi una piccola illusione ottica, per gratificare almeno gli occhi. Piatto adatto anche per una dieta vegana

Adatto a:

-allergia/intolleranza funghi

-allergia/intolleranza nichel

-allergia/intolleranza glutine

-allergia/intolleranza lattosio

Ingredienti:

400 g di riso Carnaroli

Q.b. olio evo

1 scalogno

1 bustina di zafferano

Q.b. brodo vegetale o acqua

2 cucchiaini di erbe ticinesi

3 patate viola bio

Iniziate soffriggendo lo scalogno e nel frattempo pulite le vostre patate viola.

Una volta pulite le patate tagliatele a fettine e saltatele con un mix di erbette ticinesi, poi copritele con dell’acqua e lasciatele cuocere durante tutto il tempo della preparazione del risotto.

Quando lo scalogno inizia a dorarsi versate il riso, quando il chicco di riso sarà tostato e avrà cambiato colore aggiungete (qui va a vostro gusto) il brodo vegetale e piano piano un po’ d’acqua di cottura delle patate, lasciate cuocere per 20 minuti mescolando spesso e aggiungendo di tanto in tanto l’acqua o il brodo vegetale.

A fine cottura aggiungete lo zafferano sciolto in acqua calda e mescolate sino ad ottenere un bel colore giallo, aggiungete le patate e mescolate bene bene.

Le patate viole in decorazione non sembrano proprio dei funghi?

Ravioli orientali

Questo piatto della cucina cino/giapponese solitamente viene servito con un ripieno di crostacei, ecco una deliziosa alternativa!

Adatti a:

-allergia/intolleranza crostacei

-allergia/intolleranza pesce

-allergia/intolleranza soia

-allergia/intolleranza glutine

-allergia/intolleranza lattosio

-allergia/intolleranza nichel

Ingredienti:

350 g di farina senza glutine

200 g d’acqua

Q.b. sale

Q.b di olio evo

140 g di pollo

60 g di zucca

Q.b peperoncino

Q.b cannella

Q.b. lemon grass

1 limone

Per prima cosa prepariamo l’impasto per i ravioli:

In una ciotola mettere la farina, un pizzico di sale e man mano aggiungete l’acqua. Impastate per circa 35 minuti (quando si usa la farina senza glutine è meglio lavorare l’impasto per più tempo rispetto al solito).

A questo punto ponete il vostro panetto su un’asse di legno (mettete della farina per non farlo attaccare) copritelo con un canovaccio e lasciate riposare circa 1 oretta e mezza.

Nel frattempo prepariamo il ripieno:

Tagliamo il pollo a cubetti e facciamolo saltare in padella con olio evo, limone e lemon grass in polvere.

In un’altra padella facciamo saltare la zucca tagliata a cubetti, con della cannella e del peperoncino.

Uniamo il pollo alla zucca e lasciamo raffreddare.

Trascorso il tempo necessario prendiamo il nostro impasto, lavoriamolo ancora per 15 minuti e lasciamolo riposare altri 45 minuti.

A questo punto possiamo stenderlo con l’aiuto di un mattarello, cerchiamo di far in modo che quando andremo a tagliare le nostre forme l’impasto risulti fine ai bordi ma più compatto al centro.

Con l’aiuto di un taglia pasta circolare creiamo i nostri cerchi di pasta.

Poniamo al centro del cerchio il ripieno e chiudiamo a mezza luna il nostro raviolo. A questo punto potete decidere di dare la forma che preferite (se bagnate la punta delle dita potete fare delle ondine sulla chiusura)

Cuocete a vapore per circa 12 minuti, decorate et voilà.

(Potete cuocerli anche all’interno di una pentola a pressione per circa 6 minuti)

(Finti) Nuggets di pollo

Come per tutti i cibi panati, anche i classici nuggets, prevedono l’utilizzo delle uova o di una pastella fatta di acqua e farina per la panatura, ecco come sostituirle! Piatto ideali anche per i vegani.

Adatto a:

-allergia/intolleranza uova

-allergia/intolleranza mais

-allergia/intolleranza glutine

-allergia/intolleranza lattosio

Ingredienti:

300 g di ceci (potete utilizzare anche quelli già lessati)

2 patate

Q.b cucchiai di olio evo (per la panatura)

Q.b di farina di ceci (per la panatura)

Spezie di vostro gusto

Pelate e lessate le patate. Una volta pronte ponetele nel mixer insieme ai ceci e qualche spezia di vostro gusto, se vi piace potete aggiungere anche un pizzico di peperoncino per un gusto più deciso.

Una volta ottenuto un impasto maneggevole, con le mani bagnate create delle palline (o la forma che vi piace di più) passatele nell’olio evo e dopo nella farina di ceci.

Una volta pronti poneteli nella friggitrice ad aria (per evitare i grassi saturi) per 12 minuti a 200 gradi.

In alternativa potete metterli in forno preriscaldato a 200 gradi per circa 18 minuti oppure eseguire la classica frittura in padella.

Decorate il piatto et voilà! Gustosi, leggeri e senza allergeni

La (non) Cheesecake

Sei intollerante al lattosio ma non vuoi rinunciare alla cheesecake? Ecco una ricetta alternativa senza formaggio e senza confettura di frutta!

Cheesecake

Adatta a:

-allergia/intolleranza al lattosio

-allergia/intolleranza glutine

-allergia/intolleranza frutta

Ingredienti:

100 ml di latte di soia al naturale

180 ml di olio di semi di mais

120 g di zucchero a velo

250 g di cereali senza glutine

150 g di burro vegano chiarificato

4 carote – 2 gialle e 2 arancioni

1 cucchiaio di agar agar (gelificante naturale)

Per prima cosa schiacciate i vostri cerali senza glutine sul fondo della vostra tortiera, una volta disposti uniformemente per ottenere una bella base e versateci sopra del burro vegano (oppure del burro chiarificato che è naturalmente senza lattosio). Poniamo la base in frigo per almeno 2 ore.

Per la farcitura con panna fresca vegetale: versate in una ciotola il latte di soia e l’olio di semi di mais e frullate col mixer ad immersione fino ad ottenere la giusta consistenza e poi ponete in frigo per 50 minuti.

Una volta che la panna si è raffreddata, aggiungete lo zucchero a velo e con una frusta montatela sino ad ottenere una consistenza soffice.

Ora versate la vostra nuvola di panna sulla base croccante di cereali e lasciate in frigo per almeno 4 ore.

Adesso frullate le carote gialle e arancioni con dell’olio e fatele cuocere con un po’ d’acqua.

Aggiungete infine l’agar agar.

Versate la gelatina di carote sulla nuvola di panna e mettete in frigo per altre 3 ore.

Decorate con dei fili di carota.

Se vi hanno incuriosito date un occhio a tutte le altre ricette su Frallergisch.ch!

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento