I migliori collutori naturali e biologici: la lista | Ecocentrica
Provato per voi

Collutorio naturale: i consigli per gli acquisti

A cosa serve il collutorio, gli ingredienti da evitare e i prodotti eco-sicuri

Le pubblicità sono martellanti: senza uno sciacquo di collutorio alla fine, non c’è igiene orale che tenga. Avete presente quegli slogan secondo cui il prodotto rimuove molta più placca di spazzolino e dentifricio, oppure elimina la quasi totalità dei batteri?

Bene, iniziamo subito sfatando questo mito: il collutorio non si sostituisce mai allo spazzolino o al filo interdentale. Nonostante, secondo le statistiche, sia un prodotto molto amato dagli italiani, non è proprio indispensabile; può essere d’aiuto in alcuni casi (ad esempio se si soffre di gengive infiammate), ma sarebbe sempre meglio chiedere il parere del dentista.

Questo perché in commercio ne esistono davvero di tanti tipi, e oltre alle pubblicità bisognerebbe dedicare un po’ di attenzione anche alle etichette. I collutori contenenti fluoro o clorexedina andrebbero assunti dietro prescrizione medica; del fluoro abbiamo parlato abbondantemente nel post che trovate seguendo il link, mentre la clorexedina è un ingrediente “nuovo”. Si tratta di un potente antibatterico, tanto che viene utilizzato anche negli ospedali: un collutorio a base di clorexedina può venire raccomandato dai dentisti ad esempio dopo un intervento, ma visto che non è una sostanza esente da effetti collaterali, bisogna sempre affidarsi allo specialista che valuti il rapporto rischi-benefici, ed evitare assolutamente il fai da te.

I collutori antibatterici e anti-placca possono contenere altre sostanze da evitare, come il triclosan, già vietato dalla Food and Drug Administration americana perché oltre a favorire il fenomeno di antibiotico resistenza, si è rivelato anche un interferente endocrino (una sostanza che altera il sistema ormonale).
E la lista di ingredienti dal cui guardarsi non è finita: parabeni, conservanti cessori di formaldeide come imidazolidinyl urea, coloranti di sintesi, allergeni del profumo.

Insomma, se proprio non potete fare a meno del collutorio, almeno puntate su un prodotto naturale. Dal momento che avevate apprezzato la lista dei dentifrici eco bio, tutti senza fluoro, ho deciso di suggerirvi anche qualche collutorio, per completare l’igiene orale in tutta sicurezza; non li ho testati tutti, però in quanto a ingredienti potete stare tranquilli!

BIOEARTH – Collutorio DENT32 (€ 9,49 / 100 ml)

Bioearth è un marchio di cosmesi naturale e bio italiano, che ho trovato su Ecco Verde. Nella loro linea dedicata all’igiene orale è presente anche un collutorio, ad azione lenitiva e rinfrescante: a base di mentolo, succo d’aloe vera e oli essenziali naturalmente antibatterici come limone e timo, ha un INCI brevissimo e completamente naturale. Il marchio è certificato bio da ICEA.

 

BJOBJ – Collutorio Aloe e Eucalipto (€ 7,10 / 500 ml)

Non conosco questo prodotto in particolare, ma il marchio sì e potete andare sul sicuro. Anche questo collutorio è rinfrescante e igienizzante, grazie al succo d’aloe e oli essenziali come quello di limone e di eucalipto (le materie prime provengono da agricoltura biologica); INCI ancora più breve, niente da segnalare se non la presenza di alcool che, seppur biologico, non lo rende un prodotto adatto ai bambini.
Questo marchio si può reperire anche nella GDO, ad esempio nei supermercati Despar o Natura Sì.

 

DR. HAUSCHKA – Collutorio alla salvia (€ 11,90 / 300 ml)

E sempre da Natura Sì (ma anche in molte farmacie) potete trovare i prodotti di Dr. Hauschka. Il collutorio è una delle ultime novità, quindi non l’ho ancora provato, ma come INCI nulla da dire: è un mix di estratti vegetali ad azione lenitiva e antibatterica, come salvia, altea, calendula, propoli, olio essenziale di limone; si può utilizzare sia per rifrescare che in caso di infiammazioni alle gengive. L’unico accorgimento, come segnalato anche sul sito, è che il prodotto contiene circa il 9% di alcol, per cui è sconsigliato per i bambini.
Le materie prime provengono da agricoltura biologica e il marchio è certificato bio da NaTrue.

 

FITOCOSE – Collutorio al Propolis e Ratania (€ 7,10 / 150 ml)

Anche Fitocose è un marchio che ho avuto spesso modo di apprezzare e, anche se non conosco i loro collutori, sulla carta sembrano ottimi. Sono disponibili in 3 versioni: quella della foto, a base di propoli, ratania e oli essenziali di eucalipto e menta, è indicato per gengive infiammate (la ratania è una pianta che oltre a proteggere i denti ha azione astringente sulle gengive); quello all’aloe, arricchito da oli essenziali di menta, è utile per rinfrescare l’alito; quello all’hamamelis, con oli essenziali di menta, eucalipto e tea tree, è un naturale antibatterico.
In ogni caso, INCI verdissimi a base di ingredienti vegetali.

 

OFFICINA NATURAE – Collutorio ecobiologico Menta bianca (€ 5,00 / 250 ml)

Mi sono piaciuti molti i collutori di questo marchio di cosmesi eco-bio Made in Italy: ne esistono 2 versioni, una alla menta e una al limone, anche se è la differenza sta solo nel gusto perché entrambi sono a base di ingredienti vegetali e ad azione antiplacca ed astringente sulle gengive. L’INCI è davvero brevissimo, inoltre sono dolcificati con stevia, che li rende più gradevoli ma non causa carie ai denti come ad esempio la saccarina (contenuta in molti collutori e dentifrici). L’unico “neo”, anche questi prodotti contengono alcol, che è biologico, ma non è adatto ai bambini.
Prodotto compatibile con le cure omeopatiche, certificato ICEA, ha anche un ottimo di sapore. Molto buono!

 

WELEDA – Collutorio alla Ratania (€ 7,05 / 50 ml)

Infine, c’è il collutorio di questo marchio tedesco, che potete trovare ad esempio da Natura Sì oppure, come ho fatto io, online su Mondevert.
È alla ratania, come detto prima un ottimo ingrediente per dente e gengive, infatti è un prodotto specifico per gengive infiammate o che sanguinano, sia per curare, che per prevenire il problema: insieme all’estratto di mirra e oli essenziali di salvia, eucalipto e menta, oltre all’azione astringente è anche purificante e rinfrescante. Anche in questo caso l’INCI è molto breve e fatto da sostanze naturali; è però presente anche alcol, quindi vale quanto già detto riguardo all’uso da parte dei bambini. Marchio certificato bio da NaTrue.

 

L’igiene orale in versione eco-bio è quasi una novità, quindi la scelta non è ancora vastissima come per altri tipi di prodotti, però come vedete qualche alternativa eco-sicura si trova sempre: basta cercare!

 

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

 

Foto copertina: www.vivereinbenessere.com

 

Anche tu hai la sostenibilità nel cuore? Allora attiva l’energia pulita di LifeGate Energy per la luce della tua casa. È la migliore azione per chi ha a cuore la salute del pianeta. Scegli adesso per la tua casa energia 100% rinnovabile, 100% made in Italy. Risparmia attivandola facilmente online, cliccando qui sopra.

Nessun commento

Scrivi un commento