Come pulire i vetri con soli ingredienti naturali | Ecocentrica
Provato per voi

Detersivi ecologici per vetri, per pulire senza inquinarsi

Soluzioni a basso impatto ambientale, dai prodotti confezionati alle ricette fai da te

Adesso che sta arrivando la bella stagione, bisogna dedicarsi ancora di più alla casa: non solo per le famose “pulizie di primavera”, ma perché alcuni angoli ora necessitano di attenzioni particolari. Ad esempio i vetri di finestre e portefinestre, che si sporcano facilmente tra polvere, piogge e ditate; se in inverno, con le giornate brevi e le tapparelle spesso abbassate, tutto questo si nota molto meno, quando i vetri sono colpiti dalla luce del sole ci rendiamo conto di quanto siano effettivamente sporchi!

Non è un caso infatti che tra le varie raccomandazioni delle nonne e delle casalinghe “DOC” ci sia quella di non pulire i vetri nel momento in cui sono esposti alla luce diretta: questo perché acqua e detersivi che si utilizzano per lavarli si asciugherebbero troppo in fretta, lasciando gli antipatici aloni e vanificando anche il lavoro più accurato. Ma questo non è l’unico consiglio che vorrei darvi: fate attenzione anche al prodotto che utilizzate per la pulizia.

Quando abbiamo parlato dei principali ingredienti da evitare in cosmetici e detergenti per la casa, Fabrizio Zago (il famoso chimico industriale autore di EcoBioDizionario) mi ha messa in guardia da un problema ancora poco sentito, ovvero tutto ciò che assorbiamo per via inalatoria. Le sostanze da cui in particolare bisogna guardarsi sono i COV, ovvero Composti Organici Volatili, un insieme di composti chimici che, come ammette ance il Ministero della Salute, sono considerati un rischio cancerogeno per i soggetti che trascorrono molto tempo in ambienti chiusi (infatti tra i COV c’è anche la formaldeide, classificata come cancerogeno certo da Iarc). Zago mi ha spiegato che per stabilire se una sostanza sia o meno un COV, ci si basa su determinate caratteristiche, tra cui la sua capacità di evaporazione; non tutti i detersivi ne contengono, quindi. Ahimè, però, quelli per i vetri sono quelli più a rischio, con percentuali di COV che arrivano anche al 10-15% sul totale di un prodotto che viene nebulizzato nell’aria e spesso a porte e finestre chiuse.

Posto che è buona norma cambiare spesso l’aria di casa (i detersivi non sono che una sola delle tante fonti di inquinamento indoor!), per non aggiungere sostanze tossiche, il mio suggerimento è sempre quello di convertirsi alla detergenza ecologica. In questo post vi avevo consigliato alcuni detersivi eco per vetri, ma ho deciso di fare un aggiornamento perché nel frattempo ho scoperto qualche novità interessante, soprattutto nella GDO: trovare alternative ecologiche ed economiche ai classici detersivi è sempre più semplice.
Ecco qualche esempio.

BIOPHURA – Trigger multiuso (€ 2,39 / 750 ml)

Il primo prodotto nuovo che vi propongo è quello di questo marchio, di cui vi ho accennato anche nel post sui detersivi ecologici al supermercato: potete infatti reperirlo in diversi punti vendita della GDO, come Acqua&Sapone, Tigotà, Carrefour, Auchan, Despar, Simply.
Uno spray multiuso, adatto a tutte le superfici lavabili come vetri e specchi ma anche acciaio, marmo e piastrelle, è a base unicamente di alcol biologico e tensioattivi di origine vegetale; come tutti i prodotti della linea ha una caratteristica che li contraddistingue: è privo delle principali sostanze allergizzanti, comprese quelle naturali. Certificato bio da CCPB.
Ha un buon profumo ed è efficacissimo in tutte le sue applicazioni; ottimo sui vetri, dove non necessita nemmeno di risciacquo.

 

GREEN NATURAL – Vetri & Specchi (€ 3,29 / 500 ml)

Di questo marchio Made in Italy vi ho parlato spesso: i loro prodotti sono completamente naturali e biodegradabili, a base di estratti vegetali da agricoltura biologica. Così come il detergente vetri e specchi (adatto anche alle superfici plastiche), che è formulato da tensioattivi vegetali e profumato solamente con olio essenziale di limone, che gli regala un’azione igienizzante; come tutti i prodotti, è certificato ICEA per la detergenza ecologica. Potete trovarlo in alcuni negozi bio (per scoprire il punto vendita a voi più vicino scrivete a [email protected]) oppure online, ad esempio sul portale Yumibio.
Ha un buonissimo profumo di agrumi; ottimo per la pulizia di vetri, specchi, ma anche lampadari: non lascia aloni.

 

PAM PANORAMA Bio | Eco – Detersivo multiuso per vetri (€ / 750 ml)

Infine, ecco un altro prodotto economico e reperibile nella grande distribuzione: fa parte infatti della linea per la detergenza ecologica a marchio Pam & Panorama, disponibile in tutti i loro supermercati.
I prodotti della linea sono a base di ingredienti di origine vegetale, ottenuti da fonti rinnovabili e completamente biodegradabili, mentre il packaging è in plastica riciclabile; il detersivo multiuso non fa eccezione, profumato con olio essenziale di menta. L’ho utilizzato su vetri, specchi e per pulire il lampadario, e in ogni caso l’efficacia si è rivelata davvero ottima.

 

TERRE DI NARNIA – Vetri Multiuso (€ 4,62 / 1000 ml)

Si tratta di una delle linee di Bioteko, la stessa azienda dei prodotti cosmetici Officina Umbra (vi avevo parlato ad esempio del loro Burro montato idratante per il corpo nel post su come proteggere la pelle dal freddo); anche per la linea di detergente per la casa, utilizzano unicamente ingredienti naturali e da agricoltura biologica.
Il detergente per vetri è completamente biodegradabile, viene utilizzato alcol bio come tensioattivo ed estratti vegetali di alloro, sambuco e timo, dalla naturale azione antisettica. Non sono presenti ingredienti animali, inoltre il marchio è certificato AIAB.
Buonissimo e fresco il profumo, perfetto come detergente per vetri: rimuove tutti gli aloni!

 

Esistono anche altre alternative ai classici detersivi: una soluzione sempre valida è l’autoproduzione. Con pochissimi ingredienti, spesso sempre presenti nelle case, si possono creare diverse miscele altrettanto efficaci, ma ecologiche, sicure per la salute ed anche economiche.
Vi avevo già consigliato alcune miscele per la pulizia dei vetri, ma nel frattempo ne ho testate altre, tra esperimenti personali e idee trovate in rete.
Ecco alcune nuove ricette per detersivi fai da te che vi consiglio di provare: naturalmente sono quelli che hanno dato i risultati migliori!

1) Crema detergente (da Tuttogreen)

Foto: www.nonsprecare.it

Con questa crema si possono pulire tutte le superfici lucide, come i cristalli della doccia, ma anche i sanitari e le pentole che hanno residui di cibo bruciato grazie alla sua azione leggermente abrasiva. L’olio essenziale di timo o bergamotto ha proprietà antibatteriche.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio
  • q. b. di acqua
  • 2 gocce di detersivo per i piatti biologico (se cliccate sul link, trovate quelli che ho testato per voi)
  • poche gocce di olio essenziale di timo o di olio essenziale di bergamotto

Procedimento

Mischiate in una ciotola di plastica tutti gli ingredienti fino a formare una crema dalla consistenza simile allo yogurt, per questo regolate ad occhio la quantità d’acqua.

Test:

Pulisce molto bene, ma bisogna sciacquare più volte. Il classico rimedio acqua e aceto è più veloce, questo lo consiglio per vetri molto sporchi.

 

2) Detergente pulivetri ecologico (da Think Donna)

Foto: www.donnafemminile.it

Prima di tutto passate i vetri (soprattutto quelli della parte esterna) con l’aspirapolvere per eliminare ragnatele, piccole foglie o altro sporco; se possibile usate una pompa dell’acqua (solo se non abitate in condominio!), ed eliminate quanto più sporco potete.
Poi riempite un secchio con acqua calda e aggiungete un bicchiere di questo detersivo fai da te.

Ingredienti

  • 1/2 litro di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sapone liquido di Marsiglia
  • 2 cucchiai d’aceto

Procedimento

Pulite bene il vetro, il telaio della finestra, le cerniere e i davanzali, quindi sciacquate con acqua pulita, ripetendo più volte, finché sarà ripulita per bene.

Test:

Dal profumo gradevole (il sapone di Marsiglia copre l’odore dell’aceto), in quanto ad efficacia è ottima.

 

3) Soluzione di acido citrico per vetri e specchi

Foto: www.greenme.it

L’acido citrico ha diverse caratteristiche e si può utilizzare in molti modi: è antibatterico, igienizzante, ammorbidente, anticalcare e brillantante.
Questa è la ricetta per una soluzione a base di acido citrico da utilizzare su vetri e specchi.

Ingredienti

  • 1 litro di acqua
  • 1 cucchiaino di detersivo per piatti
  • 1 cucchiaino di acido citrico

Procedimento

Preparate la soluzione. Pulite vetri e specchi utilizzando una spugna, passate il tergivetro e rifinite con una panno in microfibra.

Test:

La profumazione dipende ovviamente dal detergente per piatti, visto che l’acido citrico è inodore; questo ingrediente comunque si è rivelato ancora una volta molto utile e versatile, il risultato con questa soluzione è perfetto.

 

Tra detersivi ecologici facilmente reperibili e ricette da preparare in casa in men che non si dica, potrete dire addio a sporco e aloni… ma senza intossicarvi!

 

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

 

Anche tu hai la sostenibilità nel cuore? Allora attiva l’energia pulita di LifeGate Energy per la luce della tua casa. È la migliore azione per chi ha a cuore la salute del pianeta. Scegli adesso per la tua casa energia 100% rinnovabile, 100% made in Italy. Risparmia attivandola facilmente online, cliccando qui sopra.