Detersivi per piatti e stoviglie davvero ecologici | Ecocentrica
Provato per voi

Detersivi per piatti e lavastoviglie? Meglio eco!

I prodotti confezionati ma naturali e biodegradabili, più la ricetta fai-da-te

Lavare i piatti a mano o in lavastoviglie? È da sempre un grande dilemma. E tenderà a rimanere tale, perché non c’è una risposta certa e indiscutibile: dipende.

In linea di massima, la lavastoviglie è da preferire. Secondo i calcoli di uno studio dell’Università di Boston, per lavare mano i piatti di una cena da 12 persone si consumano oltre 100 litri d’acqua, mentre una lavastoviglie ne utilizza appena 15 litri; ancora meno se parliamo di un elettrodomestico in classe A+, circa 7 litri. Un risparmio di tempo e anche economico, contando anche l’energia elettrica.
La lavastoviglie però va utilizzata solo a pieno carico: se avete pochi piatti, magari perché siete pochi in casa, lavateli a mano.

Altro aspetto fondamentale, il detersivo utilizzato. Prima di tutto, perché la maggior parte dei comuni prodotti contiene sostanze che una volta scaricate (dalla lavastoviglie o nel lavandino) finiscono per inquinare le acque; siamo già fortunati che la UE abbia messo al bando i fosfati, utilizzati nei prodotti per bucato e lavastoviglie perché scioglievano lo sporco, ma alteravano gli ecosistemi acquatici, facendo proliferare le alghe. Non sono però gli unici ingredienti da cui guardarsi, perché anche i tensioattivi utilizzati spesso sono poco o nulla biodegradabili.
Un altro problema non da poco è quello delle patologie cutanee, che come abbiamo visto nel post sulle allergie e dermatiti sono causate in gran parte dai detersivi che si toccano con le mani, come quelli per stoviglie. E con 17.500 nuovi casi l’anno, la questione non è da prendere alla leggera! Per non parlare poi dei residui di detersivi che restano su piatti e pentole…

Ecco perché, che preferiate usare la lavastoviglie o siate degli irriducibili del lavaggio a mano, vi consiglio qualche prodotto naturale e sicuro per la salute.

Detersivi ecologici per piatti e lavastoviglie

Iniziamo dal lavaggio dei piatti a mano: in questo caso, per ridurre i consumi, il consiglio è quello di mettere le stoviglie in ammollo in una bacinella, con acqua calda e un po’ di detersivo, e utilizzare l’acqua corrente solo per il risciacquo finale.
Ecco alcuni nuovi prodotti che ho scoperto di recente: ho testato la loro efficacia su un piatto unto con olio.

BIOTEKO Terre di Narnia – Piatti Arancio (€ 3,52 / 1000 ml)

Questa linea è di Bioteko, la stessa azienda di cui vi ho parlato altre volte riguardo soprattutto i cosmetici “Officina Umbra”. I loro detergenti sono completamente naturali, realizzati con tensioattivi vegetali ed estratti di piante officinali (persino l’acqua è sostituita da infusi di erbe, per potenziarne l’effetto!). Il prodotto per patti ad esempio contiene estratti di arancio dolce, limone, achillea, sambuco e menta piperita, dalla naturale azione sgrassante; la profumazione è molto buona, è super efficace anche sull’unto ma si sciacqua bene e non secca assolutamente le mani. Davvero ottimo.

 

GREEN NATURAL – Detersivo Piatti Aloe & Limone (€ 3,59 / 500 ml)

Anche di Green Natural vi ho parlato diverse volte: utilizzo questi prodotti da anni e anche le novità continuano a piacermi sempre molto. Nonostante il nome l’azienda è italiana e utilizza principalmente materie prime locali, ottenute da fonti rinnovabili; gli ingredienti infatti sono pochissimi, perché l’azione pulente e sgrassata è affidata al succo d’aloe e all’estratto di limone. Come tutti i prodotti della linea, è un detersivo concentrato: si consiglia di metterne 5/10 ml in 5 L d’acqua per un lavaggio in ammollo, e poi risciacquare; il profumo è molto buono ed è anche un ottimo prodotto. Certificato bio da ICEA.

 

Per chi preferisce servirsi della lavastoviglie, basta ricordare qualche piccola accortezza. Se i piatti non sono molto sporchi e incrostati, impostate una bassa temperatura dell’acqua ed evitate il prelavaggio, una funzione che consuma molto; potete tranquillamente fare a meno anche dell’asciugatura, perché se alla fine lasciate lo sportello un po’ aperto, in poco tempo i piatti si asciugheranno da soli. Già così avrete quasi dimezzato l’energia necessaria!
I due prodotti che vi suggerisco, uno liquido e uno in tabs, sono entrambi facilmente reperibili nei supermercati.

CONAD Verso Natura Eco – Pastiglie Lavastoviglie (€ / 32 pastiglie)

Una buona alternativa nella GDO è la linea Verso Natura Eco di Conad, che si compone di diversi detersivi per casa e bucato a base di ingredienti biodegradabili di origine vegetale e ricavati da fonti rinnovabili.
Le tabs lavastoviglie combinano varie azioni: detergente, brillantante, anticalcare, in modo da ridurre l’utilizzo di detersivi; inoltre sono efficaci già a basse temperature (ovvero il lavaggio più ecologico). Molto buone!

 

PAM & PANORAMA BIO | ECO – Gel per stoviglie (€ / 750 ml)

Anche i supermercati Pam & Panorama hanno lanciato, lo scorso anno, la loro linea eco-bio, per la persona e per la casa. I prodotti sono a base di tensioattivi di origine vegetale, completamente vegetale, ottenuti da fonti rinnovabili; il packaging è riciclabile. Sulle confezioni inoltre sono presenti istruzioni per l’uso, in particolare sui dosaggi, in modo da evitare gli sprechi.
Il gel lavastoviglie è un ottimo prodotto, lascia piatti e stoviglie sgrassati e brillanti e con un profumo gradevole.

 

Detersivo piatti e lavastoviglie fai da te: ingredienti e ricetta

Per chi ha un po’ di dimestichezza, le ricette autoprodotte sono sempre una buona soluzione: gli ingredienti sono naturali al 100% e sicuramente otterrete anche un bel risparmio economico.
Ecco una ricetta che ho selezionato per voi, che potete utilizzare sia per lavare i piatti a mano che per la lavastoviglie.

Detersivo per piatti e lavastoviglie con limone e aceto (da Soluzioni di Casa)

Foto: tuttogreen.it

Ingredienti:

  • 8 limoni
  • 750 ml d’acqua
  • 300 g di sale
  • 200 ml di aceto

Procedimento:

Bollite i limoni in acqua calda, fino a quando non si ammorbidiranno completamente. Tagliateli in piccoli pezzi, eliminate i semi e frullateli fino a renderli una crema. A questo punto avrete ottenuto un composto denso e uniforme a cui unirete l’acqua, i 200 ml di aceto e i 300 g di sale fino.
Portate tutti gli ingredienti ad ebollizione, mescolandoli man mano con un cucchiaio di legno fino a quando non vi sembrerà di aver ottenuto la giusta consistenza: né troppo liquido, né troppo denso.
Una volta raffreddato, travasatelo in vecchio flacone o in un dosatore e sarà pronto per l’uso: il risultato sarà circa mezzo litro di detersivo 100% ecologico, utile per circa per un mese di lavaggi.

 

Un ultimo eco-consiglio: in lavastoviglie, evitate il brillantante. Se il detersivo non è multi-uso, ovvero non ha anche questa funzione, utilizzate al suo posto l’acido citrico. Vi basterà fare una soluzione al 15% (150 g di acido citrico in 1 L d’acqua) e versarne un po’ nell’apposita vaschetta!
Altrimenti, va bene anche il classico aceto bianco, un ottimo brillantante, igienizzante e anticalcare naturale.

 

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

 

Anche tu hai la sostenibilità nel cuore? Allora attiva l’energia pulita di LifeGate Energy per la luce della tua casa. È la migliore azione per chi ha a cuore la salute del pianeta. Scegli adesso per la tua casa energia 100% rinnovabile, 100% made in Italy. Risparmia attivandola facilmente online, cliccando qui sopra.

2 Commenti

  • Commenta
    giulia
    20 Settembre 2019 at 7:52

    Meno male che i detersivi Ecologici stanno aumentando:D

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      24 Settembre 2019 at 17:45

      già

    Scrivi un commento