Detersivo per il bucato ecologico: confezionato o fai da te
Provato per voi

Detersivo per il bucato: confezionato o fai da te, purché ecologico!

La lista dei prodotti biodegradabili e rispettosi della pelle, più la ricetta per autoprodurre un detersivo per il bucato ecologico

Le patologie della pelle, come le allergie, sono in continuo aumento: nel post sulle allergie e dermatiti da contatto, il professore che avevo intervistato mi rivelò che si stimano 17.500 nuovi casi ogni anno, un numero comunque sottostimato, e che in cima alla lista dei colpevoli ci sono i detersivi per la casa. Non bisogna cadere però nell’errore di credere che il pericolo derivi solo da quelli che si toccano con le mani, come i saponi per piatti: tra quelli più a rischio ci sono invece i prodotti per il bucato. Sostanze chimiche fortemente allergizzanti, come conservanti, coloranti, profumi artificiali, vengono assorbite dalle fibre dei tessuti, e non c’è risciacquo che ci salvi; una volta che indossiamo i capi, a contatto con la pelle, fanno il danno.

tessa gelisio bucato

Un motivo in più per privilegiare quindi i detergenti naturali: in possesso di certificazioni eco-bio, non utilizzano nessun colorante o conservante di sintesi, e le profumazioni sono date solo da oli essenziali (quando presenti, perché esistono prodotti che escludono i potenziali allergeni anche se naturali). Ipoallergenici e completamente biodegradabili, perché i tensioattivi, quelli che eliminano lo sporco, non sono derivati dal petrolio come i comuni detersivi, ma ricavati da oli vegetali che non inquinano acque e ambiente; spesso sono aggiunte piante officinali che ne potenziano l’effetto, come la lavanda, profumata e dalle proprietà antibatteriche.

Vi avevo già consigliato i prodotti per un eco-bucato: qui trovate i marchi che ho scoperto di recente, artigianali o reperibili nella GDO, profumati o per pelli ultra sensibili, per la lavatrice o per lavare i panni a mano. Insomma, le possibilità di scelta non mancano!

Detersivi ecologici per il bucato, a mano o in lavatrice

phura bucato

BIOPHURA – Detersivo lavatrice (€ / 1625 ml)

Vi ho già parlato di questo marchio, anche nel post sui detersivi ecologici al supermercato: i prodotti della linea sono a base di sole materie prime vegetali e sono certificati sia VeganOK che bio da CCPB; inoltre le formule sono realizzate escludendo i principali allergeni, per prevenire le dermatiti da contatto. Un punto in più per le confezioni in plastica riciclabile e riciclata. Trovate il marchio in molti punti vendita della GDO: Acqua&Sapone, Tigotà, Caddy’s e i principali supermercati.
Ho provato sia il prodotto che vedete in foto, sia il Detersivo capi delicati (€ / 1500 ml), dedicato a fibre particolari o colorati; entrambi hanno un profumo leggero ma gradevole e lavano molto bene. Lasciano i capi morbidissimi e rendono più facile la stiratura.

BIOTEKO Terre di Narnia – Bucato Lavanda (€ 3,69 / 1000 ml)

bioteko bucato

Anche di questa linea, di Officina Umbra, vi ho parlato di recente. Questi detersivi sono tutti autoprodotti dall’azienda, con metodo artigianale, e utilizzando come principi attivi gli estratti delle piante officinali che coltivano con metodo biologico. Il prodotto per il bucato, a mano o in lavatrice, oltre a tensioattivi vegetali contiene estratti di calendula e lavanda (gli oli essenziali della stessa pianta servono anche a dare profumo); stessi ingredienti per quello specifico Lana e delicati (€ 4,50 / 1000 ml).
Entrambi ottimi prodotti, super efficaci e con un buonissimo profumo!

bluaria bucato

BLUARIA – Bucato a mano e in lavatrice (€ 9,50 / 1000 ml)

Questi prodotti invece sono una recente scoperta: me ne hanno parlato i titolari di La Saponaria, che conoscono bene la fondatrice di Bluaria perché la start-up è nata in collaborazione con il loro laboratorio di ricerca. Le formule infatti sono accuratamente studiate per ridurre al minimo l’impatto ambientale e per essere delicate sulla pelle; a base di sole materie prime vegetali rapidamente biodegradabili, con profumazioni ottenute solo da oli essenziali, i prodotti sono vegan e certificati AIAB.
Il primo prodotto che ho provato è stato questo: mi è piaciuto perché ha una bella, delicata e fresca profumazione, lavando i capi a mano produce poca schiuma che si sciacqua facilmente, e i panni li lava molto bene.

tea natura bucato

TEA NATURA – Ri-detersivo a mano e lavatrice (€ 4,79 / 1000 ml)

Un prodotto molto particolare, che ho trovato su Yumibio, un portale che vi cito spesso per la cosmesi, ma che rivende anche molti prodotti ecologici per la casa.
Si chiama ri-detersivo perché oltre la metà dei tensioattivi sono realizzati con oli di recupero, che vengono opportunamente filtrati e trattati; pensate che con un kg di olio esausto si ottengono 17 kg di detersivo! Un ottimo modo anche per ridurre l’uso del tensioattivo più utilizzato, l’olio di cocco: naturale, ma non molto sostenibile. Anche il resto degli ingredienti è completamente naturale, in più i flaconi sono in bio-plastica.
Il prodotto, quando si lava a mano, non è proprio profumato come quelli tradizionali, però dopo il risciacquo i capi sanno solo di pulito. Lava molto bene, la schiuma è della giusta quantità e consistenza, si risciacqua immediatamente. Mi piace.

Detersivo per il bucato fai da te, semplice ma efficace

Uno degli ingredienti più utilizzati dalle nostre nonne, per l’igiene personale e della casa, era il sapone di Marsiglia: versatile, naturalmente antibatterico, adatto anche alle pelli più delicate. In più, è economico ed ecologico.
L’importante è fare attenzione alla scelta: controllate in etichetta che il prodotto contenga solo 3 ingredienti, oli vegetali (meglio se olio d’oliva), soda e acqua.

In questo post sulle eco-pulizie vi avevo suggerito qualche idea per usare il sapone di Marsiglia nelle pulizie di casa; qui di seguito invece trovate la ricetta fai da te per un detersivo da bucato semplicissimo!

Detersivo al sapone di Marsiglia (da Idee Green)

Foto: deabyday.tv

Ingredienti:

  • 5 litri di acqua
  • Una tavoletta di sapone di Marsiglia naturale
  • 5 cucchiai di bicarbonato di sodio

Procedimento:

Versate l’acqua nella pentola e fate bollire, nel frattempo grattugiate il sapone fino a ridurlo in scaglie. Quando l’acqua inizia a bollire, spegnete il gas e aggiungete le scaglie di sapone: qualche secondo e il sapone si dissolverà completamente. Subito dopo, aggiungete il bicarbonato.
Ecco pronto il vostro detersivo per la lavatrice fai da te!

Come vedete, le alternative non mancano. Più rispettose dell’ambiente, più sicure per la salute, magari più economiche e non per questo meno efficaci!

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

Nessun commento

Scrivi un commento