In evidenza Provato per voi

Haircare per capelli grassi: tutti gli step

Come gestirli, dallo shampoo alla piega, con i migliori prodotti bio

I capelli grassi possono essere difficili da gestire: appaiono costantemente sporchi, anche appena lavati, e spesso mettono a disagio chi soffre di questo problema. Alla base c’è sempre un’eccessiva produzione di sebo, ma le cause possono essere diverse, talvolta anche legate a squilibri ormonali: per questo è meglio indagarle con l’aiuto di un bravo dermatologo, a maggior ragione se compaiono sintomi come forfora o prurito alla cute.

Una volta che le avrete individuate, potrete correre ai ripari con alcuni accorgimenti e i prodotti cosmetici giusti. Iniziamo col dire quello che non si deve fare: evitate i lavaggi troppo frequenti, così come i detergenti troppo aggressivi, perché, se sul momento vi danno l’impressione di migliorare la situazione, in realtà queste cattive abitudini stimolano le ghiandole a produrre ancora più sebo e in men che non si dica i capelli saranno più unti di prima! Per la stessa ragione, non sfregate troppo energicamente durante lo shampoo: rischiate solo di irritare il cuoio capelluto. Le alte temperature tendono a fluidificare il sebo, quindi, se tenete il phon troppo vicino durante l’asciugatura, o lavate i capelli con acqua troppo calda, i vostri sforzi per una chioma pulita e leggera rischiano di essere vani. Ancora un consiglio: un aspetto spesso sottovalutato è la pulizia delle spazzole, ma se non volete evitare di sporcare i capelli ogni volta che li pettinate, abituatevi a lavarle una volta al mese, ad esempio con acqua calda e bicarbonato.

Ora vediamo insieme quali sono gli step, e qualche esempio di prodotto adatto, per una “hair care” su misura in caso di capelli grassi.
Se avete necessità di pulire a fondo anche la cute, prima dello shampoo potete utilizzare un prodotto specifico: io vi consiglio questo, anche se non l’ho mai provato, ma di questo ottimo marchio mi fido molto.

LA SAPONARIA – Lozione cute detox e anti-forfora (€ 14,00 / 10 fiale da 5 ml l’una)

Si tratta di fialette monodose, da massaggiare sulla cute e lasciare in posa 20 minuti prima del lavaggio; come tutti i prodotti della linea Inner, nella formula si trovano dei prebiotici utili per riequilibrare il microbiota cutaneo, utile anche in caso di forfora e cuoio capelluto irritato. Agli estratti naturali con azione purificante, come rosmarino e salvia, sono abbinati quelli ad effetto lenitivo, come camomilla e hamamelis, e idratante, come l’aloe vera. Un ottimo prodotto, ben bilanciato, per regolare la produzione di sebo senza stressare cute e lunghezze.
Top il packaging: cartoncino riciclato e fialette in bioplastica!

Lo shampoo va scelto con attenzione, perché un detergente troppo aggressivo produce il cosiddetto “effetto rebound”, ovvero stimolare ancora di più le ghiandole sebacee. Preferite uno shampoo dai tensioattivi vegetali, più delicati, arricchito da estratti equilibranti e purificanti.

BIOFFICINA TOSCANA – Shampoo purificante antiforfora (€ 11,40 / 200 ml)

Vi consiglio questo shampoo perché l’ho utilizzato anch’io, ad esempio quando avevo bisogno di pulire a fondo i capelli dai prodotti per lo styling, e lo trovo davvero efficace ma delicato, adatto a tutti i tipi di capelli. È a base di estratti di piante dall’azione riequilibrante come bardana, edera, ginepro e betulla, più oli essenziali di eucalipto e menta, antisettici; la formula contiene un principio attivo brevettato dall’azienda, sebo-regolatore e anti forfora. In più, viene impiegato l’estratto di capelvenere, emolliente e anticaduta.
Come per tutti gli shampoo, l’azienda consiglia di utilizzarlo diluito: se avete i loro spargishampoo, comodissimi perché graduati, considerate 75 ml di shampoo, 125 ml di acqua e 50 ml di idrolato, ovvero l’acqua floreale; tra quelli di Biofficina Toscana, potete provare l’Idrolato di rosmarino (€ 6,10 / 100 ml), purificante e rinforzante.

Se i capelli alla radice si sporcano facilmente ma le lunghezze sono secche, non esitate a utilizzare il balsamo, purché adeguato: preferite un prodotto che non appesantisca e distribuitelo solo sulle punte.

PHITOFILOS – Balsamo Leggero (€ 12,80 / 200 ml)

Un ottimo prodotto di questo marchio che utilizza le piante per cosmetici e tinte naturali. Dedicato proprio ai capelli che si appesantiscono facilmente, perfetto per i ricci, nonostante la consistenza leggera, svolge perfettamente la sua funzione districante; le proteine di quinoa hanno effetto nutriente, mentre piante come malva e altea idratano, grazie alla loro capacità di trattenere l’acqua, e regalano volume.

L’alternativa è un prodotto senza risciacquo, da utilizzare sui capelli asciutti o umidi, prima della piega, solamente sulle punte o dove c’è più bisogno di idratazione.

PARENTESI BIO – “Alteazzosa” Latte Leave In (€ 16,90 / 200 ml)

Come molti dei prodotti del marchio, anche questo si presta a più utilizzi: nasce come leave in, ovvero senza necessità di risciacquo, ma può sostituire anche il classico balsamo; a me piace di più in questo secondo caso, ma i miei capelli non hanno bisogno di essere disciplinati.
La formula, a base di ingredienti idratanti come acido ialuronico, altea, latte di cocco, oli e burri vegetali, contiene anche semi di lino e katira (una gomma vegetale) che, oltre a nutrire e rinforzare i capelli, hanno proprietà condizionanti. Il risultato è un buon prodotto: facilita la messa in piega e rende i capelli fini più spessi. Buona e particolare la profumazione.

La messa in piega è spesso problematica per i capelli grassi, un po’ perché sono difficili da modellare, un po’ perché tendono ad appiattirsi subito. Ecco perché un prodotto specifico, ad azione volumizzante, vi può aiutare!

MATERNATURA – Spray Volumizzante Capelli Sottili Con The Verde (€ 12,89 / 100 ml)

Ho scoperto questo spray qualche tempo fa: è a base di estratti vegetali e pantenolo per rinforzare i capelli e stimolare la crescita, più sale marino che viene spesso utilizzato negli spray per dare volume; contiene anche glicerina e guar (una gomma vegetale), così da facilitare la messa in piega.
Ottimo: aiuta a regalare volume e tenuta ai capelli senza seccare.

Una volta al mese, ritagliatevi un po’ di tempo per fare un bell’impacco con le erbe ayurvediche: tra le più adatte per capelli grassi o  con forfora ci sono l’henné neutro o il neem.

MICHELE RINALDI – Henné Neutro (€ 4,70 / 100 gr)

Esiste anche la versione neutra dell’henné, che non colora i capelli, ma di cui si possono sfruttare le proprietà curative. Oltre a regolare la produzione di sebo, è perfetto anche come ristrutturante e per ridare luminosità ai capelli opachi; certo occorre un po’ di tempo, ma il risultato merita davvero lo sforzo!
Quando acquistate una pianta in polvere fate attenzione che sia pura al 100%, che non ci siano quindi altri ingredienti nell’INCI, onde evitare additivi di sintesi.

Se avete il problema opposto, e vi siete perse il post dedicato alla cura dei capelli secchi, lo trovate al link!

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento