I 10 libri da leggere per salvare il mondo | Ecocentrica
Punto di vista

I 10 libri da leggere per salvare il mondo

Alcuni visionari, altri fantascientifici, molti purtroppo realistici: ecco le mie scelte di eco-romanzi che vi emozioneranno, facendovi anche riflettere su quello che l’uomo sta facendo per distruggere il Pianeta. E che vi consiglio sotto l’ombrellone

1- Armi, acciaio e malattie di JARED DIAMOND

Il libro è incentrato sulla ricerca di una risposta alla domanda che Yali, un abitante della Nuova Guinea, fece all’autore nel luglio del 1972: “Come mai voi bianchi avete tutto questo cargo e lo portate qui in Nuova Guinea, mentre noi neri ne abbiamo così poco?”, dove per Cargo si intendono tutti quei beni tecnologici di cui i guineani erano privi prima dell’arrivo dei coloni. In pratica l’autore cerca di rispondere alle seguenti domande: perché sono stati gli europei e gli americani del nord a sviluppare una civiltà tecnologicamente avanzata e non, ad esempio, i cinesi o i sumeri? Perché gli europei sono partiti alla conquista degli altri popoli (ottenendo evidenti successi, spesso con tragiche conseguenze per i “conquistati”), e non è avvenuto il contrario? Come mai i fieri guerrieri nativi americani sono stati spodestati dall’invasione di un popolo di agricoltori?

1 armi-acciaio-e-malattie

2- 100 domande sul cibo  di  STEFANO CAREZZAI

Per soddisfare il 70% delle nostre esigenze alimentari facciamo ricorso al supermercato. Ma cosa ci aspetta sugli scaffali? Nelle 100 domande sul cibo si ritrovano i timori e le incertezze che maggiormente caratterizzano il nostro rapporto con l’alimentazione e l’acquisto dei cibi. Le risposte dell’autore aiutano a comprendere la labirintica realtà del nostro sistema alimentare e suggeriscono buone pratiche su come comprare meglio e sano.

2  Domande sul cibo

3- La foresta dei pigmei di  ISABEL ALLENDE

La comitiva già protagonista dei due precedenti romanzi di Allende (La città delle bestie e Il regno del drago d’oro) è impegnata in un reportage su i safari in groppa agli elefanti in Africa. Dopo un safari nel Continente Nero, a Nadia ed Alexander viene predetto da un’indovina un pericolo rappresentato da un orribile essere a tre teste.

3   la_foresta_dei_pigmei 4- La missione di  ROBERT BOLT

Sud America 1750, nella piccola foresta pluviale sopra le Cascate dell’Iguazú al confine tra Argentina, Brasile e Paraguay. Padre Gabriel è il primo missionario gesuita che si arrampica sulle cascate e grazie alla musica del suo oboe riesce ad avvicinarsi amichevolmente alla tribù di Indios Guaranì,

4   LONGANESI___ROBERT_BOLT___LA_MISSIONE_big

5- Il quinto principio di VITTORIO CATANI

Anno 2043. Alle storie parallele raccontate nel libro, fa da sottofondo la comparsa sulla Terra dei cosiddetti Eventi Eccezionali (EE), catastrofi che violano le leggi fisiche note ma che sembrerebbero accordarsi con un ipotizzato Quinto principio della termodinamica: sprofondamenti di vastissime aree di territorio, improvvisa diminuzione o assenza di gravità in zone circoscritte, comparsa di oggetti in grado di creare il vuoto assoluto teorico, e altro.

5 quinto-principio2

6- Prima di scomparire  di XABI MOLIA

Parigi, XXI secolo, tra qualche mese. L’amore al tempo delle catastrofi. Antoine Kaplan è un medico incaricato di identificare i primi sintomi di un morbo che trasforma i suoi concittadini in esseri bestiali e assetati di violenza. Sotto l’assedio degli «infettati», la comunità dei sopravvissuti affronta giorno dopo giorno le conseguenze del disastro: caos, carestia, clima di sospetto.

6- Prima di cover

7 -La scimmia nuda di  DESMOND MORRIS

Desmond Morris, zoologo famoso per avere studiato a lungo le scimmie, in questo libro divertente, sconvolgente e al tempo stesso rigorosamente scientifico si è messo a studiare l’uomo. Ma lo ha studiato in quanto scimmia e cioè come l’unico, tra le centonovantatré specie di scimmie, a essere sprovvisto di peli. Nudo, appunto. Per quanto cerchi di ignorare l’eredità del passato, l’uomo rimane

7- Scimmia

8- La strada  di CORMAC MCCARTHY

Ha vinto il James Tait Black Memorial Prize per la narrativa nel 2006 e il Premio Pulitzer per la narrativa nel 2007. Da esso è stato tratto un film, The Road (2009). Un padre e un figlio (entrambi senza nome) percorrono una lunga strada asfaltata verso sud, per sfuggire ai rigori invernali, in un’America sopravvissuta ad una non meglio descritta catastrofe che ha spazzato via ogni essere vivente tranne gli uomini

8   la-strada1

9- Primavera silenziosa  di RACHEL CARSON

Primavera silenziosa (titolo originale: Silent Spring) è un libro scritto da Rachel Carson e pubblicato nel settembre del 1962. Il libro è comunemente ritenuto una sorta di manifesto antesignano del movimento ambientalista e descrive con tanto di ricerche e analisi scientifiche i danni irreversibili del DDT e dei fitofarmaci in genere sia sull’ambiente che sugli esseri umani.

9- Primavera

10 -Terraa  di BILL MCKIBBEN

Abbiamo lavorato duro, ci siamo concentrati sulla crescita senza limiti, e alla fine ci siamo riusciti. Abbiamo creato un nuovo pianeta, Terraa. È un mondo più caldo, squassato da tempeste, alluvioni, siccità e incendi di intensità mai viste. I suoi mari sono più acidi, e dappertutto i ghiacci si stanno fondendo.

10 Terra a

E poi c’è il libro che sto leggendo, Economia dell’Abbastanza. Ma non lo ho ancora finito e vi saprò dire più avanti se merita di entrare nella top ten! Buona lettura.

Ti potrebbe anche interessare

21 Commenti

  • Commenta
    Ilaria
    18 Agosto 2014 at 10:41

    “Terre del finimondo” di Jorge Amado, è un romanzo ma racconta eventi reali vissuti dall’autore in Brasile, quando sono nate le fazendas e le famiglie hanno iniziato a deforestare l’Amazzonia per le coltivazioni di cacao, con tutte le lotte che sono conseguite. Purtroppo non lo ristampano più, si trova solo usato oppure in biblioteca 🙁

    • Commenta
      tessa
      18 Agosto 2014 at 11:16

      già… bacioni

  • Commenta
    Stefano
    18 Agosto 2014 at 11:53

    Molto carino “Salvare il mondo senza essere Superman” di Roberto Rizzo.

    Un ecoabbraccio 🙂

    • Commenta
      tessa
      19 Agosto 2014 at 8:56

      grazie! lo prendo

  • Commenta
    matteo beba
    18 Agosto 2014 at 12:34

    Tessa, da appassionato lettore mi vergogno. Mai letto nessuno di questi libri.
    Però ho una scusante, The Road e la Allende sono nella mia agenda.
    E poi se devo dirti la verità, trovo le classifiche dei libri più adatti per, un po’
    scontate. La tua no, perché è personale, ma generalmente sono pilotate dalle
    case editrici e la cosa non mi garba. A bien tot. 🙂

    • Commenta
      tessa
      19 Agosto 2014 at 8:58

      ahh questa è tutta farina del mio sacco!!! io leggo soprattutto manuali di ecologia…d’altronde non sarei ecocentrica!!!

  • Commenta
    Gian Maria
    18 Agosto 2014 at 13:02

    La strada è bellissimo. Non altrettanto si può dire del film, a parte la bravura di Viggo!

    • Commenta
      tessa
      19 Agosto 2014 at 9:03

      non l’ho visto…. baci

  • Commenta
    Maurizio di Girolamo
    18 Agosto 2014 at 17:14

    Ciao Tessa!
    Purtroppo non ho letto nessuno di questi libri, ma solo perché non amo la fantascienza e il modo di pilotare che hanno, anche se tra le righe si trova molta verità…per capire il mondo e come migliorarlo o migliorarci preferisco libri come il tuo che concretamente indicano una possibile direzione! Sotto l’ombrellone comunque ora ho solo paletta e secchiello e un pupotto di quasi due anni da leggere

  • Commenta
    Maurizio di Girolamo
    18 Agosto 2014 at 17:24

    Cacchio mi sa che sto antipatico al tuo sito! Ho appena scritto un commento e non è stato pubblicato…e so due! Ma forse sono io lo stordito! Eheeheh
    Cmq avevo scritto che purtroppo non ho letto nessuno di questi libri, ma solo perché non amo la fantascienza e il modo che hanno di pilotare, per capire i problemi della terra e eventuali correzioni per migliorarlo o migliorarci, preferisco libri come il tuo che concretamente consigliano! Cmq io ora sotto l’ombrellone ho secchiello, paletta e un pupotto di quasi due anni da leggere

    • Commenta
      tessa
      19 Agosto 2014 at 9:00

      sorry… errore mio. Lo conosco pure Stefano… vergogna!!

    • Commenta
      tessa
      19 Agosto 2014 at 9:03

      e’ uscito doppio… hai visto? cmq non sono tutti di fantascienza. forse x come sei tu ti consiglio i primi due. bacioni

      • Commenta
        Maurizio Di Girolamo
        19 Agosto 2014 at 10:01

        Si ho visto Tessa!
        Mi sa che so io stordito, la mia testa è ancora in modalità ferie

  • Commenta
    Gian Luca
    18 Agosto 2014 at 20:33

    Ciao Tessa, ho preso il libro “100 domande sul cibo” di Stefano Carnazzi perchè quello di Stefano Carezzai non l’ho trovato…..ahahahaha
    Comunque è un libro molto interessante , grazie x la dritta. Ciaoooo

    • Commenta
      tessa
      19 Agosto 2014 at 8:59

      sorry… errore mio. Lo conosco pure Stefano… vergogna!!

      • Commenta
        Maurizio Di Girolamo
        19 Agosto 2014 at 11:03

        Hai visto che un commento è uscito doppio anche a te?! Non sono l’unico allora eheeheh

  • Commenta
    Fabio
    19 Agosto 2014 at 10:13

    Grazie dei consigli Tessa. Ne conosco alcuni (i romanzi), cercherò di recuperare gli altri. Un saluto da Alghero 🙂

  • Commenta
    Guido
    20 Agosto 2014 at 5:14

    Ti ricordo anche “L’Ecologia Profonda. Lineamenti per una nuova visione del mondo” (Mimesis, 2011). Se ben ricordo, ti era piaciuto molto. Un caro saluto.

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      28 Agosto 2014 at 13:43

      si mi è piaciuto molto, ma è x eco-lettori esperti ; )

    Scrivi un commento