A tavola

Latte d’avena: usi, benefici e ricette

Latte d’avena… lo adorate, ma siete stanchi dei soliti fiocchi di latte? Allora questo articolo è fatto per voi.

Latte d’Avena: tutto ciò che c’è da sapere

L’avena è un cereale molto popolare da molti anni, soprattutto per il suo contenuto di fibre solubili. Negli Stati Uniti, la Food and Drug Administration (FDA) ha approvato un emendamento secondo cui le diete ricche di fibre solubili e povere di grassi saturi riducono il rischio di malattia coronarica. Proprio l’avena ha molte qualità in questo senso. Questo cereale contiene infatti fibre solubili, ma anche acidi grassi insaturi. È il cereale più ricco di lipidi!

L’avena contiene anche antiossidanti, vitamine e minerali, soprattutto il fosforo. Tra le vitamine presenti nell’avena c’è la vitamina B1, essenziale per la produzione di energia. Infine, questo cereale contiene anche acido pantotenico.

Quali sono i benefici per la salute dell’avena (in tutte le sue forme)?

  • Normalizzare il transito intestinale

L’avena contiene quantità significative di fibre solubili e insolubili. Ha quindi benefici diversi per il nostro apparato digerente. Entrambi i tipi di fibra partecipano alla normalizzazione del transito intestinale, oltre a favorire un rapido e duraturo effetto saziante. 

  • Prevenire e curare le malattie cardiovascolari

Sappiamo che una dieta ricca di fibre solubili aiuta anche a regolare i livelli di insulina e glicemia, il che aiuta nella prevenzione e nel trattamento del diabete di tipo 2 e delle malattie cardiovascolari. L’assorbimento dei carboidrati dall’intestino è rallentato dal beta-glucano. 

  • Un cereale tollerato dalle persone intolleranti al glutine

L’ intolleranza al glutine è anche chiamata “celiachia”. Colpisce molte persone. Questi ultimi hanno un’intolleranza permanente al glutine, una proteina che si trova in alcuni cereali come il frumento. Il consumo di glutine in queste persone può portare a molti sintomi intestinali e interferire con il corretto assorbimento dei nutrienti. 

L’avena non ne contiene, per questo il latte d’avena è molto ben tollerato dalla maggior parte delle persone celiache, ma è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico.

Latte d’avena per gli sportivi: perché optare per una colazione a base di questa bevanda?

Per le sue proprietà sazianti, la sua composizione e i suoi effetti, il latte d’avena così come l’avena in tutte le sue forme, è molto apprezzata dagli atleti. In effetti, molti cercano di perdere peso grazie a questo cereale, sfruttando i suoi effetti sulla sensazione di sazietà e all’energia duratura che fornisce.

In aumento di massa, il suo contenuto di proteine ​​e carboidrati lo rende un’ottima fonte di energia e sostanze nutritive. Fiocchi o altre forme di avena si aggiungono facilmente alla dieta per arricchirla. E come promemoria, l’avena è il cereale più ricco di lipidi che possiamo trovare. È ideale da consumare al mattino, soprattutto in caso di allenamento sportivo durante la giornata.

Le colazioni dei campioni: le ricette più tradizionali

Ricetta del porridge di mele e cannella:

Per questa ricetta sono necessari:

250 grammi di fiocchi d’avena;

480 ml di latte d’avena;

Una mela;

Polvere di cannella;

Un pizzico di miele.

In un pentolino mescolare il latte d’avena con i fiocchi. Cuocere a fuoco medio, mescolando continuamente. Di solito sono necessari dieci minuti per ottenere la giusta consistenza per il porridge. Poi grattugiare la mela e mescolarla al resto degli ingredienti. Cospargere la vostra preparazione con la cannella e aggiungere un goccio di miele. 

Ricetta per le frittelle di avena:

latte d'avena

Per le frittelle avremo bisogno di:

2 tazze di farina d’avena;

Un litro di latte d’avena;

12 grammi di zucchero;

Un pizzico di sale;

60 grammi di burro;

6 uova;

5 ml di lievito ad azione rapida.

In una ciotola, unire gli ingredienti secchi. Quindi aggiungere le uova, il burro e il latte d’avena poco alla volta. Coprire l’impasto e lasciarlo riposare per un’ora. Quindi, scaldare la padella e far rosolare queste deliziose “crepes”, per guarnire a vostro piacimento.

In conclusione:

Le proteine ​​dell’avena sono di ottima qualità, poiché contengono diversi aminoacidi essenziali. Tuttavia, come con la maggior parte degli altri cereali contenenti proteine, alcuni di questi amminoacidi sono presenti in quantità minori. Occorre quindi fare attenzione ad integrare l’apporto proteico dell’avena con altre fonti proteiche complete come carne o legumi (soia, piselli, ecc.). Ricordiamo che gli aminoacidi essenziali sono quelli che l’organismo non è in grado di produrre, e che quindi devono essere forniti attraverso il cibo. Gli atleti lo usano in associazione di avena e proteine ​​del siero di latte, in particolare.

Ti potrebbe anche interessare

No Comments

Leave a Reply

Secured By miniOrange
Secured By miniOrange