Green lifestyle

Riutilizzare i collant rotti: 5 facili idee riciclo

Come dare una seconda vita alle calze che non si possono più indossare

I collant sono un capo molto utilizzato, indispensabili nella stagione fredda, ma non proprio ecologico: sono infatti in nylon, un materiale artificiale creato industrialmente partendo da un derivato del petrolio, perciò la produzione è abbastanza inquinante. Spesso hanno una vita molto breve perché sono sottili e poco resistenti, basta un niente per bucarli o smagliarli e renderli indossabili, e non sono biodegradabili

Un modo per ridurre l’impatto sull’ambiente c’è: riutilizzarli! Anche se rotte, le calze possono trasformarsi in tanti oggetti utili per sé o per la casa, permettendo anche di risparmiare su prodotti che non dovrete comprare.
Ecco 5 semplici idee di riciclo che ho trovato in rete:

1) ELASTICI E FASCE PER CAPELLI

Già un po’ di tempo fa ho dedicato un post su come trasformare un collant smagliato in un elastico per capelli: basta tagliarlo a striscioline, alte più o meno un dito, per avere dei perfetti sostituti per gli elastici, che non tirano e non strappano i capelli.

Foto: www.roadadonne.it

Se siete brave con il fai da te, e avete calze colorate da riutilizzare, potete creare anche delle fasce: tagliate tre calze diverse e unitele in una treccia, poi cucite con qualche punto le due estremità.

 

2) SACCHETTI PROFUMATI PER GLI ARMADI

Foto: www.leitv.it

Un classico sono i sacchetti per armadi e cassetti: ne abbiamo parlato qui, tra i consigli per profumare naturalmente la casa. Potete farli anche con le calze, vi basterà tagliarle in strisce di 10-12 cm circa, riempirle con avanzi di sapone, un batuffolo con qualche goccia del vostro olio essenziale preferito, foglie di erbe aromatiche essiccate (perfette salvia e rosmarino) o fiori come lavanda e rosa, e chiudere le estremità con un nodo o un nastrino.

 

3) PARASPIFFERI

Un’idea curiosa e semplice è da realizzare è questa che ho preso dal blog di Alessia Scrap & Craft: basta tagliare la gamba del collant e imbottirla con altre calze o materiali morbidi di recupero, annodare le due estremità e il gioco è fatto, dei paraspifferi per porte e finestre a costo zero!

 

4) IMBOTTITURA PER CUSCINI

Foto: www.nonsprecare.it

Allo stesso modo potete utilizzare le calze che non portate più per riempire le federe di cuscini e guanciali: ancora meglio con calzamaglia di lana, che regaleranno un’imbottitura morbidissima!

 

5) PULIZIE CASALINGHE

Foto: www.soluzionidicasa.com

La manualità non è il vostro forte? Tranquille, perché potete sempre utilizzare i collant per risparmiare su spugne e accessori per le pulizie. Grazie alle loro proprietà elettrostatiche, sono perfetti per sostituire i famosi panni cattura polvere: tagliate la calza a metà, infilatela sulla mano e utilizzatela per pulire e lucidare mobili e suppellettili, oppure rivestite le setole della scopa per eliminare polvere, capelli o peli di animali. Per le superfici lavabili di bagno e cucina, riempite la parte finale con un cucchiaio di bicarbonato e qualche goccia di limone, poi chiudete con un nodo; inumidite e utilizzate come spugna per strofinare.
Un altro oggetto che potete risparmiarvi di comprare sono i sacchetti per proteggere i capi delicati in lavatrice: vi basterà inserirli nella calza!

 

Mi raccomando, la prossima volta che vi si smaglierà il collant, pensateci bene prima di buttarlo!

 

 

Foto copertina: www.stile.it

Nessun commento

Scrivi un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect. Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.