A tavola

Cellulite e ritenzione di liquidi: un aiuto dagli alimenti

Nella stagione in cui le gambe diventano più “pesanti” un’alimentazione corretta è il primo passo per evitare gonfiori e cellulite.

Cover_ritenzione_TessaGelisio

Nel periodo tarda primavera – estate molte donne, lamentano un esacerbarsi del senso di pesantezza alle gambe.

Il motivo è presto detto: il caldo favorisce la vasodilatazione dei capillari e delle venule mentre lo stare fermi e seduti (o comunque la scarsa attività) rallenta il microcircolo che irrora i tessuti.

La cellulite altro non è che una conseguenza di questo fenomeno e inizia proprio con la ritenzione di liquidi (tecnicamente un edema).

Un fenomeno che rientra nella logica della stagione e del nostro stile di vita ed è per questo che, anche in questo caso, una corretta alimentazione può essere di aiuto. Ecco i pilastri di una corretta dieta contro la ritenzione di liquidi.

 

COSA MANGIARE (O BERE)

Arance_banane

L’acqua

E’ fondamentale bere 2 litri di acqua al giorno di tipo oligominerale, alternando con tisane drenanti e/o centrifughe di verdure. D’estate bere non dovrebbe richiedere un grosso sforzo.

 

Frutta, ortaggi e verdura come diuretici naturali

Pompelmo, papaya, mela, te verde, zenzero,ribes rosso, mirtilli hanno effetto diuretico, come anche i finocchi, sedano bianco, asparagi, cipolle, cetrioli, cicoria.

E’ molto importante assumere tra frutta e verdure almeno 5 porzioni al giorno. Insomma, se vi venisse voglia di uno snack adesso sapete cosa mangiare!

 

La vitamina C migliora la microcircolazione

Fragole, limoni, frutti di bosco sono ricchi  di vitamina C (anche arance, kiwi, pompelmi e melagrana ma siamo fuori stagione) come anche le verdure a foglia verde (i broccoli per esempio).

 

I sali  minerali sono utili per drenare meglio i liquidi

Il potassio contenuto in banane e albicocche favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso mentre il manganese presene negli asparagi favorisce la circolazione anche a livello del microcircolo (non dimentichiamo che gli asparagi sono formidabili diuretici naturali!)

 

In generale

L’alimentazione deve essere equilibrata e prevedere l’assunzione di pesce (3-4 volte la settimana), latticini magri e yogurt bianco, cereali integrali, legumi.

Naturalmente è basilare associare a una corretta alimentazione anche attività fisica aerobica, camminare speditamente per almeno 40 min 4-5 volte la settimana, andare in bicicletta o nuotare. Utile alternare bagni caldi e freddi per stimolare la circolazione, spugnature fresche la sera e un pediluvio in acqua e sale.

Ricordarsi di non stare troppo a lungo fermi, di non esporsi per lungo tempo al calore del sole perché potrebbe peggiorare la circolazione.

 

 

COSA EVITARE

NoSale

Evitare un eccessivo apporto di sale e zucchero sarà indispensabile per ridurre il gonfiore alle gambe. Sale e zucchero infatti hanno azione igroscopica ossia richiamano acqua nei tessuti favorendo così la ritenzione. Il sale potrebbe essere sostituito con le spezie, oppure con il sale rosa (meno ricco di cloruro di sodio), lo zucchero andrebbe sostituito con il fruttosio o lo sciroppo di agave a più basso indice glicemico.

Questi i consigli della Dott.ssa Adina Ruth Lowen, Specialista in Idrologia Medica, Nutrizionista ed Esperta in medicina ad indirizzo estetico. D’altronde come amo dire sempre: molte  battaglie si vincono a tavola!

 

 

 

 

 

 

 

 

Nessun commento

Scrivi un commento

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi