In evidenza Provato per voi

Detersivi per lavastoviglie: attenzione alla scelta

Gli ingredienti nocivi trovati nei più famosi prodotti in commercio

1.detersivi lavastoviglie in commercio - FullSizeRender

La lavastoviglie è una bella invenzione: permette di risparmiare tempo, fatica e impatto sull’ambiente. Sapete che in un quarto d’ora di acqua corrente, se ne consumano più di 100 litri? Una lavastoviglie invece ne utilizza non più di 15, e parliamo delle classiche, perché quelle di classe A arrivano appena a 7.

Va però utilizzata nel modo corretto: a pieno carico e con il giusto detersivo. Che sia liquido o con le pratiche tabs, poco importa: quello che conta è cosa contiene.

I prodotti in commercio spesso sono un concentrato di sostanze irritanti per noi (ricordate? I detersivi sono tra le sostanze più pericolose che abbiamo in casa) e inquinanti per l’ambiente, perché attraverso gli scarichi arrivano in mare. Tensioattivi non ionici (ovvero quasi sempre di sintesi e di derivazione petrolifera), conservanti, profumi e coloranti chimici, più altri additivi come enzimi e fosfati; i primi servono a potenziare l’effetto pulente, ma se di origine chimica possono essere allergizzante. I fosfati invece vengono utilizzati per contrastare la durezza dell’acqua, ma sono altamente inquinanti, tanto che dal 2013 sono vietati nella composizione dei detersivi per il bucato (perché solo per quello? Mistero!).

Un discorso a parte meritano i brillantanti: sono delle molecole che rendono le stoviglie idrorepellenti, ovvero fanno sì che l’acqua scivoli via, così che sembrino più splendenti. Peccato che queste particelle restino attaccate a piatti e bicchieri e che, ogni volta che mangiamo o beviamo, finiamo per ingerirle!

Esistono anche i brillantanti ecologici, a base di sostanze naturali solubili di cui non rimane traccia; ma la scelta migliore è l’utilizzo dell’acido citrico, utile per tantissime ricette fai da te.

Ho cercato gli ingredienti dei più famosi prodotti per lavastoviglie, liquidi o in tabs, classici o naturali (forse). Come sarà la media?

 

SVELTO Classico – Pastiglie lavastoviglie (€ 4,59 / 32 pastiglie)

svelto

Iniziamo da uno dei più famosi. Sulla confezione vantano una particolare attenzione all’ambiente: utilizzo di carta riciclata, niente fosfati nel detersivo… ma nell’elenco ingredienti compaiono tensioattivi non ionici, enzimi, allergeni del profumo.
Ho cercato la composizione completa che sul sito di Unilever si trova facilmente, ma ahimè è lunghissima e piena di sostanze non proprio auspicabili: tensioattivi di derivazione petrolifera, PEG e PPG, enzimi di sintesi, coloranti anche loro sintetici.
L’inizio non promette bene.

 

PRIL – Gold Gel Neutra-Fresh (€ 6,04 / 650 ml)

Pril

Ecco un altro grande classico. Di questo ho trovato il detersivo liquido, e mi ha incuriosito soprattutto la versione con aceto: cos’altro conterrà?
È presto detto: fosfati, tensioattivi non ionici, policarbossilati (sequestranti del calcare, derivati dal petrolio e scarsamente biodegradabili), conservanti da bollino rosso come Methylchloroisothiazolinone e Methylisothiazolinone, di sintesi e irritanti, profumo e infine aceto.
L’aceto serve più a richiamare l’attenzione che altro…

 

FAIRY Caps Platinum – Limone (€ 4,99 / 16 caps)

fairy

Anche questo è un marchio piuttosto diffuso; le pastiglie sono formate da una parte solida e una liquida, per unire detersivo, sale e brillantante.
Sulla scheda di sicurezza c’è scritto che il prodotto è classificato come irritante e può causare lesioni oculari, in più l’enzima protease è allergizzante; inoltre, contiene anche alcol etossilati e tensioattivi, entrambi derivati dal petrolio.
In più c’è il brillantante… no grazie!

 

FINISH – Tabs Tutto in 1 (€ 8,50 / 42 pastiglie)

finish

Ancora un marchio famosissimo. Anche queste pastiglie contengono detersivo, sale e brillantante.
La lista di ingredienti poi è lunghissima: fosfati, alcol etossilati, PEG, polimeri di sintesi, enzimi, profumo e coloranti.
Insomma, poco o nulla di biodegradabile.

 

WINNI’S – Tabs lavastoviglie (€ 4,35 / 25 pastiglie)

Winnis

Controllo spesso questo marchio perché viene spesso accusato di commettere delle “eco-furbate”: si autodefiniscono ecologici, ma non possiedono nessuna certificazione.
Sul sito si consulta facilmente la composizione: tranne un tensioattivo di derivazione petrolifera, due enzimi e il profumo (che loro dicono essere biodegradabile al 90%), non c’è nulla di particolare.
Non so gli altri prodotti, ma questo può passare.

 

DUAL POWER Green Life – Lavastoviglie gel (€ 4,33 / 660 ml)

dual power

E infine concludiamo con questo detersivo liquido: conoscevo già il marchio, ma ho voluto controllare i prodotti della linea ecologica, che vantano materie prime di origine vegetale.
Non sono riuscita a trovare la scheda di sicurezza con tutta la composizione, ma sulla confezione, tra gli ingredienti, si legge tensioattivi non ionici (solitamente sono di origine petrolifera, in questo caso potrebbe non essere così, ma difficile a dirsi), più enzimi, profumi e i due conservanti, Methylisothiazolinone, di cui abbiamo parlato prima, e Benzisothiazolinone, molto simile.
Forse in parte, ma di certo completamente naturale non è!

 

La scelta migliore per risparmiare, rispettare l’ambiente e non correre rischi per la salute? Utilizzare detersivi per lavastoviglie eco (quelli veri) oppure fatti in casa, come quelli che vi ho proposto qui, l’acido citrico come brillantante e, per mantenere sempre pulita ed efficiente la lavastoviglie, una volta al mese effettuare un lavaggio a vuoto con l’aceto. Non serve spendere soldi in altro!

 

N.B.: Le mie considerazioni sugli ingredienti le ho fatte alla luce di studi scientifici, opinioni di esperti di cui mi fido, fonti come il Biodizionario o i regolamenti delle certificazioni eco-biologiche.

Nessun commento

Scrivi un commento

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi