Green lifestyle

Colorazione temporanea per capelli? Sì, ma naturale!

Dagli shampoo riflessanti ai rimedi per i capelli bianchi, vediamo insieme i prodotti totalmente green per una colorazione temporanea da realizzare a casa.

Saranno stati i mesi di lockdown che ci hanno obbligate a rinunciare, almeno temporaneamente, al parrucchiere, ma molte donne si sono ormai convertite sulle colorazioni per capelli fai da te, permanenti o anche temporanee, che siano per cambiare look, per ravvivare la tonalità tra una tinta e l’altra o per uniformare la chioma e mascherare velocemente i capelli bianchi.

In commercio le alternative non mancano: molto di moda, ad esempio, le tinte in spray, da spruzzare direttamente sui capelli, anche solo sulla ricrescita. Un prodotto del genere, tra i più famosi, è “Ritocco Perfetto” di L’Oréal Paris: semplice da utilizzare, basta spruzzarlo 3 secondi e attendere meno di un minuto per l’asciugatura, e il gioco è fatto. Tutto bene, se non fosse che basta dare un’occhiata all’INCI per notare ingredienti come siliconi (non biodegradabili), PEG (derivati petroliferi), trietanolammina (una sostanza che, se non purissima, può liberare ammine, pericolosi composti). Non va meglio nel caso del prodotto di Sephora “Color Blush”, che contiene sempre siliconi e altre sostanze di sintesi.

Un’alternativa sono le maschere coloranti, a base cioè di pigmenti. La “Magica CC Capelli” di Collistar è una maschera nutriente e al tempo stesso riflessante, in grado di ravvivare il colore e coprire i capelli bianchi: senza ammoniaca e p-fenilendiammina (se non ne avete mai sentito parlare, scoprite di cosa si tratta nel mio post sugli ingredienti più pericolosi delle tinte per capelli), ma in compenso nell’INCI compaiono siliconi, parabeni, conservanti potenziali cessori di formaldeide, tensioattivi a base petrolifera.

Un altro trattamento che piace molto è il gloss per capelli: non solo aiuta a ravvivare un colore un po’ sbiadito e ridare luminosità alla chioma, ma promette anche di rinforzali nutrendoli dall’interno. Un prodotto molto famoso, sempre di L’Oréal, è Casting Crème Gloss, che oltre all’effetto lucido regala una colorazione semi-permanente; “senza ammoniaca”, ma in compenso contiene etanolammine, resorcina (interferente endocrino e frequentemente responsabile di allergie) e varie sostanze di sintesi.

Dovremmo quindi rinunciare ai rimedi veloci e alle tinte fai da te? Certo che no! Fortunatamente esistono alternative naturali per tutto, o quasi: scoprite i miei prodotti preferiti per una colorazione dei capelli temporanea.

IL RIMEDIO VELOCE PER COPRIRE LA RICRESCITA: Mascara per capelli di K POUR KARITÉ (€ 16,90)

L’unico mascara per capelli naturale al 100% che sono riuscita a trovare è questo, di questo marchio eco-bio francese reperibile sull’e-commerce BioVeganShop. Dall’INCI brevissimo e colore a base di pigmenti minerali, si può utilizzare sui capelli bianchi, sulla ricrescita o sulle lunghezze per creare un effetto meches; si elimina con un normale shampoo. Disponibile in 5 tonalità, è certificato Ecocert e Cosmebio.
Ottimo questo prodotto: copre bene, dura a lungo, e la consistenza simile a un gel permette anche di gestire i singoli capelli ribelli. Davvero molto buono!

GLI IMPACCHI RIFLESSANTI: Impacco Ayurvedico Riflessante “Gold Hair” di GYADA COSMETICS (€ 17,90 / 200 ml) e Gelatina Riflesso Biondo di PHITOFILOS (€ 9,89 / 150 ml)

La linea Hyalurvedic, chiamata così perché a base di erbe della tradizione ayurvedica, si compone anche di prodotti riflessanti, shampoo e maschere in versione biondo, rosso e per capelli scuri. La versione che ho provato io contiene pigmenti naturali di zenzero, curcuma, henné neutro e camomilla per regalare riflessi biondi; il gel d’aloe vera, l’acido ialuronico e il mix di erbe hanno invece azione idratante. Certificato bio da AIAB.
Dalla leggera, particolare e piacevole profumazione, rende i capelli subito molto pettinabili e morbidi; i loro sono davvero ottimi, ottimi prodotti.

La linea VegetAll di Phitofilos, oltre agli shampoo riflessanti, si compone anche di tre gelatine: una per capelli biondi, una per capelli rossi e ramati, e una per capelli scuri. È un prodotto pensato per lo styling, ma si può utilizzare anche come impacco, dopo il lavaggio e prima dell’asciugatura; ha pochissimi ingredienti, solo estratti vegetali, e come tutti i prodotti del marchio è certificato bio da AIAB.
Io ho provato la Gelatina camomilla e rabarbaro, sia sui capelli asciutti che su quelli bagnati: da asciutti li nutre, aiuta a districarli, permette di fare una messa in piega migliore e dà tenuta; da bagnati mi piace perché rende i miei capelli, che sono molto fini, più corposi. Un prodotto super.

IL GLOSS PER CAPELLI: Bio Hair Gloss di MONTALTO (€ 11,00 / 8 bustine monodose)

L’unico gloss per capelli naturale è quello di quest’azienda Made in Italy; non è un trattamento colorante ma solo lucidante: serve a proteggere il colore e farlo durare più a lungo; nutre, rinforza e rende più morbidi e luminosi i capelli; si può utilizzare anche come olio protettivo per il mare o la piscina, oppure per lo styling.
A base di oli vegetali di Argan, cocco e jojoba, è certificato bio da CCPB.

Se cercate una vera e propria tintura, che però sia naturale al 100%, dovete orientarvi verso l’henné e le altre piante tintorie: la cattiva notizia è che sono permanenti (non esistono – almeno per ora – vere e proprie colorazioni temporanee per capelli in versione naturale), quella buona è che potete applicarle anche solo sulla ricrescita per coprire i capelli bianchi. Ottimi prodotti sono quelli di Phitofilos o di Michele Rinaldi: se non siete sicure di saperle utilizzare, vi suggerisco di leggere il post, realizzato con la consulenza dell’esperto, sui consigli per l’uso delle tinte vegetali!

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

Ti potrebbe anche interessare

2 Comments

  • Reply
    Silvia
    28 Aprile 2022 at 8:00

    Ciao,
    io uso i gel coloranti dell’Erbolario.
    Sono sani?
    Grazie.
    S.

    • Reply
      Tessa Gelisio
      5 Maggio 2022 at 18:49

      Bocciati secondo i principi dell’EcoBioDizionario di Fabrizio Zago! Ci sono diverse sostanze con doppio bollino rosso, che nella legenda equivale a “inaccettabile”.
      Le uniche tinte veramente naturali sono le piante tintorie…

    Leave a Reply

    Secured By miniOrange
    Secured By miniOrange