In evidenza Provato per voi

Come prolungare l’abbronzatura: 10 consigli e gli autoabbronzanti bio

Consigli e prodotti per mantenere il colorito al rientro dalle vacanze

Ci si impegna tanto per conquistare quel colore dorato che fa sembrare tutti più belli, e non appena si torna a casa dalle vacanze diventa presto un ricordo. Purtroppo è un processo inevitabile, la melanina accumulata sulla pelle è destinata a scomparire con il normale ricambio cellulare, però esistono anche alcuni gesti quotidiani (e qualche cosmetico ad hoc) che possono aiutarci a prolungare l’abbronzatura il più possibile.

Ecco qui 10 strategie per salvare il colorito:

1) Lasciate perdere le lampade solari, cancerogene per pelle e occhi. Piuttosto, cercate di sfruttare ogni occasione per godere ancora dei raggi solari: un week-end al mare, una gita fuori porta o anche solo una passeggiata nel parco cittadino; fare sport all’aria aperta è un’ottima soluzione per stare in forma e prendere il sole. Anche se i raggi non sono forti come quelli estivi, non dimenticate la protezione!

Foto: www.riza.it

2) Anche l’alimentazione ha un ruolo importante: i cibi amici dell’abbronzatura sono gli stessi consigliati per preparare la pelle al sole. Via libera quindi ad acqua, anche 2 litri al giorno, e frutta e verdura di colori diversi per fare il pieno di vitamine ed antiossidanti.

3) Esistono colori che risaltano l’abbronzatura, come il rosso, l’arancione albicocca, il corallo: utilizzateli per abbigliamento e make-up (in cerca di rossetti o lip gloss bio? Nei post trovate i miei consigli per gli acquisti!).

4) Il colore sul viso è il primo a sparire, si sa. Intensificatelo con terre, blush e illuminanti.

5) Se non volete perdere l’abbronzatura ancora più velocemente, aspettate a fare trattamenti o utilizzare prodotti a base di acidi, come il glicolico o il salicilico: eliminano lo strato di pelle più superficiale, e con esso il colorito ottenuto!

6) Da evitare anche i profumi. Sconsigliati in estate, perché l’alcool contenuto potrebbe causare irritazione se ci si espone al sole, vale la stessa regola in questo periodo; inoltre, possono seccare la pelle e farla desquamare prima. Preferite le acque profumate, magari dei profumi tipici dell’estate: vi sembrerà di essere ancora in vacanza!

Foto: bellezza.pourfemme.it

7) Sotto la doccia, non utilizzate acqua troppo calda perché secca la pelle; non utilizzate spugne e per asciugarvi non sfregate troppo il telo, tamponate leggermente e lasciate asciugare all’aria. Occhio poi al detergente: sceglietelo delicato, privo di schiumogeni di sintesi, troppo aggressivi.

8) Lo scrub non fa perdere l’abbronzatura, anzi, eliminando le cellule morte rende il colorito più luminoso ed omogeneo! Il migliore per me resta sempre quello fai da te con olio extravergine d’oliva e sale, che oltre a esfoliare nutre anche la pelle.

9) Idratare la pelle è fondamentale per tenere alla larga secchezza e desquamazione, che fanno perdere il colore. Anche al rientro dal mare, continuate ad utilizzare il doposole, altrimenti una normale crema corpo ma dalla consistenza ricca (presto ve ne segnalerò qualcuna), oppure un olio vegetale, come quello di mandorle. Per far risaltare l’abbronzatura, potete provare un olio con glitter dorati: in questo post sugli oli corpo trovate la recensione di quello di Esprit Equo, un mix di oli di argan, jojoba e girasole arricchito da pigmenti minerali, che nutre a fondo la pelle e regala un bellissimo effetto illuminante.

Foto: www.unadonna.it

10) Un’alternativa sempre valida sono gli autoabbronzanti. Quelli di ultima generazione hanno delle formule migliori rispetto al passato, che intensificano l’abbronzatura ma in modo naturale; come sempre però, controllate l’INCI ed evitate prodotti con siliconi o paraffine che, impedendo alla pelle di respirare, la seccano più in fretta.

E allora, ecco che per concludere vi coniglio 6 autoabbronzanti naturali e bio; non li ho testati ma hanno tutti INCI verde, senza sostanze di sintesi e adatti anche alle pelli più sensibili.

BIO’S – Latte autoabbronzante (€ 14,90 / 150 ml)

È un marchio che ho scoperto da poco, e di cui vi ho recensito il balsamo per capelli, ma ho avuto occasione di provare anche uno dei loro prodotti solari e mi è piaciuto molto, nonostante la protezione fosse molto alta, si stendeva benissimo e lasciava la pelle morbida e nutrita.
Propongono anche l’autoabbronzante, specifico per pelle sensibile e delicata; l’inci è ottimo, molto breve e a base di sostanze idratanti come aloe, olio di mandorle e burro di karité.

 

BISOU BIO – Bio Crema Autoabbronzante (€ 15,00 / 150 ml)

 

Anche quella di Bisou Bio, marchio italianissimo di cui vi ho parlato varie volte, è una formula tutta naturale e base di ingredienti nutrienti: olio di mandorle, burro di karité, aloe, vitamina E. Le materie provengono da agricoltura biologica e il marchio è certificato bio da AIAB; inci brevissimo e ottimo.

 

GREEN ENERGY ORGANICS – Il mio solare biologico autoabbronzante spray (€ 25,99 / 150 ml)

Anche i solari di questo marchio mi sono piaciuti tantissimo, quindi pur non conoscendo l’autoabbronzante “vado sulla fiducia”. Si tratta di un prodotto dalla consistenza più leggera, non contiene oli ma ci sono diversi estratti vegetali ad azione lenitiva e antiossidante, come elicriso, camelia, malva, aloe vera, che aumentano l’effetto abbronzante. Consigliato per le pelli chiare e delicate, e per chi cerca un effetto anti-age. L’inci è come sempre verde, e le materie prime provengono da agricoltura biologica.

 

LAVERA – Latte autoabbronzante (€ 8,99 / 150 ml)

Questo è un ottimo marchio, che potete facilmente reperire nella GDO (nei supermercati Esselunga o Natura Sì, ad esempio). Propongono due versioni di autoabbronzante, il latte pensato per il corpo, e la Crema autoabbronzante per viso; al 100% naturale, adatto alle pelli sensibili, protegge la pelle grazie agli oli di macadamia e di girasole. Certificato biologico da NaTrue.

 

LOVEA nature – Spray autoabbronzante (€ 7,99 / 125 ml)

Non conosco personalmente questi prodotti, ma me ne hanno parlato molto bene e sono una buona alternativa nella GDO (li ho visti anche nei punti vendita OVS). Si tratta di un marchio francese di cosmetici naturali e bio, e nella linea di solari si può trovare anche questo autoabbronzante in spray, a base di olio di Monoi; non saprei sbilanciarmi sull’efficacia, ma l’inci è ottimo ed è certificato bio da Ecocert e Cosmebio. Da provare!

 

MARTINA GEBHARDT – “Rose” Bronzing fluid (€ 10,99 / 30 ml)

Di questo marchio di cosmesi eco-bio tedesco (che potete trovare su Ecco Verde) ho testato l’estate scorsa i doposole, trovandomi molto bene.
Questo prodotto è specifico per il viso: oltre a intensificare l’abbronzatura, idrata a fondo la pelle grazie alla formula a base di burro di karité e di cacao, oli d’oliva e avocado, estratti vegetali come carota e rosa damascena. Consigliato soprattutto per le pelli secche, l’inci è tutto naturale: il marchio è certificato Demeter per l’agricoltura biodinamica.

 

La tintarella non è l’unica cosa da preservare al rientro dalle vacanze: scoprite qui quali sono i principali benefici dell’estate per bellezza e benessere e come mantenerli a lungo!

 

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

 

Anche tu hai la sostenibilità nel cuore? Allora attiva l’energia pulita di LifeGate Energy per la luce della tua casa. È la migliore azione per chi ha a cuore la salute del pianeta. Scegli adesso per la tua casa energia 100% rinnovabile, 100% made in Italy. Risparmia attivandola facilmente online, cliccando qui sopra.

Nessun commento

Scrivi un commento