Risparmiare con i detersivi eco da supermercato | Ecocentrica
Provato per voi

Come risparmiare sui detersivi (anche quelli ecologici!)

Strategie, ricette fai da te e prodotti naturali low cost per pulire senza inquinare né spendere una fortuna

Al rientro dalle vacanze c’è un’incombenza che tocca a tutti: le pulizie di casa. Pavimenti, sanitari, vetri, balconi e giardini, il bucato, la polvere… ci si arma di ogni tipo di detersivo per pulire e disinfettare ogni angolo della casa. Senza badare a spese, visto che secondo l’ultima indagine Istat sulla spesa media delle famiglie italiane, la voce “Mobili, articoli e servizi per la casa” si piazza al 6° posto della classifica sulle spese non alimentari, con 108 € mensili. Certo, non tutti per i soli detersivi, ma verosimilmente in buona parte, visto che di solito non si cambia arredamento ogni mese. E gli italiani hanno una predilezione non solo per i prodotti per la pulizia, ma anche per tutto quello che è igienizzante e promette di decimare i batteri: da Fabrizio Zago, chimico industriale autore di EcoBioDizionario, ho scoperto che siamo i principali consumatori, con tutte le conseguenze per salute e ambiente. Secondo l’OMS, il 40% delle sostanze presenti nelle case e utilizzate ogni giorno, sono potenzialmente pericolose: è qualcosa che ho imparato anche dai vari esperti che ho intervistato in questi anni, ad esempio che i detersivi sono tra i principali responsabili di allergie e dermatiti, o che il 90% delle 60mila richieste di aiuto che ogni anno giungono al Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano sono per avvelenamenti domestici. L’Istituto Superiore di Sanità raccomanda di non utilizzare prodotti come la candeggina se non strettamente necessario, perché disinfettando troppo le case i bambini non riescono a sviluppare un corretto sistema immunitario; per non parlare poi di quello che i prodotti per la pulizia fanno all’ambiente. Secondo un’indagine dell’Istituto di ricerca “Mario Negri”, nelle acque dei fiumi del milanese finiscono ogni anno mezza tonnellata di sostanze chimiche per la cura di casa e persona: oltre al fatto che molte di esse sono nocive per gli ecosistemi acquatici, disperdere nell’ambiente prodotti disinfettanti e antibatterici favorisce il preoccupante fenomeno della resistenza agli antibiotici. E non vi ho menzionato i danni a lungo termine, che però ci sono, come quelli da inalazione di COV, Composti Organici Volatili, un insieme di sostanze che “possono causare effetti a carico di numerosi organi o apparati, in particolare a carico del sistema nervoso centrale. Alcuni di essi sono riconosciuti cancerogeni” (cito dal sito del Ministero della Salute), o dei conservanti cessori di formaldeide, un composto classificato come cancerogeno da IARC già nel 2004 ma non ancora sparito dalla circolazione.

Non stupisce quindi che anche ISS raccomandi di preferire i detergenti ecologici, a base di ingredienti naturali, biodegradabili, sicuri per la salute ed efficaci come quelli tradizionali. Come sempre, quando si parla di eco-bio, la prima obiezione è: costa di più. In realtà non è sempre così, ho trovato ottimi prodotti naturali anche nella GDO più economici di quelli dei marchi famosi; inoltre basta imparare qualche trucchetto, e risparmiare sulla spesa dei detersivi, anche quelli ecologici, diventa semplice. Vi svelo i miei!

Strategia n. 1: risparmiare soldi (e plastica) riducendo i flaconi

Foto: www.ecor.it

Gli esperti di marketing sono furbi, c’è poco da fare. Ma per “dribblare” le loro furbate, non lasciatevi subito incantare da cartelli con scritto “In sconto” o “In offerta” a caratteri cubitali, perché a volte ci sono prodotti che costano ancora meno. Inoltre spesso sono presenti formati diversi, quindi non sempre il detersivo con il prezzo più basso è più economico a pari quantità. Cercate sempre il prezzo al litro e, se è un marchio che conoscete e che utilizzate spesso, approfittate dei formati convenienza: spesso un flacone da 1 litro costa meno di 2 da 500 ml.

Meglio ancora poi se scegliete i detersivi alla spina, ormai reperibili anche nei supermercati (se cliccate sul link, trovate i marchi che ho selezionato): riutilizzare lo stesso contenitore più volte permette di risparmiare circa il 10-15%, e di consumare il 65% in meno di plastica!

 

Strategia n. 2: non comprare più del necessario

Foto: www.verdevero.it

Sugli scaffali dei supermercati oggi troviamo un detersivo per i piatti, uno per togliere il calcare dall’acciaio, uno per i vetri, uno per igienizzare le superfici, uno per smacchiare, uno per la cura della lavastoviglie e chi più ne ha più ne metta. Non serve spendere tanti soldi e riempirsi casa con decine di prodotti: la maggior parte di questi si può facilmente sostituire con delle ricette fai da te, a base di ingredienti naturali al 100% e molto più economici. Aceto, bicarbonato, acido citrico, sono dei veri jolly delle pulizie: con 100 ml di aceto di vino e 400 ml di acqua fredda otterrete un detergente per pavimenti; 3 cucchiai di bicarbonato e 1 di acqua sono sufficienti per creare un ottimo sgrassatore da utilizzare in cucina; 50 g di acido citrico disciolti in 500 ml di acqua possono sostituire l’ammorbidente (circa 100 ml di soluzione per ogni lavaggio). Su Ecocentrica vi ho proposto tantissime ricette fai da te, se scorrete tra i post ne troverete per ogni necessità!

Certamente i detersivi confezionati sono più facili da usare, perché già pronti all’uso. Vi propongo quindi un compromesso: comprate solo quelli che non si possono rimpiazzare con una ricetta fai da te super veloce e a base di pochi ingredienti, e preferite i prodotti multiuso, che potete usare in diversi modi. Un esempio? Il sapone ecologico per piatti si presta anche per la pulizia dei vetri (1/2 litro di acqua, 1/2 cucchiaino di sapone liquido, 2 cucchiai d’aceto) e dei delicati pavimenti in cotto (4 litri d’acqua, 4 cucchiai di alcol alimentare, qualche goccia di detersivo per piatti, 5 cucchiaini di aceto bianco).

 

Strategia n. 3: i marchi dei detersivi ecologici low cost

Infine, ecco qualche consiglio per gli acquisti: questi sono alcuni dei marchi di detergenza eco facilmente reperibile nei supermercati oppure online, con un ottimo rapporto qualità/prezzo, che uso abitualmente.

BIORO è la linea di Allegro Natura dedicata alla GDO (potete trovarli nei supermercati Iper). Sono tutti detersivi concentrati, per consentire anche un risparmio economico, e tutti rigorosamente naturali, certificati biologici da AIAB.

COOP è stata una delle prime catene a realizzare una linea bio di alimenti, cosmesi e anche di detergenza, chiamata ViviVerde. In questi anni vi ho recensito i loro prodotti eco per pavimenti, piatti, vetri e lavatrice, ma hanno anche carta riciclata, piatti e bicchieri usa e getta in materiale compostabile, tutto certificato Ecolabel.

CONAD Verso Natura Eco comprende vari prodotti per la pulizia della casa, più tovaglioli, fazzoletti e carta igienica da cellulosa di riciclo: questi ultimi tre prodotti Ecolabel.

PAM PANORAMA è un altro supermercato che ha prodotto una linea di detersivi ecologici, tutti a base di tensioattivi vegetali e biodegradabili, oltre che provenienti da fonti rinnovabili. I flaconi sono in plastica riciclabile. Ho provato tutti i loro prodotti, sono tutti molto buoni.

EKOS è uno dei marchi dell’azienda italiana Pierpaoli dedicati alla GDO: come tutte le altre loro linee, anche questa è assolutamente naturale e certificata bio da ICEA. I prodotti sono davvero ottimi. Li trovate in diversi punti vendita, ad esempio Eataly o Tigotà, oltre che sul loro shop online.

L’ALBERO VERDE è un marchio famoso in Francia, che da un po’ di tempo si trova anche in Italia: Coop, Esselenga, Carrefour, Tigotà. A base di materie prime di origine vegetale, sono certificati Ecolabel e privi di allergeni (sono raccomandati dall’Associazione indipendente di medici allergologi e dermatologi francesi).

NATURA AMICA è un marchio eco bio di cosmesi e detersivi che trovate da Tigotà. Nella linea per la casa ci sono detersivi per il bucato (che mi sono piaciuti molto), cura lavatrice e lavastoviglie, e i jolly delle pulizie come lisciva, percarbonato, acido citrico, sapone di Marsiglia, tutti naturali.

WINNI’S NATUREL, infine, è una buona alternativa ai prodotti tradizionali: si stanno impegnando a diventare naturali al 100%, e nel frattempo sul sito potete facilmente consultare le composizioni, trovando tutte le informazioni sugli ingredienti. Si trovano un po’ ovunque nella GDO.

 

Anche per quanto riguarda i detersivi eco, in questi anni vi ho citato tantissimi marchi e proposto recensioni dei loro prodotti: per trovarle, vi basterà fare una ricerca nella categoria Provato per voi.
E buone pulizie del rientro!

 

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

 

Anche tu hai la sostenibilità nel cuore? Allora attiva l’energia pulita di LifeGate Energy per la luce della tua casa. È la migliore azione per chi ha a cuore la salute del pianeta. Scegli adesso per la tua casa energia 100% rinnovabile, 100% made in Italy. Risparmia attivandola facilmente online, cliccando qui sopra.

Nessun commento

Scrivi un commento