Fette biscottate: marchi a confronto
Provato per voi

Fette biscottate: marchi a confronto

Diamo i voti ai prodotti più famosi in commercio

Classiche, integrali al malto d’orzo, rustiche, ai 5 cereali, al kamut: quali fette biscottate scegliere per una colazione sana e nutriente? 

Le marche in commercio, quelle più note e diffuse, vantano una gamma infinita di sapori e proprietà nutritive, proprio perchè le fette biscottate sono raccomandate da molti nutrizionisti nella dieta quotidiana, da consumare a inizio giornata – magari con una buona marmellata biologica, dello yogurt magro e una manciata di frutta secca – o per uno spuntino di metà pomeriggio, con una tisana detox e un frutto.

Una cosa è certa: le fette biscottate non sono tutte uguali. Ad esempio, rispetto a quelle prodotte con farine raffinate, sono certamente più salutari le fette biscottate integrali: basso indice glicemico, alto contenuto in fibre e ottimo apporto energetico. 

Notavo pochi giorni fa che lo scaffale dedicato alle fette biscottate è ormai sconfinato ed è davvero difficile trovare la chiave giusta per scegliere la tipologia di fette biscottate più adatte al nostro organismo, quelle più indicate per chi soffre di diabete, per chi vuol perdere peso o per chi mira unicamente a una dieta equilibrata e sana.

Il trucco? Come sempre, leggere attentamente le etichette! Ancora una volta, la mappa degli ingredienti ci regala una bussola perfetta per orientarci nel modo più corretto. 

Ho chiesto un parere specializzato alla Dott.ssa Monica Artoni, Dietista, per capire meglio come interpretare i valori della tabella nutrizionale. «Zuccheri, sale e fibre: sono questi gli elementi chiave da tenere in considerazione per scegliere le migliori fette biscottate. Il contenuto in zuccheri, che dà una stima dell’indice glicemico generale del prodotto, non deve mai superare i 10 grammi, meglio se 6, per 100 g di prodotto. Il sale, spesso in eccesso in questo tipo di alimenti, deve essere al massimo 1,5 grammi ogni 100 g di prodotto. Per le fibre, invece, più alto è il contenuto e meglio è! Non devono mai mancare nelle fette biscottate di qualità, mai sotto i 5 grammi per 100 g di prodotto.»

Per farvi qualche esempio concreto ho passato in rassegna i brand più famosi, con il commento medico – e il voto da 1 a 10! – della Dottoressa Artoni.

LE DORATE MULINO BIANCO – (€ 1,89 / 630g)

Ingredienti: farina di frumento, lievito, olio di semi di girasole, zucchero, estratto di malto d’orzo e mais, sale, farina di frumento maltato. Senza coloranti e senza grassi idrogenati.

«Pochi fattori positivi in queste fette biscottate. Come forse saprete, il primo ingrediente elencato è quello presente in quantità maggiore, il principale per capirci. Qui abbiamo la farina di frumento, cioè bianca e non integrale. Una nota negativa, sarebbe molto più salutare usare la farina integrale, per l’alto apporto di fibre. Bocciato anche l’olio di semi di girasole, molto meglio un buon olio evo. Ma è il sale a preoccuparmi maggiormente. Nella tabella nutrizionale, il contenuto è davvero troppo elevato, al limite del consumo giornaliero massimo consentito. Voto: 4

FIBREXTRA INTEGRALI MISURA – (€ 1,57 / 320 g)

Ingredienti: farina di frumento integrale 98,4%, Fibra solubile di frumento 1,6%, lievito, zucchero, olio vegetale, sale, farina di cereali maltati, agente di trattamento della farina: Acido L-ascorbico.

«Un contenuto adeguato di farina integrale, le fibre sono quindi garantite. E’ indicato un generico olio vegetale, molto più interessante dal punto di vista nutrizionale sarebbe stato usare l’extra vergine di oliva. Dalla tabella nutrizionale si evince anche un contenuto accettabile di sale. Voto: 8

LE FRESCHE BISCOTTATE AL KAMUT GRISSIN BON – (€/ 250g)

Ingredienti: farina di grano Khorasan Kamut 100%, crema di lievito, zucchero di canna, olio extravergine di oliva 4%, estratto di malto d’orzo, sale iodato, aromi naturali.

«Bene il grano 100% kamut, ha molte ottime proprietà organolettiche e garantisce un buon apporto energetico. Ugualmente nutritivo e ricco di fibre sarebbe stato anche un grano 100% integrale. Una nota molto positiva arriva dall’uso dello zucchero di canna, molto più salutare di quello raffinato, e finalmente un prodotto con olio extravergine di oliva! Peccato per il contenuto di sale, davvero troppo alto. Voto: 6,5.»

BELLE E BUONE GALBUSERA CON MIRTILLI ROSSI – (€ 3,79 / 200g)

Ingredienti: farina di grano tenero tipo 2, latte intero fresco pastorizzato di alta qualità, farina di grano tenero integrale, mirtilli rossi semicanditi, sciroppo di glucosio-fruttosio, zucchero, acidificanti, mandorle, uova fresche, semi di lino, semi di zucca, lievito di birra, miele, sale marino integrale, estratto di malto d’orzo e mais, aroma naturale.

«Qui l’industria dei prodotti da forno si è davvero sbizzarrita. Molto bene il grano tenero tipo 2, cioè integrale. Apprezzo anche l’utilizzo di latte intero fresco, dall’alto contenuto proteico. Sembra tutto molto naturale, fino a quando non si arriva allo sciroppo di glucosio-fruttosio, per poi passare allo zucchero e, dulcis in fundo – è il caso di dirlo! – al miele e ai mirtilli semicanditi. Davvero troppi zuccheri di tipologie diverse, qui l’indice glicemico va alle stelle! Più che fette biscottate sembrano veri e propri biscotti. Bocciato anche l’uso di acidificanti e troppo alta la percentuale di sale (anche se lo chiamano “marino integrale”, sempre di sale si tratta!). Voto: 6.»

FETTE BISCOTTATE PROBIOS – (€ 2,70 / 270g)

Ingredienti: farina integrale di frumento 81%, semi di lino 5%, olio extravergine di oliva, lievito di birra, sale, glutine di frumento.

«Le migliori in assoluto di questa selezione. Farina integrale come ingrediente principale, grandi proprietà benefiche dall’olio evo, buon apporto di Omega 3 dai semi di lino e bassissimo contenuto in sale. Promosse! Voto: 10 e lode

GRANFETTA BUITONI

Ingredienti: farina di frumento, farina integrale di frumento, destrosio, olio di palma, lievito, estratto di malto da orzo e mais, sale.

«Qui la bocciatura arriva facilmente, basta notare l’olio di palma tra gli ingredienti indicati in etichetta. Ormai gli effetti dannosi di questa sostanza sono noti a tutti, assolutamente da evitare! Anche la farina bianca di frumento non aiuta, mentre è buono il contenuto di sale e adeguato l’apporto di fibre. Voto: 5

Ora che avete scelto le fette biscottate che fanno per voi, non vi resta che abbinarci una buona marmellata biologica, magari di mele cotogne o arance, o meglio ancora della ricotta magra, che rallenta l’assorbimento degli zuccheri. Oppure una crema spalmabile alla nocciola, anche in questo caso ho scelto per voi le migliori!

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

Nessun commento

Scrivi un commento