In evidenza Provato per voi

Le creme corpo più famose del 2020 all’esame dell’INCI

Dai prodotti di lusso, a quelli più diffusi, a quelli dalla parvenza naturale: ecco cosa contengono

L’autunno, e poi l’inverno, sono le stagioni dell’anno in cui si fa scorta di prodotti specifici per pelle secca: viso e mani, si sa, sono le zone che soffrono di più per vento e freddo perché sono quelle maggiormente esposte, ma anche quella del corpo non è da meno. Seppur più protetta, può risentire di tanti fattori, come scarsa idratazione (in inverno si tende a bene meno rispetto a quando fa caldo), detergenti troppo aggressivi, indumenti pesanti che non permettono la traspirazione.

È il momento, insomma, di correre ai ripari e combattere secchezza e desquamazione: ma come scegliere una buona crema idratante per il corpo? Sicuramente deve contenere ingredienti in grado di nutrire in profondità, come burri e oli vegetali. Attenzione però a non cadere nei tranelli delle pubblicità o delle varie frasi in etichetta, “Con” questo e “Senza” quest’altro, che attirano i consumatori interessati alla cosmesi naturale (per fortuna, sempre in aumento) ma sono un po’ degli specchietti delle allodole.

E non fatevi ingannare neanche dai prezzi: i trucchetti del marketing (quelle che io chiamo “ecofurbate”) riguardano i prodotti della grande distribuzione, come quelli da profumeria e da farmacia.

Provare per credere: vi ho riportato alcune tra le creme corpo più famose del 2020, con il commento all’INCI analizzato grazie al portale EcoBioControl di Fabrizio Zago. Il giudizio lo lascio a voi…

ELIZABETH ARDEN – Green Tea Honey Drops Body Cream (€ 28,95 / 500 ml)

Come si presenta

Famoso marchio newyorchese, questa crema è letteralmente andata a ruba: il nome del prodotto si riferisce a due ingredienti naturali, estratto di tè verde e pappa reale. Dall’azione idratante e lenitiva, specifica per la pelle secca; ho letto che la sensazione è ottima, ma da cosa sarà regalata?

INCI: le sostanze da semaforo rosso

È presto detto: solo al terzo posto dell’INCI troviamo Paraffinum Liquidum, ovvero paraffina, un composto derivato dal petrolio, cui segue poco dopo Dimethicone, un silicone; sostanze fintamente idratanti.
Ci sono poi una serie di ingredienti effettivamente naturali, come burro di cacao, aloe, estratti vegetali… tutto bene fino a emulsionanti di sintesi, derivati siliconici e PEG (Ceteareth-20, Triceteareth-4 Phosphate, Peg/Ppg-18/18 Dimethicone); Triethanolamine, a cui è assegnato semaforo rosso perché “potrebbe dare, se non purissima, origine a delle nitrosoammine” (sostanze cancerogene); BHT, un conservante considerato un perturbatore endocrino, così come i parabeni (Methylparaben, Propylparaben); per chiudere, Cyclopentasiloxane, un altro silicone. Troppi ingredienti che non mi piacciono!

L’OCCITANE – Crema corpo Ultra-Riche Karité (€ 35,00 / 200 ml)

Come si presenta

Questo è un marchio dalla parvenza molto naturale. Di questa famosa crema, dicono, contiene burro di karité al 25%, un ingrediente che proviene da una cooperativa femminile del Burkina Faso, all’interno di un progetto equo solidale. Iniziativa ammirevole: ma come sarà la composizione?

INCI: le sostanze da semaforo rosso

Subito dopo l’acqua troviamo burro di karité e glicerina; peccato che poi compaiano siliconi (Dimethicone), PEG, ovvero un derivato petrolifero, paraffine e Polyacrylamide, un altro composto sintetico e scarsamente biodegradabile. Per il resto, tanti estratti naturali e oli vegetali. Peccato davvero, un INCI potenzialmente buono “macchiato” da queste sostanze…

NIVEA – Crema corpo vellutante (€ 4,99 / 500 ml)

Come si presenta

Un marchio della grande distribuzione, che non ha certo bisogno di essere introdotto: questo è uno dei loro prodotti per il corpo più venduti, specifico per pelle secca, arricchito da burro di karité, come viene specificato sul sito.

INCI: le sostanze da semaforo rosso

Un INCI brevissimo ma “povero” di sostanze davvero nutrienti: troviamo siliconi (Dimethicone), paraffina (Paraffinum Liquidum), C13-15 Alkane, un emolliente di origine sintetica e tossico per gli organismi acquatici, Carbomer, un addensante che è un derivato del petrolio. Il burro di karité è circa a metà della lista, quindi non sarà l’ingrediente principale. Ho paura che l’idratazione si più che altro una sensazione…

RILASTIL – Smagliature Crema (€ 42,90 / 200 ml)

Come si presenta

Questo è un marchio venduto in farmacia, famoso soprattutto per i prodotti corpo, e in particolare quelli ad azione elasticizzante per prevenire le smagliature. Questa crema è indicata però anche in caso di pelle secca, grazie a ingredienti come olio di riso, amminoacidi essenziali e vitamine.

INCI: le sostanze da semaforo rosso

Ovviamente non posso discutere l’efficacia, ma vi segnalo qualche ingrediente che non mi piace: c’è una “carrellata” di PEG (ne ho contati 6 diversi), oltre a C12-15 Alkyl Benzoate (anche questo un emolliente di sintesi, poco biodegradabile), siliconi (Dimethicone) e il già citato Carbomer. L’INCI è bocciato!

SHISEIDO – Firming Body Cream (€ 56,00 / 200 ml)

Come si presenta

Infine, un altro famosissimo marchio, per cui molte sono disposte a spendere, nonostante i prezzi siano superiori alla media. Una crema che è andata a ruba è questa, dall’azione nutriente e rassodante; è vero che non fanno nessun cenno al naturale, ma non siete curiose di scoprire cosa contiene?

INCI: le sostanze da semaforo rosso

Subito dopo l’acqua, ecco che troviamo la paraffina (a volte è indicata come Mineral Oil, ma è sempre la stessa cosa, così come Microcrystalline Wax o Cera Microcristallina che compare poco più avanti). La lista continua con siliconi (Dimethicone), diversi PEG, Carbomer, altra paraffina (Paraffin) e per finire, come conservante, il BHT. Praticamente un concentrato di derivati del petrolio.

Se ora vi state chiedendo “e quindi che crema corpo dovremmo usare?”, date un’occhiata al mio post sulle migliori creme corpo bio nutrienti. Inoltre, vi anticipo che a breve troverete i miei consigli per una beauty routine corpo in caso di pelle secca, con i nuovi prodotti che sto utilizzando in questo periodo: se l’argomento vi interessa, tornate presto su Ecocentrica!

N.B.: Le mie considerazioni sugli ingredienti le ho fatte alla luce di studi scientifici, opinioni di esperti di cui mi fido, fonti come EcoBioDizionario o i regolamenti delle certificazioni eco-biologiche.

Ti potrebbe anche interessare

2 Commenti

  • Commenta
    Lucia Mondello
    23 Dicembre 2020 at 15:16

    Vorrei sapere dove si possono acquistare i prodotti cosmetici di cui parla la signora Tessa. Grazie

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      28 Dicembre 2020 at 17:59

      ciao! le trovi tutte on-line oppure nelle bioprofumerie e nei negozi bio.
      un abbraccio

    Scrivi un commento