Green lifestyle

Mancanza di energia? Ecco i rimedi naturali

Cibi, integratori e altre strategie per recuperare le forze

Gli esperti la chiamano “sindrome da rientro”: il primo giorno di lavoro dopo le vacanze è facile accusare sintomi come disturbi del sonno, mancanza di energia, malessere. Tutto normale, le cause non sono solo psicologiche ma anche fisiologiche, perché in vacanza il livello di stress si abbassa, gli organi che hanno il compito di gestirlo si mettono a riposo, e quando si torna alla routine quotidiana non reagiscono immediatamente. Insomma, l’organismo ha bisogno di qualche giorno per tornare efficiente, ma se il lavoro non può aspettare, cerchiamo di dargli una mano.

Ci sono diversi rimedi naturali in grado di regalare più energia, fisica e mentale, a cominciare dai cibi che portiamo in tavola. Nutrienti, poveri di grassi e calorie, stimolano il metabolismo, migliorano l’umore e ricaricano le batterie: vediamo quali sono e come inserirli nell’alimentazione quotidiana con i consigli della Dott.ssa Sara Cordara, Nutrizionista.

LA COLAZIONE

Foto: viverepiusani.it

«Preferite il the verde, ricco di antiossidanti; se vi piace, aggiungete un pizzico di cannella, che dà energia per il suo contenuto di magnesio e in più è un naturale disinfettante, utile anche per le infiammazioni alle vie urinarie (che possono insorgere quando si esagera con i dolci). In abbinamento, fette biscottate integrali o anche biscotti secchi, ma con poco zucchero: controllate gli ingredienti, deve trovarsi verso la fine. Ottimo anche il cioccolato amaro, anche lui ricco di magnesio e antiossidanti; 2 quadretti, meglio la mattina.»

PRANZO E CENA

«Ai pasti consiglio il piatto unico: per il pranzo, sì a cereali integrali come farro e bulgur, da condire con pesto, verdure grigliate, legumi; perfetto anche l’avocado, che con il suo contenuto di Omega 3 contribuisce ad abbassare il colesterolo: provatelo ad esempio sul toast con le uova (NB: da preferire quello equosolidale o italiano!).
A cena, come componente proteica, preferite il pesce, almeno 3 volte la settimana; un esempio, la trota salmonata con i semi di papavero, ricchi di vitamine e sali minerali. Completate il pasto con verdure e pane, meglio di farro o segale, più ricchi di fibre.»

SNACK

Foto: www.labsanmichele.it

«A merenda, perfetto lo yogurt: dà energia e aumenta la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore. Da scegliere bianco e senza zucchero, volendo nella versione alla greca (più proteica), abbinatelo a mandorle, mele, semi di zucca, oppure a crusca, benefica per intestino e colesterolo.»

POCHI CONDIMENTI

«Concessi limone, olio extravergine d’oliva, magari da alternare a quello di vinaccioli o di lino crudo, utili in caso di cali energetici. Se non potete fare a meno della salse, sceglietele più light, a base di yogurt, ricotta o avocado.»

IL CONSIGLIO IN PIÙ

Foto: www.greenme.it

«Un cucchiaio da tavola di polline di api tutte le mattine appena svegli: ricco di aminoacidi e sali minerali, dalle proprietà energizzanti e immunostimolanti, è indicato proprio per i periodi di stanchezza e spossatezza.»

 

La natura offre tantissime soluzioni per ricaricarsi di energia: ecco perché ho consultato anche Annamaria Previati, naturopata e titolare di BioStudioNatura, che ha preparato un suo elenco di rimedi.

I CIBI UTILI

Foto: www.soluzionidicasa.com

Riso integrale, rosso o venere, ricchi di magnesio, hanno effetto detox ed energizzante; noci (3-4, come snack a metà mattina) oppure olive (4-5); i frutti rossi, tonificanti, si possono consumare anche come marmellata, soprattutto a colazione; il pepe nero, aiuta anche in caso di infiammazioni alle vie respiratorie.

I RIMEDI NATURALI

Lo sciroppo di prugnolo è consigliato proprio nei periodi in cui si ha maggior bisogno di energia; si consigliano 3 cucchiai al giorno, disciolti in acqua oppure in una tisana. La marmellata di rosa canina è ricca di vitamina C ed antiossidante, mentre la pappa reale ha azione ricostituente, utile nei periodi di stanchezza. Anche il kefir, una bevanda che si ottiene dal latte fermentato, è perfetto: contiene probiotici, vitamine e sali minerali come calcio, fosforo e magnesio.

GLI INTEGRATORI

Foto: www.farmaciapoggi.it

Tra i più indicati per stanchezza fisica e mentale ci sono l’eleuterococco, ovvero il ginseng peruviano, da assumere anche sotto forma di infuso; oro-rame-argento in oligoelementi (una fialetta al giorno), oppure anche l’oro da solo, se cercate anche un’azione antinfluenzale; ottimo anche un rimedio a base di semi di pompelmo ed echinacea, EchinaBIOcitrus di Remedia Erbe.
Se avete difficoltà a dormire, potrebbe esservi utile la melatonina, ma per questo è meglio chiedere il consulto del medico.

 

E poi forza e coraggio, che tra una settimana starete già molto meglio!

1 Commento

  • Commenta
    giulia
    11 gennaio 2018 at 12:26

    Assolutamente il rientro a volte è traumatizzante nel mio caso colpa anche degli stravizi natalizi a base di dolci e junk food mi sono messa in periodo detox e la natura e infusi aiutano molto l processo insieme a buona dose di sonno, dieta sana (ricca di frutta verdura e cereali) e del movimento…piccoli cambiamenti grandi risultati:D

  • Scrivi un commento

    Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect. Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.