Menopausa: sintomi, disturbi principali e i rimedi | Ecocentrica
Green lifestyle In evidenza

Menopausa: quali sono i principali disturbi e come prevenirli

I consigli di tre esperte per affrontare questa fase della vita di una donna

Le statistiche dicono che le donne adottano stili di vita più salutari e sono più attente, soprattutto quando si tratta di prevenzione: ne ho avuto spesso la conferma anch’io attraverso questo blog, perché spesso le richieste di approfondimenti su tematiche di salute arrivano proprio dalle lettrici. Un tema in particolare mi è stato più volte chiesto di affrontare qui su Ecocentrica, ovvero la menopausa: un momento molto delicato, che prima o poi riguarda tutte. L’unica soluzione, quindi, è affrontarla al meglio e cercare di prevenirne i disturbi.

Per parlarvi di questo argomento, ho coinvolto tre esperte: la Dott.ssa Angela Maio, Medico specialista in Ginecologia e Ostetricia, esperta di terapie naturali; la Dott.ssa Patrizia Pasanisi, Medico specialista in Igiene e Medicina Preventiva, con un Master in Nutrizione; Annamaria Previati, bio-estetista e Naturopata. Ciascuna ha contribuito con chiarimenti e risposte ai dubbi che avete inoltrato, dando il loro punto di vista su come arrivare preparate a questa fase della vita e ridurre al minimo i classici disturbi “collaterali”.

Abbiamo tenuto una diretta sulla mia pagina Facebook, ma se l’avete persa, di seguito trovate il video:

Ricapitolando quello che abbiamo imparato, si può dire innanzi tutto che la cosa più importante è, come sempre, prevenire, con l’alimentazione e uno stile di vita sano: non esistono bacchetta magica né rimedi dell’ultimo minuto. Bisogna infatti sapere che se la menopausa è un momento, che coincide col termine della fertilità femminile (avviene solitamente tra i 45 e i 55 anni), il nostro organismo inizia molto prima a subire importanti cambiamenti, che provocano quei disturbi che molte donne conoscono, come aumento di peso, vampate di calore, ma anche un aumento del rischio di malattie serie come osteoporosi, patologie cardiovascolari, tumore al seno. Spiega la Dott.ssa Maio: «La menopausa è il momento in cui cessano le mestruazioni, ma è un processo che comincia molto prima; è più corretto parlare di climaterio, ovvero il periodo che precede la menopausa, quando il corpo affronta un serie di cambiamenti perché l’attività ormonale inizia a calare. Può durare più o meno 5 anni, generalmente dai 40 in poi l’attività delle ovaie non è più così regolare: ecco perché consiglio alle donne già a quell’età di affrontare il problema, magari affidandosi a diverse terapie naturali che possono aiutare l’ovaio a funzionare meglio.»

E l’alimentazione può aiutare ad affrontare la menopausa? Mi risponde la Dott.ssa Pasanisi: «Molte donne in questo periodo lamentano un aumento del peso o gonfiore addominale. Il motivo è che durante la menopausa cambia il metabolismo, calano gli estrogeni e in proporzione crescono gli ormoni maschili, che continuano invece ad essere prodotti: sono loro i responsabili dell’aumento di grasso e nella zona dell’addome, com’è tipico negli uomini. Purtroppo, il grasso addominale, insieme ad altri fenomeni che avvengono in menopausa, come innalzamento della pressione, aumento dei trigliceridi, crollo del colesterolo buono, portano a un maggior rischio cardiovascolare: ecco perché le donne devono fare uno sforzo in più a tavola. La dieta ideale è quella prevalentemente vegetale, perché meno calorica, come la classica dieta mediterranea a base di cereali integrali, frutta e verdura, olio EVO, legumi, pesce azzurro e pochi cibi di origine animale.»

La menopausa, con l’alterazione dell’attività ormonale, ha una serie di conseguenze, con disturbi fisici ma anche psicologici, come insonnia o sbalzi d’umore. Abbiamo cercato di discuterne insieme, parlando di uno di quelli più comuni, segnalato anche da tante donne all’ascolto della diretta: le vampate di calore. «è un disturbo comunissimo che affligge tante donne», spiega la Dott.ssa Maio. «I cambiamenti a livello ormonale alterano alcuni meccanismi nervosi, il corpo registra la temperatura esterna come troppo calda e mette in atto la sudorazione per disperdere il calore.» Sul quanto possano durare, è difficile dirlo. «Ci sono donne che ne soffrono anche per anni, ma in quel caso bisogna indagare le cause: dietro potrebbe esserci ad esempio un problema tiroideo. Quello che però ho notato nella mia esperienza è che il problema riguarda specialmente le donne con livelli di stress più alti, mentre in quelle che hanno una qualità di vita migliore, mangiano in modo sano e fanno attività fisica, le vampate sono inesistenti o comunque molto tollerabili.»

Abbiamo parlato anche di una patologia che colpisce molto frequentemente le donne in menopausa: l’osteoporosi. La prevenzione deve iniziare molto prima, fin da giovani, sottoponendosi a controlli per scoprire la salute delle proprie ossa, assumendo integratori di vitamina D se si è carenti, facendo movimento, anche una semplice camminata. Per quanto riguarda la dieta, l’argomento latticini è un po’ controverso: secondo la Dott.ssa Pasanisi non è un singolo alimento a fare la differenza, ma il modello alimentare. «Gli studi dicono che un maggior consumo di latte e latticini non ha nessun effetto, negativo o positivo, rispetto alle fratture da osteoporosi; in generale però un’alimentazione ricca di prodotti animali ne aumenta il rischio, mentre una prevalentemente vegetale è protettiva.»

Con Annamaria Previati abbiamo parlato soprattutto di estetica, di come cambia la pelle e quali sono i suoi nuovi bisogni. Se da un lato va nutrita e mantenuta elastica, compensando la perdita di acqua, vitamine e sali minerali, dall’altro diventa più reattiva, più sensibile, per cui è meglio non utilizzare troppi prodotti per non infiammarla: preferire ingredienti semplici, naturali e di qualità. Le cose da dire sarebbero state tante, e durante la diretta non c’è stato il tempo di affrontarle tutte, ma Annamaria ha preparato qualche consiglio: via libera ai cosmetici a base di bioflavonoidi, che combattono i radicali liberi, proteggono dalla disidratazione e prevengono la fragilità capillare; se volete concedervi un trattamento professionale, provate il Trattamento Olistico al Corpo di Dr. Hauschka, con trifoglio rosso, ricco di isoflavoni, e ingredienti nutrienti come oli vegetali e burro di karité. Come cosmetico, consiglio un nuovo prodotto, Aqua di Sice, di Cosmesi Eubiotica: per viso e corpo, rassoda e tonifica la pelle, ed è perfetta anche per restituire l’idratazione persa con le vampate.
A proposito, un ottimo rimedio per le vampate è Climagem di Remedia Erbe, una miscela di gemmoderivati; utili anche erbe come la passiflora, il biancospino e l’escolzia.
Per gonfiore e grasso addominale, in salone potete scegliere tra alcuni trattamenti: Cellpack®, anche per combattere la cellulite, coppettage (la vacuum terapia) o gli elastotaping kinesiologici, che hanno azione drenante.

 

In conclusione, quello che ho imparato da questa chiacchierata a più voci è che bisogna come sempre ascoltare il proprio corpo, anche quando affronta dei momenti di profondi cambiamenti, ed assecondare le sue richieste. Per vivere serenamente questo periodo, riducendo al minimo i disagi, è fondamentale prevenire, adottare da sempre uno stile di vita sano, curare l’alimentazione, fare attività fisica in modo costante e magari provare nuove esperienze, come la meditazione, che si può iniziare a qualunque età (tra l’altro, pare sia ottima per gestire insonnia e disturbi dell’umore!).
Il benessere è uno stato che va perseguito e coltivato, sempre.

Anche tu hai la sostenibilità nel cuore? Allora attiva l’energia pulita di LifeGate Energy per la luce della tua casa. È la migliore azione per chi ha a cuore la salute del pianeta. Scegli adesso per la tua casa energia 100% rinnovabile, 100% made in Italy. Risparmia attivandola facilmente online, cliccando qui sopra.

Nessun commento

Scrivi un commento