Milano Fashion Week
Green Fashion

Milano Fashion Week

Ambiente e sostenibilità nella settimana della moda: le novità più green delle collezioni 2020

Come ogni anno Milano è diventata la capitale mondiale della moda: una settimana di sfilate, passerelle, eventi e conferenze stampa in cui le grandi firme del fashion internazionale hanno presentato i loro modelli di punta, lanciato le nuove tendenze e decretato i look più glamour della prossima stagione!

Sembra essere il verde il colore più trendy della Fashion Week 2020 e non mi riferisco alle nuances dei capi in passerella: per i grandi stilisti della moda mondiale la parola d’ordine quest’anno è green

E’ stata, infatti, la sostenibilità il denominatore comune delle collezioni presentate a Milano, una svolta verde attesa da tempo e che finalmente ha coinvolto anche l’industria del fashion, che oggi strizza l’occhio all’ambiente attraverso la ricerca non solo di tessuti biologici naturali, ma anche di materiali innovativi e riciclabili.

Ma l’industria della moda sta realmente riducendo il proprio impatto sul Pianeta? Non dobbiamo dimenticare che l’industria tessile è la seconda più inquinante al mondo, responsabile di circa il 10 % delle emissioni di gas serra sprigionate dal settore industriale. Lo conferma anche Greenpeace: 1 chilo di tessuto prodotto genera in media 23 chili di gas climalteranti.

Ma non solo. L’ultimo rapporto dell’Area Studi Mediobanca ha evidenziato che, se da un lato l’83% dei grandi colossi della moda ha aumentato del 2,8% l’impiego di energie rinnovabili, dall’altro sono aumentate sia le emissioni di CO2 (+5,5%) che la quantità di rifiuti prodotti (+5%). 

La strada verso l’ecosostenibilità è ancora lunga, ma è stato un vero piacere ammirare sui green carpet milanesi le ultime novità della moda mondiale, che si è finalmente schierata dalla parte dell’ambiente. Ecco per voi le collezioni più eco friendly e i brand più ecocentrici della Milano Fashion Week 2020!

GILBERTO CALZOLARI

Al suo esordio nella settimana delle sfilate milanesi, lo stilista ha voluto subito dare una inconfondibile impronta green alla Fashion Week 2020, con una collezione di abiti eleganti e ricercati, ma al tempo stesso prodotti in modo sostenibile e con grande attenzione all’ambiente. Seta organica, denim ecologico, nylon Evo ottenuto da olio di ricino e poliestere Seaqual derivato dai rifiuti plastici marini: ecco alcuni dei materiali ecocompatibili che hanno rappresentato l’anima green di questo talentuoso artista.

ALBERTA FERRETTI

Sofisticata ed elegante anche di giorno la donna vestita da Alberta Ferretti, in passerella alla Milano Fashion Week 2020. Seta, chiffon, cashmere, fibre naturali e tessuti ecologici per i nuovi modelli della celebre maison di moda, che quest’anno ha voluto dare particolare risalto non solo all’abilità sartoriale, ma soprattutto alla ricerca di materiali ecocompatibili, certificati e provenienti da filiere etiche e a basso impatto ambientale, per una moda sempre più amica del Pianeta. 

GIORGIO ARMANI

E’ stato Re Giorgio il protagonista indiscusso della rivoluzione verde sulle passerelle milanesi della moda uomo, in scena a Milano lo scorso gennaio. Un messaggio diretto e immediato in favore del Pianeta, con la sua nuova collezione intitolata R-EA (Recycling Emporio Armani) e uno slogan che non lascia dubbi: I’m saying yes to recycling! Il capo di punta è il piumino, realizzato con materiali riciclati come lana e denim rigenerati e cotone organico ma, al tempo stesso, glamour ed innovativo.

VIVIENNE WESTWOOD

Da sempre impegnata nei temi dei diritti umani e della libertà di espressione, la storica stilista britannica ha voluto quest’anno porre l’attenzione verso la tutela dell’ambiente e soprattutto creare una moda etica e sostenibile. Capi in lana pura priva di tinture chimiche di sintesi, materiali di qualità, durevoli e non nocivi per la salute e modelli innovativi prodotti con un ridotto consumo di acqua ed energia. Un messaggio green che certamente è arrivato al pubblico e ha decretato il successo della sua collezione 2020!

ELEONORA BENI

Solo tessuti e filati 100% Made in Italy per le ultime creazioni della giovane fashion designer casentinese, che ha portato alla Milano Fashion Week la sua nuova collezione, connubio perfetto tra modernità e tradizione. Capi innovativi ed eclettici, che esaltano la grande abilità sartoriale italiana e strizzano un occhio alle nuove tendenze green, grazie all’utilizzo di materiali certificati e prodotti in modo completamente ecosostenibile.

La moda è certamente una straordinaria forma d’arte e può regalarci una rappresentazione innovativa e originale del mondo in cui viviamo. E proprio dai grandi stilisti mondiali è giusto che arrivi un inequivocabile messaggio green, per una slow fashion che possa finalmente rispettare l’ambiente e non distruggerlo.

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento