Pancia piatta: esercizi e dieta per sgonfiarsi | Ecocentrica
Green lifestyle

Obiettivo pancia piatta: come eliminare il gonfiore addominale

I cibi da evitare, lo sport e i rimedi naturali per la pancia gonfia

Tutte le donne sognano il classico fisico a clessidra: spalle e fianchi proporzionati, seno prosperoso, punto vita sottile. E ovviamente pancia piatta!

Ridurre il girovita non è solo una questione estetica, perché il grasso addominale è uno dei fattori di rischio per malattie cardiovascolari e diabete (non si dovrebbero mai superare gli 88 cm per le donne e i 102 cm per gli uomini); però capita di ritrovarsi con l’addome a palloncino anche dopo una dieta oppure con un fisico magro di costituzione: questo perché sono tanti i fattori che possono incidere sui centimetri del punto vita, da uno scarso tono muscolare ai problemi di digestione.

Ecco quindi qualche consiglio, preparato insieme a degli esperti, per ottenere un ventre piatto, dai cibi da evitare agli esercizi da fare.

RIDURRE IL GONFIORE CON I CIBI GIUSTI

Foto: www.cosmopolitan.com/it

A volte il motivo per cui non si ha la pancia piatta è semplicemente gonfiore addominale: è un problema che riguarda almeno il 20% della popolazione italiana.
Esistono cibi ricchi di particolari zuccheri, chiamati con l’acronimo di FODMAP, che comprendono ad esempio il lattosio, il fruttosio (contenuto in grandi quantità in mele, pere, cocomeri), oligosaccaridi di alcuni vegetali come le crucifere, polioli che si trovano in legumi, cereali con glutine, alcuni dolcificanti; in persone predisposte, tendono a fermentare troppo nell’organismo, provocando gonfiore addominale (ne avevamo già parlato, perché la dieta a basso contenuto di FODMAP è consigliata in particolare alle persone che soffrono di colon irritabile).
Riducendo questi cibi è possibile sgonfiarsi anche in poco tempo, ma è sempre meglio chiedere consiglio a uno specialista, sia perché la dieta FODMAP è molto restrittiva e va compensata adeguatamente, sia perché a volte la causa di un addome appesantito sono le intolleranze alimentari.

I RIMEDI NATURALI CONTRO LA PANCIA GONFIA

Foto: dilei.it

Anche la natura può essere d’aiuto nel raggiungere l’obiettivo di un punto vita più sottile: ecco la ricetta per una tisana che aiuta a riequilibrare la flora intestinale, suggerita dalla naturopata Annamaria Previati. «Fatevi preparare in erboristeria finocchio, anice e cumino in parti uguali; prendete un cucchiaio della miscela, versatelo in 750 ml di acqua bollente e lasciate in infusione per 10 minuti: bevete l’infuso dopo i pasti principali.»

Foto: obiettivobenessere.tgcom24.it

Utile anche il massaggio addominale, «con manovre circolari in senso orario, meglio se con olio di cumino nero a cui aggiungere 2 gocce di olio essenziale di achillea, angelica e coriandolo», oppure una «digitopressione su un punto preciso dell’agopuntura, chiamata tabacchiera anatomica: è la fossa tra indice e pollice.»

GLI ESERCIZI PER RIMODELLARE IL PUNTO VITA

Fondamentale poi lo sport, non solo per bruciare grassi e calorie e combattere i chili di troppo, ma anche per tonificare i muscoli addominali e correggere un ventre dall’aspetto troppo “rilassato”.

«Non c’è nulla di più femminile di una donna con un girovita sottile… ma se non sei geneticamente predisposta devi lavorare per riuscire ad assottigliarlo! Purtroppo la dieta da sola non è sufficiente: per sfoggiare un fisico in forma e la pancia piatta bisogna fare movimento con costanza.
Per snellire il girovita consiglio esercizio cardio come la corsa, saltelli con la corda, camminare a passo svelto, bicicletta e fare esercizi specifici almeno 3 volte a settimana», dice Ioana Dunica, personal trainer.

Ecco un esercizio per gli addominali che si può fare anche da soli a casa:

«La plank è l’esercizio perfetto per ritrovare un girovita sottile. Posizione prona a terra, appoggiati sui gomiti, piedi leggermente divaricati e gambe e schiena dritte. La nuca deve essere allineata al resto del corpo, il corpo deve essere dritto come una tavola. È molto importante non inarcare la schiena né sollevare troppo i glutei altrimenti l’esercizio diventa inefficace. Cerca di tenere la posizione per 30/60 secondi, poi riposate 30 secondi e ripetete l’esercizio 3/4 volte.
Se non riuscite o vi sembra troppo faticoso, eseguite l’esercizio con le ginocchia appoggiate a terra.»

 

Con questi consigli potrete tornare in perfetta forma in tempo per la prova costume: l’importante è la costanza, a tavola e con l’attività fisica!

2 Commenti

  • Commenta
    Andrea Ambrosi
    16 maggio 2018 at 17:35

    I tuoi argomenti sono sempre molto interessanti Tessa, non capisco però il motivo di queste espressioni in fotografia.

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      17 giugno 2018 at 14:53

      😉

    Scrivi un commento