Passare all’elettrico da oggi è facile | Ecocentrica
Green lifestyle

Passare all’elettrico da oggi è facile

Ecco la mia citycar 100% elettrica

Ho fatto il “grande salto”: sono passata all’auto elettrica! Approfittando dell’ecobonus e rottamando la mia vecchia auto, sono riuscita ad acquistare la nuova Zoe con poco più di 15mila euro, risparmiando il 44% sul prezzo di listino. Per motivi familiari ho bisogno di due automobili e da tempo desideravo una vettura 100% elettrica con la quale potermi muovere a zero emissioni. Tra le varie ricerche la nuova Renault Zoe si è rivelata la più conveniente sul mercato, una perfetta citycar compatta e performante. Gli interni sono molto confortevoli e spaziosi a partire dai sedili rivestiti di tessuto riciclato al 100% e un cruscotto moderno e super tecnologico che mostra in modo intelligente tutto ciò che serve: econometro, autonomia del veicolo, sistemi di assistenza alla guida, duplicazione della navigazione. Chiaramente questo tipo di veicolo non è ottimale per i lunghi viaggi, per una questione di autonomia e tempi di ricarica, ma è sicuramente ideale per chi, come me, utilizza l’auto principalmente in città o per brevi spostamenti (la media degli spostamenti degli italiani ogni giorno è di circa 50 km, quindi direi che rientra pienamente negli standard) anche se il mio modello ha 320 km (veri) di autonomia su percorsi misti, anche in autostrada. 

Passare all’elettrico non è più così difficile come qualche anno fa perché ci sono veicoli di tutte le fasce di prezzo, oltre a un numero sempre maggiore di colonnine per ricaricarli (una parte degli ecoincentivi sono destinati proprio alle colonnine). 

Io ho deciso di installare una wallbox, ovvero una “colonnina a parete” per ricaricare la mia Zoe direttamente a casa e mi sono affidata a Jam-M (https://www.ecojamm.com) un’azienda che lavora in tutta Italia e che offre soluzioni e servizi per la mobilità elettrica. Nell’arco di pochissime ore, un team di tecnici specializzati e certificati, mi ha installato la wallbox eo Mini, il dispositivo più piccolo e tecnologicamente avanzato attualmente disponibile in commercio. La wallbox è una soluzione di ricarica compatibile con tutti i modelli di auto elettriche che può essere posizionata nel box, in giardino e negli spazi privati e comuni del condominio, con le opportune autorizzazioni. Personalmente non ho dovuto fare modifiche di potenza dell’impianto elettrico, le torrette di ricarica sono comunque disponibili in un ampio range di potenza, che va dai 2.5 ai 7.2 kW nel caso si tratti di un’abitazione privata, fino ai 400-500 kW nel caso di aziende o strutture pubbliche.

IL MOMENTO DELL’INSTALLAZIONE ATTACCHIAMO LA CORRENTE

Ricaricare una macchina elettrica da casa ha dei costi molto più vantaggiosi rispetto a una ricarica tramite le colonnine pubbliche, se poi si utilizza energia proveniente da fonti 100% rinnovabili, come nel mio caso, ne trae vantaggio anche il pianeta dato che mi muovo totalmente a zero emissioni! Ho calcolato che se ricarico la macchina per 8 ore durante la notte spendo intorno agli 8 euro, mentre se la ricarico di giorno circa 12 euro. Inutile sottolineare l’enorme risparmio rispetto a un pieno di benzina! Ma non è finita: per i primi 5 anni le auto elettriche sono esentate dal pagamento del bollo (in alcune regioni non si paga affatto), le assicurazioni prevedono tariffe agevolate e i costi di manutenzione sono molto più bassi rispetto alle auto a motore termico.

Come abbiamo visto passare all’elettrico oramai ha solo vantaggi: spendi molto meno rispetto a un’auto tradizionale, può circolare liberamente nei centri storici e nelle aree ZTL, è molto piacevole da guidare perché priva di rumori. E cosa più importante: non inquina.

Sono molto fiera del mio acquisto: la mia Zoe è molto bella, è super tecnologica e a emissioni zero! 

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento