Green lifestyle

Piante da appartamento pericolose e quelle sicure per i gatti, quali sono

Tessa, piante da appartamento gatti

Arricchire la casa con delle piante da appartamento è senz’altro un modo per renderla più accogliente e piacevole. In molti casi però non si presta troppa attenzione al tipo di pianta scelta, si guarda prevalentemente l’estetica. Chi ha il piacere e l’onore di vivere con uno o più gatti sa però che si tratta di una decisione da prendere con cura.

Al pari dei bambini più piccoli e dei cani, anche i nostri amici felini potrebbero inavvertitamente entrare in contatto con piante dannose per la loro salute e decidere di “assaggiarle”. In alcuni casi si tratterebbe solo di leggeri malesseri, facili da contrastare e dal rapido decorso, in altri il rischio è più serio.

Piante da appartamento nocive per i gatti

Parliamo di piante spesso presenti, anche solo per brevi periodi, all’interno delle nostre case. Un esempio è la Stella di Natale, le cui parti tossiche sono le foglie e le brattee (foglie modificate che accompagnano i fiori). Si tratta di un decorso dall’esito solitamente favorevole, contraddistinto da diversi sintomi, tra i quali:

  • Diarrea;
  • Vomito;
  • Tremori;
  • Congiuntivite;
  • Lacrimazione;
  • Dermatite vescicolare;
  • Bruciore a bocca e lingua.

Non c’è soltanto la Stella di Natale tra le piante nocive per i gatti. L’elenco comprende anche:

  • Agrifoglio (bacche e foglie);
  • Vischio (bacche e foglie);
  • Dieffenbachia (foglie);
  • Monstera (foglie);
  • Anthurium (fiori);
  • Filodendro (foglie);
  • Ficus (foglie);
  • Yucca (foglie);
  • Primulaceae –  ad es. Primule e Ciclamini (se ingeriti radici e bulbi possono essere mortali).

Piante da appartamento sicure per i gatti

Perché correre pericoli inutili quando possiamo evitarlo attraverso una scelta attenta delle piante da appartamento? Ce ne sono diverse molto belle, utili e soprattutto sicure per i gatti.

Albero di giada

Partiamo con la pianta nota come albero di giada, dal piccolo fusto eretto che ricorda appunta quello degli alberi. Le foglie sono di colore verde splendente e hanno una forma leggermente concava, che ricorda quella di un cucchiaio. Se illuminate direttamente dalla luce solare le foglie possono mostrare una tonalità tendente al rosso lungo i bordi.

Nota anche col nome di crassula ovata, questa pianta è soprannominata albero dei soldi. Deve il suo curioso soprannome alla credenza che ogni nuova foglia porterà nuova ricchezza a coloro che se ne prendono cura. Per il “non ci credo, ma se funziona…” consigliamo di potenziarne l’effetto posizionandola in un vaso rosso, dopo aver posto sul fondo di questo una moneta.

Non ha moltissime esigenze a livello di cura, a eccezione di una buona esposizione solare. Stanza molto luminosa quindi, e innaffiatura non frequente. Le foglie risultano di colore verde medio, ma possono assumere tratti rossastri lungo i bordi.

Felce, la regina delle piante da appartamento per gatti

Bella da vedere e molto semplice da coltivare è la felce comune, oltre che innocua per i gatti. Per crescere bene ha bisogno sostanzialmente di molta luce e di umidità elevata. Queste condizioni la rendono un’ottima scelta per coloro che vogliono inserire delle piante in bagno, solitamente la stanza ideale per questa pianta.

Le buone notizie non finiscono qui, in quanto la felce contribuisce in maniera evidente a ridurre i livelli di formaldeide all’interno delle abitazioni. Si ritiene che possa assorbire fino a 20 microgrammi di sostanza nocive in appena un’ora.

Piante da appartamento meno tradizionali? L’erba di grano

Spesso erroneamente chiamata erba gatta, l’erba di grano (oppure orzo o avena) è un ottimo modo per colorare di verde la propria casa e attirare l’attenzione dei felini. I nostri amici a quattro zampe preferiranno di norma sgranocchiarne le morbide foglie anziché le altre piante di casa.

All’aspetto somiglia molto a una sorta di “prato inglese”, quindi può essere utilizzata sia per il balcone che in piccoli vasi all’interno della casa. Oltre a non essere tossica è persino benefica per i gatti, sostiene il benessere del tratto gastrointestinale e favorisce l’espulsione dei boli di pelo.

Papiro

Cyperus Involucratus, questo il nome scientifico di una delle altre specie consigliate per le piante da appartamento a prova di gatti. Più comunemente nota come papiro, che come per l’erba dei gatti o erba di grano è una potenziale calamita per i felini.

Anche in questo caso potrebbe consentire ai piccoli di sfogarsi e a voi di salvaguardare le altre piante presenti in casa. In più è esteticamente apprezzata e può fare senz’altro la sua bella figura nel vostro soggiorno o in altri punti dell’appartamento.

Calathea

Cari amici ecocentrici, passiamo ora a una vera signora delle piante da appartamento. Stiamo parlando della calathea, di cui esistono diverse varietà. Tutte atossiche e quindi più che adatta a una casa nella quale sono presenti dei gatti.

A differenza delle altre specie suggerite si rivela però una compagna piuttosto esigente, che richiede cure e attenzioni speciali. Particolare necessità quella di essere collocata in ambienti caldi e luminosi, ma senza tuttavia essere esposta alla luce solare diretta.

Clorofito

Ecco un’altra pianta che come il papiro risulta molto attraente per i felini, senza tuttavia rischiare di comprometterne lo stato di salute. Il clorofico presenta foglie lunghe e strette, simili a quelle del papiro (seppure leggermente più larghe).

Contrariamente alla “cugina” le foglie tendono a piegarsi verso il basso in prossimità della punta. Particolarmente riconoscibile nella varietà Clorofito variegatum, dalle caratteristiche foglie bicolori (verde intenso e verde tenue tendente al giallo).

Kenzia

La kenzia è forse la pianta ideale, insieme all’erba di grano, per iniziare a coltivare piante in appartamento. Può adattarsi facilmente a diverse stanze della casa e richiede pochissime cure.

Appartiene alla famiglia delle palme e presenta foglie lungo e sottili disposte su rami morbidi e leggermente curvi verso il basso. Anche questa specie risulta sicura per i gatti, oltre che consigliata per l’arredamento della casa.

Monarda

Infine la monarda, una pianta dai bellissimi fiori color carminio (tonalità di rosso scuro) che risulta innocua per cani e gatti. Le sue foglie presentano un piacevole profumo di bergamotto che allontana le zanzare, azione molto utile durante i mesi estivi.

Oltre che sicure per i gatti, queste foglie sono anche benefiche per l’uomo. Se consumate risulterebbero nutritive e ad azione digestiva.

Piante da appartamento per gatti, non ci sono più scuse

Garantire la sicurezza dei nostri gatti è una condizione essenziale e parte integrante del nostro volergli bene. Hanno necessità che loro stessi non conoscono. Starà a noi intervenire, anche selezionando le piante più adatte per l’ambiente domestico.

Ora non ci sono più scuse. Conoscere quelle che sono le piante dannose e quelle sicure fornisce tutti gli strumenti necessari a intervenire al più presto. In più, alcune piante amiche dei gatti come la felce si rivelano molto utili anche per la salute dei loro compagni umani.

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento