Rientro in città: ecco come prendersi cura della pelle dopo le vacanze
Green lifestyle In evidenza

Rientro in città: ecco come prendersi cura della pelle dopo le vacanze

I consigli della specialista per rimediare, con una corretta beauty routine, alle problematiche tipiche di questo periodo

In vacanza avete sfoggiato una pelle più bella che mai e ora vi sembra che gli sforzi fatti siano stati vani? Non fatevene una colpa: il rientro in città è uno dei momenti più critici anche per la pelle del viso.

Pensiamoci bene, la costringiamo a passare di colpo da ore al sole e all’aperto, allo smog della città e all’aria poco sana degli uffici! Senza contare che magari, non avendo più tanto tempo libero come prima, anche la skincare non sia più così rigorosa… normale quindi che la pelle ne risenta. Come prendersene cura allora al rientro dalle vacanze, per farla tornare bella come prima? L’ho chiesto alla Dott.ssa Marta Brumana, Dermatologa di Humanitas Medical Care Milano, la rete dei poliambulatori Humanitas sul territorio.

Pelle secca e disidratata: perché?

«Nei mesi estivi la pelle viene messa sotto stress dall’esposizione ai raggi solari, tanto che è frequente in questo periodo osservare macchie o più in generale una pigmentazione irregolare; ma soprattutto, i raggi UV accelerano l’invecchiamento cutaneo e causano una perdita di tono. Alla pelle già così provata si aggiungono il problema dei cambiamenti atmosferici, con variazioni di temperatura e umidità, quello del clima cittadino con il suo carico di smog, e quello della vita in ufficio, al chiuso e davanti al PC per tante ore, in cui siamo esposti alla cosiddetta luce blu (quella emessa da computer, smartphone e tablet, causa di invecchiamento precoce della pelle).»

La beauty routine del rientro in città

Insomma, questo è il momento di dedicare qualche attenzione in più alla pelle: purtroppo, invece, si tende a trascurarla. «Mi stupisco sempre di come si discuta molto di come prendersi cura della pelle in estate, ma mai abbastanza di cosa fare al ritorno dalle vacanze. Occorre invece mettere a punto una skincare su misura, tenendo conto delle necessità di questo periodo e dell’autunno in arrivo: gli studi dimostrano che la pelle ha delle variazioni stagionali, il suo microbioma cambia nei vari momenti dell’anno. I tre aspetti principali su cui deve focalizzarsi la beauty routine del rientro in città sono idratazione, azione antiossidante e fotoprotezione (sì, ancora).»

Mattino: «Innanzi tutto occorre applicare un prodotto idratante, meglio se dalla consistenza leggera come un’emulsione, per non appesantire troppo il viso che verrà esposto a sebo, smog, make-up; a proposito, anche per il trucco è meglio privilegiare le formule leggere perché insieme alla mascherina, che terremo indosso tante ore al giorno, rischia di occludere i pori. Da non dimenticare la fotoprotezione per l’esposizione solare durante il giorno: i raggi UV ci sono in ogni stagione, anche se non scottano, è il loro carico quotidiano di tutto un anno a causare l’invecchiamento; è sufficiente una protezione più bassa rispetto all’estate, ad esempio un SPF 10 o 15.»

Sera: «Il primo step è la detersione; il detergente va scelto in base al proprio tipo di pelle, ma l’importante è che non sia aggressivo e non danneggi il film idrolipidico, ovvero la barriera cutanea. La notte è il momento per utilizzare i prodotti più importanti, come il siero, dalla formula molto concentrata che veicola i vari princìpi attivi; ne esistono diverse tipologie (ad esempio anti-age, per contrastare le macchie, per pelli acneiche), e ne vanno applicate poche gocce sulla pelle prima di stendere la crema. La crema notte dovrebbe contenere ingredienti come acido ialuronico, ceramidi, vitamina E, per ridare la giusta idratazione, più sostanze antiossidanti come la vitamina C per limitare i danni dei radicali liberi, innescati anche dall’inquinamento cittadino.»

Trattamenti extra: «Da non dimenticare la zona del contorno occhi, più delicata rispetto al resto del viso, in cui utilizzare un prodotto specifico a seconda delle necessità (antirughe o illuminante in caso di borse e occhiaie). Importantissime anche le labbra, che a volte vengono dimenticate: durante il giorno applicate in maniera costante un burrocacao in stick, meglio ancora se contiene anche un leggero SPF; la sera effettuate uno scrub leggero per eliminare le parti più secche e danneggiate, poi utilizzate un balsamo nutriente per ripararle durante la notte. Volendo, a questa routine di base, si possono aggiungere, una volta alla settimana dopo la detersione, un peeling, per esfoliare la cute se è opaca o presenta macchie e imperfezioni, oppure una maschera idratante se invece la pelle è molto secca.»

E i capelli?

Anche le chiome, in questo periodo, potrebbero non trovarsi all’apice della loro bellezza: «Questo è proprio il momento dell’anno in cui i capelli sono più provati, per i danni causati in estate, più la caduta stagionale tipica dell’autunno. Innanzi tutto consiglio di fare attenzione alla detersione, soprattutto se le lunghezze sono sfibrate: limitate i lavaggi, che in estate sono spesso molto frequenti, a non più di 2/3 alla settimana, utilizzando shampoo molto delicati e privi di tensioattivi aggressivi. Come la pelle, anche i capelli hanno bisogno di prodotti che restituiscano l’idratazione, come balsami e maschere. Valutate se assumere un integratore che stimoli la crescita, ad esempio quelli contenenti biotina e amminoacidi, oppure a base di collagene, utile sia per rinforzare i capelli che per rendere più elastica la pelle.»

Sulla base delle indicazioni della Dott.ssa Brumana vi proporrò presto un esempio di skincare, completamente eco-bio, per la città… ripassate presto!

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento