Green lifestyle

Sport e abbigliamento eco

I capi e i brand per praticare sport rispettando l’ambiente

1.abbigliamento eco yoga e sport - FullSizeRender

Qui su Ecocentrica abbiamo parlato di spesso di eco-fashion (anche non molto tempo fa, durante la settimana della moda milanese): questo perché l’industria della moda ha un impatto ambientale altissimo, tra materiali sintetici, utilizzo di pesticidi, emissioni di CO2, spreco di risorse come l’acqua… ma se fino a una decina d’anni fa le scelte eco erano poche o nulle, oggi non è più così.

Esiste l’alternativa sostenibile per tutte le occasioni, anche per lo sport: oggi infatti daremo spazio a tutti gli sportivi che hanno a cuore le sorti del pianeta.

Io ad esempio adoro lo yoga: l’ho scoperto già da diversi anni, e non sono certo l’unica. Questa disciplina orientale ha subìto un vero boom negli States come da noi, tanto che molti brand di abbigliamento sportivo vi hanno dedicato intere linee.

Per lo yoga, come per lo sport in genere, è molto importante indossare i capi adatti: comodi, leggeri, traspiranti. I materiali naturali sono la scelta migliore, per noi e per l’ambiente; il primo che salta alla mente è sicuramente il cotone: naturale, ma non ecologico, perché per produrre una sola t-shirt si consumano ben 2.700 litri d’acqua! Per non parlare di uso di pesticidi e coloranti chimici: insomma, via libera al cotone solo se proviene da agricoltura biologica. Ottime alternative sono la canapa e il bamboo: due piante molto resistenti che non necessitano di antiparassitari; il bamboo poi regala una fibra morbidissima, anallergica e ad effetto antibatterico.

Ed è proprio in bamboo la maglia che indosso in foto: con maniche a tre quarti e scollo a V, disponibile anche in bianco, è ideale per lo sport come per il tempo libero. È un tessuto traspirante, scherma i raggi UV, è completamente biodegradabile, e la sua pianta produce il 35% in più di ossigeno rispetto alle altre. È firmata Yogaessential, marchio Made in Italy di abbigliamento per la pratica dello yoga e non solo, tutti in tessuti naturali: sul sito trovate tutte le collezioni, per donna e uomo, complete di accessori.

Prana invece è un brand americano (ma potete acquistare i capi tramite il sito); hanno linee per uomo e donna, suddivise per attività sportiva: yoga, nuoto, arrampicata, abbigliamento sportivo in genere e quello adatto per il viaggio. Utilizzano solo materiali ecologici: cotone bio, canapa, lana e poliestere di riciclo, ed inoltre sostengono diversi progetti, ad esempio di Fairtrade o di gestione sostenibile delle foreste. Guardate che bella questa canottiera: è un misto di canapa e cotone organico, perfetta da abbinare ai pantaloni negli stessi materiali!

prana

Engel Sports è un famoso marchio tedesco (sempre acquistabile online), certificato GOTS (Global Organic Textile Standards), un accordo internazionale sostenuto dalle principali organizzazioni del biologico; l’abbigliamento può essere certificato solo se i materiali sono ottenuti tramite coltivazioni bio e se i processi di lavorazione rispettano le loro norme in fatto di tutela ambientale.
Nel catalogo troviamo capi adatti a qualunque attività sportiva, come trekking, equitazione, sub, sci, ciclismo; i principali materiali impiegati sono lana merino e seta, tutti ovviamente biologici e che rispondono ai criteri di sostenibilità ambientale.

engel

Con Purotatto invece torniamo in Italia: conosco quest’azienda da tempo e ho già diversi loro capi di abbigliamento. La loro particolarità è che hanno sfruttato una materia prima davvero impensabile: il latte! Gli scarti di produzione vengono lavorati fino ad ottenere un filato, con cui poi realizzare gli abiti: il risultato è un tessuto morbido e che idrata la pelle con cui viene a contatto.
Per lo sport c’è una linea di t-shirt, tutte in materiali naturali: fibra di latte, lino, cotone organico
, con un’ampia scelta di colori e modelli.

purotatto

Non possiamo non citare un marchio storico, vero apripista del settore: Patagonia. L’azienda statunitense (che però si trova facilmente anche in Italia) dal 2000 fa parte di bluesign®, un accordo stabilito da una rete di produttori tessili per limitare l’impatto ambientale: riduzione delle emissioni di CO2, diminuzione dell’inquinamento idrico, gestione corretta delle risorse, norme sull’utilizzo di sostanze chimiche, che vietano l’uso di quelle più pericolose.
Anche tra i materiali utilizzati c’è un’ampia scelta: canapa coltivata con prodotti naturali, cotone organico, lana, poliestere e nylon riciclati. C’è un’intera linea dedicata allo yoga, di cui fanno parte ad esempio questi pantaloni in cotone bio e la canotta in poliestere ottenuto dal riciclo di bottiglie di plastica.

patagonia2 patagonia1

Se preferite qualcosa di più commerciale, alla portata di tutti, vi accontento subito: fortunatamente, grazie anche al pressing delle associazioni ambientaliste, sempre più brand propongono linee eco, o perlomeno qualche capo. Un colosso come Nike ha preso forse esempio da Patagonia, realizzando prima maglie e divise per le squadre di calcio in poliestere riciclato proveniente dalle bottiglie di plastica, con cui poi ha realizzato anche altri prodotti, come questa maglia.

nike

L’azienda ha firmato un accordo con una onlus americana per ridurre il proprio impatto ambientale, e sembra mantenere l’impegno: negli ultimi 5 anni le emissioni di carbonio sono calate del 18%, ed è aumentato l’utilizzo di materiali come appunto il poliestere riciclato o il cotone organico.

Stessa strada imboccata da un altro marchio famoso, Reebok. Ha linee dedicate allo sport e una allo yoga in particolare, realizzata in maniera sostenibile con il risparmio di acqua, circa 25 litri per ogni capo, perché le colorazioni avvengono tutte a secco. Ottima anche la scelta dei materiali: ad esempio, questi pantaloni sono in poliestere riciclato, mentre la maglia è in cotone biologico.

reebok1 reebok2

E per chi è in cerca di qualcosa low-cost, concludiamo questa rassegna con una nota catena: Decathlon, che offre un’ampia scelta di abbigliamento sportivo per tantissime discipline, e ha realizzato diversi capi in cotone bio.
Come ad esempio la linea dedicata allo yoga: pantaloncini, leggins, t-shirt disponibili in vari colori, come il completo che vedete in foto, un misto di cotone da agricoltura biologica e lyocell, una fibra naturale e biodegradabile.

decathlon

 

Care amiche ecocentriche amanti dello sport, ora non ci sono davvero più scuse per non praticarlo!

Nessun commento

Scrivi un commento

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi