Green lifestyle

Malattie cardiovascolari, come prevenirle a tavola

Kiwi alimento frutta

Come abbiamo ormai imparato, le malattie cardiovascolari rappresentano una minaccia reale alla nostra salute. Tanto da risultare attualmente la principale causa di mortalità nei cosiddetti Paesi occidentali.


Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica “Nutrition and Cardiovascular Health. International journal of molecular sciences” le malattie cardiovascolari rappresentano circa il 30% dei decessi totali nel mondo. Andamento preoccupante anche in relazione all’incremento nell’incidenza di CVD (eventi cardiovascolari) negli ultimi 25 anni.


I ricercatori puntano il dito soprattutto sulle mutate scelte a tavola, progressivamente orientate verso cibi più grassi, troppo calorici, ricchi di colesterolo e poveri di elementi essenziali a garantire un corretto equilibrio nutrizionale. A preoccupare sono però soprattutto gli alimenti ricchi di zuccheri e la combinazione di questi con dei cibi grassi.


In diversi casi la prevenzione può fare molto, inclusa la scelta di abitudini alimentari e stili di vita in linea con la sostenibilità ambientale e personale. Perché non scegliere quindi un approccio più green a tavola, ottenendo in cambio un’iniezione di salute per il cuore e per il sistema circolatorio?

Alimentazione e stile di vita scorretti, i rischi per la salute

Cucinare cibi sani

Penso che quello delle malattie cardiovascolari sia un tema di particolare importanza, che è meglio non prendere sottogamba. Alcune delle minacce più note e serie sono rappresentate ad esempio dall’infarto, dall’ictus, dall’aterosclerosi e dal diabete, per non parlare dell’ormai famigerata ipertensione.


I primi campanelli d’allarme possono essere individuati nei risultati delle analisi del sangue, che i medici consigliano di eseguire regolarmente per garantire un’efficace attività di prevenzione. Particolare importanza viene posta ai trigliceridi e al colesterolo, soprattutto quello “cattivo” LDL. Alti livelli in questi due parametri rischiano di compromettere la salute cardiovascolare e di portare ad alcune delle patologie sopracitate.


Per l’Italia e per gli altri Paesi che si affacciano sul Mediterraneo il problema ha assunto dimensioni sempre più preoccupanti a causa del progressivo allontanamento dalla Dieta Mediterranea, un modello alimentare celebrato in tutto il mondo, ma di cui spesso proprio i suoi “inventori” sottovalutano l’importanza sanitaria.


A questo si è aggiunto un sempre più frequente ricorso a prodotti lavorati e processati. Per quanto possano rivelarsi un vantaggio in termini di tempo, il prezzo che si rischia di pagare in salute potrebbe essere ben più salato del conto del supermercato.

Malattie cardiovascolari, le migliori scelte a tavola

Mangiare sano contro le malattie cardiovascolari

Mangiare sano non è una sfida impossibile, ma spesso viene vista come tale a causa di ritmi troppo frenetici o scarsa informazione. Con qualche piccolo trucco o segreto in più il nostro compito può certamente diventare più semplice. Ne ho parlato con la Dott.ssa Chiara Gentili, Biologo Nutrizionista, che ha indicato alcuni punti chiave per migliorare l’impatto della nostra alimentazione nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.


Parlando di alimenti in senso stretto l’esperta raccomanda il consumo di cinque gruppi alimentari, associati a una minore infiammazione, particolarmente efficaci per la prevenzione delle malattie cardiovascolari:

  • Verdura e Legumi;
  • Frutta;
  • Cereali integrali;
  • Noci;
  • Semi.

Come sottolineato anche all’interno dello studio è bene che tali buone abitudini a tavola vengano accompagnate da uno stile di vita salutare. Visto che a noi ecocentrici non piace fare le cose a metà, ecco i consigli della Biologa Nutrizionista in relazione al “lifestyle”:

  • Restrizione calorica;
  • Attività fisica;
  • Corretta idratazione;
  • Qualità del sonno:
  • Evitare degli elementi pro-infiammatori: carne rossa, junk food (patatine, merendine, alimenti confezionati e/o ricchi di sale, grassi trans e saturi, zuccheri aggiunti), fumo, alcol, vita sedentaria, stress.

Prendiamoci cura un po’ più di noi stessi, anche a tavola, ed ecco che il nostro cuore ci ringrazierà. Scegliere alimenti sani vuol dire anche cibo biologico, di stagione e a km zero, ottimo anche per volere più bene alla nostra amata Terra.

Ti potrebbe anche interessare

No Comments

Leave a Reply

Secured By miniOrange
Secured By miniOrange