A tavola

Menu di Natale completo: tutte le ricette per delle feste ricche di gusto

Tessa Gelisio, menu di Natale

Le feste sono ormai alle porte e, dopo aver decorato la casa e preparato l’albero, bisogna pensare al menu di Natale. Sia che si preferisca la cena della Vigilia, oppure il classico pranzo del 25 dicembre, è questo il momento che più caratterizza le festività di fine anno: stare insieme con le persone che per noi sono importanti, per condividere un momento di spensieratezza e, soprattutto, di gusto. Ma come realizzare un menu che non tradisca le aspettative ma, al contempo, sia semplice da realizzare?

Per darvi una mano in questi giorni frenetici di preparativi, ho deciso di riproporvi alcune delle ricette che abbiamo visto insieme a Cotto e Mangiato: dei piatti invernali ricchi di sapore, semplici da realizzare, per un menu di Natale completo.

Alberi di Natale tramezzini: l’antipasto scenografico

Menu Natale, albero tramezzino

Un menu di Natale che si rispetti non può che partire con dei buoni antipasti, capaci di stimolare l’acquolina nei nostri invitati e, perché no, anche appagare la vista. Per questo, vi propongo i miei Alberi di Natale tramezzini: una ricetta facile da realizzare e a dir poco scenografica.

Ingredienti:

  • 50 ml di latte di soia;
  • 50 ml di olio di semi;
  • 6 ml di aceto di mele;
  • sale q.b.;
  • olio q.b.;
  • ketchup q.b.;
  • pane per tramezzini q.b.

Procedimento:

Partiamo realizzando una veloce maionese vegana con latte di soia e olio di semi: rispetto a quella classica, è molto più semplice da preparare. Aggiungendo un po’ di ketchup alla maionese, otterremo una salsa rosa. Nel frattempo, tagliamo il pane con dei coppapasta a forma di stella, di dimensioni progressive, per ottenere più strati del nostro alberello.

Farciamo ogni tramezzino a piacere – ad esempio con salsa rosa, rucola e trota affumicata o, ancora, formaggio spalmabile, radicchio e salmone – e completiamo l’alberello, fissando i vari strati con un lungo stuzzicadenti.

Guarda la ricetta su Cotto e Mangiato.

Cappelletti: gli immancabili del menu di Natale

Cappelletti di Natale

Quando si pensa al menu di Natale, alla mente non possono che balzare gli immancabili cappelletti. Per le festività ormai alle porte, vi propongo però una ricetta innovativa, che la chef Chiara Favan ci ha presentato durante Cotto e Mangiato: i cappelletti ripieni di zucca in infuso di bucce di zucca e menta.

Ingredienti:

  • 250 grammi di farina;
  • 2 uova;
  • 2 tuorli d’uovo;
  • polpa di zucca q.b.;
  • buccia di zucca e semi q.b.;
  • foglie di menta q.b.;
  • cimette di cicoria q.b.;
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
Iniziamo dall’impasto per la pasta: uniamo 250 grammi di farina, 2 uova e 2 tuorli, un filo d’olio e un pizzico di sale, quindi amalgamiamo e lasciamo riposare un’ora. Nel frattempo, prepariamo due placche da forno: sulla prima disponiamo le bucce con i semi e sulla seconda la polpa di zucca a pezzi, a questo punto inforniamo a 180 gradi per 40 minuti. Uniamo quindi bucce, semi e polpa in una casseruola e facciamo bollire una decina di minuti, per ottenere un infuso. Recuperiamo poi la polpa e frulliamola con un po’ di olio: ci servirà per il ripieno dei cappelletti.

Filtriamo l’infuso e aggiungiamo le foglie di menta, lasciandole in infusione una decina di minuti. Tiriamo la pasta, creiamo i dischi per i cappelletti e, aiutandoci con una sac à poche, versiamo il ripieno e richiudiamo la pasta. Cuociamo i cappelletti, disponiamoli sul piatto e versiamo delicatamente un po’ di infuso con delle foglie di menta, pepe e cimette di cicoria.

Guarda la ricetta su Cotto e Mangiato.

Secondo del menu di Natale: la battuta di manzo dai sapori dell’inverno

Battuta di manzo

Arriva invece dallo chef Tommaso Arrigoni un secondo perfetto anche per il menu di Natale: la battuta di manzo al coltello con farina di nocciole, crema di porri e porcini. Un piatto ricco di gusto, dai sapori tipici dell’autunno e dell’inverno, che lascerà davvero stupiti i vostri invitati.

Ingredienti:

  • timo e maggiorana q.b.;
  • 1 bicchiere di acqua gassata;
  • sale q.b.;
  • 200 grammi di porri;
  • 1 patata;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 filetto d’acciuga;
  • 1 foglia d’alloro;
  • olio extravergine d’oliva quanto basta;
  • 100 grammi di farina di nocciole;
  • 100 grammi di funghi porcini;
  • 400 grammi di scamone di manzo.

Procedimento:

Prepariamo un fondo con olio extravergine di oliva, il filetto d’acciuga, uno spicchio d’aglio e una foglia d’alloro. Peliamo la patata, tagliamo grossolanamente il porro e mettiamoli in padella con del brodo, lasciando cuocere per 15-20 minuti. Nel frattempo, puliamo i porcini, tagliamoli a fette sottili e aggiungiamo erbe aromatiche, sale e olio extravergine d’oliva.

A questo punto realizziamo la battuta con lo scamone di manzo e condiamola con olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e l’acqua gassata. Nel frattempo, togliamo aglio e alloro dal fondo preparato in precedenza e frulliamo le verdure. Con l’aiuto di un coppapasta, impiattiamo mettendo la carne al centro, spolverizziamo la farina di nocciole e completiamo con la crema di verdure, i funghi porcini e nocciole tritate.

Guarda la ricetta su Cotto e Mangiato.

Insalata russa: il contorno che non manca mai a Natale

Menu di Natale, insalata russa

E per il contorno? A Natale non può mancare la classica insalata russa: un piacere che accompagna sia il cenone della Vigilia che il pranzo del 25 da tempo ormai immemore, uno dei simboli delle feste. E prepararla è abbasta semplice:

Ingredienti:

  • 3 scatolette di sgombro sott’olio;
  • 4 uova;
  • 270 grammi di fagiolini surgelati;
  • 270 grammi di carote;
  • 350 grammi di patate;
  • 100 grammi di giardiniera sott’aceto;
  • 1 cucchiato d’aceto bianco;
  • 1 cucchiaino di sale;
  • 1 cucchiaio di olio.

Per la maionese:

  • 3 uova;
  • mezzo cucchiaino di aceto bianco;
  • 300 ml di olio di mais;
  • 1 cucchiaio di succo di limone;
  • sale q.b.

Procedimento:

Partiamo lessando i fagiolini e tagliandoli a pezzetti piccoli, tenendone da parte una manciata per la decorazione finale. Tagliamo quindi carote e patate e pezzetti e lessiamole in acqua salata. Tritiamo la giardiniera e uniamola alle verdure e allo sgombro, completando con sale, un cucchiaio e mezzo d’aceto e uno di olio.

Siamo quindi pronti a preparare la maionese. Sbattiamo i tuorli con l’aceto in una terrina e, dopo un minuto, aggiungiamo l’olio: procediamo sempre aggiungendo dell’olio finché la consistenza non sarà sufficiente. A questo punto, aggiungiamo il succo di limone e il sale e continuiamo a lavorare la maionese.

Quando la maionese sarà pronta, mettiamo la verdura in una terrina, compattiamola, aggiungiamo uno strato di maionese e procediamo in questo modo fino alla quantità desiderata. Completiamo con delle fette di uovo sodo, fagiolini e carote come decorazione.

Guarda la ricetta su Cotto e Mangiato.

Albero Dolce di Natale: il degno finale al nostro menu

Albero di Natale di cioccolato

Naturalmente, non c’è menu di Natale che si rispetti che non si concluda con un buonissimo dolce. Oltre al classico panettone e pandoro, magari di produzione artigianale e ricoperto di gustoso cioccolato, possiamo realizzare un buonissimo albero dolce di Natale.

Ingredienti

  • 400 grammi di farina;
  • 200 grammi di burro;
  • 300 grammi di zucchero;
  • 5 uova;
  • 200 ml di latte;
  • 1 bustina di lievito;
  • mezza stecca di vaniglia;
  • 50 grammi di cacao amaro;
  • 50 grammi di nocciole tritate;
  • 1 pizzico di sale;
  • 100 grammi di cioccolato fondente;
  • 75 grammi di burro.

Procedimento:

Iniziamo lavorando lo zucchero e il burro a crema, quindi aggiungiamo le uova, la vaniglia e amalgamiamo il composto. Lentamente, versiamo la farina setacciata, lo lievito, il cacao e il sale. Infine aggiungiamo il latte, evitando la formazione di grumi.

Versiamo il composto in uno stampo da forno a forma di albero e lasciamo cuocere a 180 gradi per circa un’ora. Prepariamo la glassa con cioccolato sciolto e burro e, pronto il dolce, lasciamolo raffreddare e decoriamolo a piacere.

Guarda la ricetta su Cotto e Mangiato.

In definitiva, con poca fatica abbiamo ottenuto un menu di Natale davvero gustoso, per delle feste all’insegna del gusto!

Ti potrebbe anche interessare

1 Comment

  • Reply
    GIULIA
    22 Dicembre 2022 at 11:50

    Escluso il secondo, ma solo perchè non mangio carne il resto mi piace, quindi mi salvo le ricette e le rifaccio durante le Feste!!!

  • Leave a Reply

    Secured By miniOrange
    Secured By miniOrange