Green Fashion

Moda d’autunno: i capi più sostenibili per un outfit completo

Tessa Gelisio, cardigan e outfit d'autunno

L’autunno è ormai entrato da qualche settimana nel vivo e, con l’arrivo di temperature più rigide, è tempo di rinnovare l’armadio: dei capi caldi e avvolgenti ci accompagneranno in questa mezza stagione, fino all’appuntamento con il ben più freddo inverno. Ma come coniugare il desiderio di seguire la moda con la necessità di ridurre il più possibile il proprio impatto ambientale?

Essere fashion rispettando il Pianeta non è un’utopia, basta scegliere capi più sostenibili e aziende che hanno fatto del rispetto dell’ambiente la loro vocazione. Ho quindi deciso di proporvi un outfit completo per un tipico pomeriggio autunnale, si tratti di una giornata di shopping o di un impegno lavorativo, per fornirvi qualche fonte d’ispirazione e suggerirvi qualche brand al top della sostenibilità.

Un caldo cardigan: il must di Alessandra Impalli

Cardigan Moda di Alessandra Impalli

Partiamo subito dal capo protagonista di un perfetto outfit autunnale, l’indumento che proprio non può mancare in questa stagione: un caldo cardigan. È infatti la soluzione ideale in questi giorni di transizione, quando le temperature si fanno già più fresche ma non ancora rigide da indossare un pesante cappotto. D’altronde, non vi è indumento più versatile: copre e riscalda, non ingombra e si adatta perfettamente sia a stili più sportivi che ad altri più eleganti.

Fra le tante proposte, spicca il cardigan di Alessandra Impalli. Giovane e talentuosa stilista italiana, ha deciso di puntare su design moderni e dall’ottima vestibilità, il tutto rispettando l’ambiente. Per creare i suoi abiti, Alessandra recupera infatti gli scarti dell’industria tessile, regalando così una nuova vita a materiali che altrimenti finirebbero in discarica. E non è tutto, perché ogni indumento segue una precisa filosofia cruelty-free, quindi non vengono impiegati tessuti o filati di derivazione animale.

Dalla produzione completamente artigianale, e di elevata qualità, il Cardigan Narciso è la soluzione perfetta per un outfit sia casual che elegante. Realizzato in jersey di cotone più sostenibile, è una rivisitazione del classico kimono con maniche a sbuffo, tanto da poter essere usato sia come golfino che come capo-spalla.Il cardigan è in vendita sulla pagina Etsy ufficiale di Alessandra Impalli, a un prezzo di 75 euro.

Top autunnali: le creazioni Filotimo

Filotimo, maglia moda a barchetta

Nelle giornate fresche dell’autunno non può nemmeno mancare un top a manica lunga, da indossare con un gioco tono su tono sotto al cardigan o, ancora, anche da solo quando le temperature lo consentono. Con un design a kimono dai toni scuri come quello del cardigan di Alessandra Impalli, possiamo abbinare una maglia dalla linea liscia e morbida, con colore a contrasto.

Tra le varie possibilità, vi consiglio la maglia Melissa di Filotimo. Azienda veneta da sempre specializzata nell’uso di fibre vegetali e animali più sostenibili, Filotimo si basa su materie prime da fornitori a basse emissioni di inquinanti. E oltre ai filati più classici – come cotone, lana e canapa – da tempo ha avviato interessanti progetti dove l’ambiente è protagonista. Il primo prevede il recupero di una resistente fibra dall’ortica, ovviamente un filato non urticante, il secondo si basa sulla seta buretta, che si raccoglie solo quando il baco ha terminato la sua metamorfosi, senza così ucciderlo.

La maglia Melissa si caratterizza per uno scollo leggermente a barchetta e, soprattutto, per l’impiego di calda lana merino, lavorata finemente e recuperata da allevamenti certificati: l’ideale per gli sbalzi di temperatura tipici del periodo. Questa lana è infatti termoregolatrice: mantiene quindi il caldo delle giornate più fredde e, al contrario, evita la sudorazione eccessiva in quelle più tiepide. Per un gioco tono su tono, si consiglia la leggera tinta beige, quasi un bianco panna, oppure il grigio chiaro.

Il top Melissa è disponibile al prezzo di 75 euro sullo shop ufficiale di FiloTimo.

Dal denim al cotone organico: i pantaloni Progetto Quid

Pantaloni Progetto Quid, Moda

Quale indumento più versatile di un comodo paio di pantaloni, per un pomeriggio autunnale da trascorrere in città o con la compagnia delle persone più amate? L’outfit che vi sto proponendo, con il cardigan scuro e il top a contrasto, ben si abbina alle più svariate soluzioni di stile. Possiamo infatti optare per un classico jeans, immancabile in questa stagione, oppure puntare su un pantalone più elegante dalla vestibilità slim, per creare un piacevole contrasto con il largo cardigan.

Trovare la soluzione più adatta alla propria figura è facile con Progetto Quid, una realtà veneta all’avanguardia sul fronte della sostenibilità ambientale. Questa azienda realizza infatti collezioni recuperando le eccedenze di tessuti messe a disposizione dalle più prestigiose aziende di moda, per poi realizzare nuovi capi grazie alla collaborazione con oltre 50 partner sparsi su tutto il territorio italiano.

Per il nostro look autunnale, tre sono le alternative più interessanti:

  • Pantalone Slim Indo (71.90 euro): realizzato in cotone organico da eccedenze di tessuto, vede un taglio elegante, slim e affusolato, perfetto contrasto al largo cardigan;
  • Pantalone Tundra (89.90 euro): un vero e proprio “fashion statement”, così come definito dall’azienda, si caratterizza per un tessuto in lana leggera lavorata, dalle forme morbide e ampie. Queste ultime si abbinano in modo elegante al cardigan-kimono, creando una piacevole continuità estetica;
  • Denim Evodia (84.90 euro): per chi non ama la lana, ma preferisce comunque delle forme larghe, il denim Evodia è un classico jeans dal richiamo vintage, con un profilo svasato e quasi a zampa di elefante, ereditato dagli anni ‘70.

Sneaker più sostenibili? Ci pensa ID.Eight

Duri Silver, Moda ID.Eight

Un pomeriggio d’autunno, trascorso in città oppure alla scoperta dei colori dei parchi, non può che imporre delle scarpe belle ma comode. Niente tacchi quindi, ma delle confortevoli sneaker, per essere eleganti senza però prendersi troppo sul serio.

Ma chi avrebbe mai detto che anche le più classiche sneaker, solitamente ricche di plastica e gomma, potessero diventare amiche dell’ambiente? Il merito è di ID.Eight, azienda toscana che si è specializzata nel realizzare bellissime scarpe da materiali completamente ecologici, ricavati da sottoprodotti di attività agricole e industriali. Foglie di ananas, raspi e semi d’uva, bucce e torsoli di mele, cotone biologico, plastica riciclata: tutti questi materiali, ottenuti da fornitori, sono impiegati per creare delle sneaker durature, più ecologiche e a bassissimo impatto ambientale. 

Per raggiungere questo scopo, l’azienda si avvale appunto di materiali forniti da fornitori terzi e ottenuti da processi di bio-polimerizzazione – Piñatex per l’ananas, Vegea per la vinaccia e AppleSkin per le mele – che trasformano veri e propri scarti alimentari in un tessuto che non ha nulla da invidiare a pelle e gomma. E non è tutto, poiché anche il packaging è completamente riciclabile e all’interno della confezione vi è una pallina di semi, da piantare nel proprio giardinoPer questo look, ho scelto il modello Duri Silver: in poliestere e altri materiali riciclati, colpiscono per il loro stile futuristico, senza però rinunciare a qualità ed eleganza. Sono disponibili sullo shop ufficiale di ID.Eight a 179 euro.

Bella e duratura: la borsa Luciano Gelisio

Borsa Glicine, Luciano Gelisio

E per completare il nostro outfit non può mancare una pratica e comoda borsa, dove riporre tutto per un pomeriggio di shopping o di lavoro: smartphone, portafogli, trucchi, chiavi, borraccia d’acqua e tanto altro ancora.

Tra le tante alternative, ho deciso di proporvi un vero e proprio must-have della linea di mio padre Luciano Gelisio: la shopping-bag Glicine. Nella colorazione nera – è disponibile anche in testa di moro – è la perfetta compagna per il cardigan-kimono che caratterizza questo look. Resistente, duratura e capiente, si tratta di una vera e propria compagna che vi accompagnerà per moltissimi anni: non c’è infatti prodotto più ecologico di quello che dura a lungo.

E proprio sul fronte della sostenibilità, la linea Luciano Gelisio si basa su un metodo antico e rispettoso dell’ambiente: quello della concia al vegetale. Non contiene infatti sostanze tossiche per la natura, prevede emissioni bassissime durante la fase di produzione e protegge la pelle a lungo, una pelle capace di superare la prova del tempo.

La borsa Glicine è disponibile sullo shop ufficiale a un prezzo di 250 euro.

In definitiva, essere alla moda e proteggere l’ambiente non sono più due universi inconciliabili: per un autunno più sostenibile, basta scegliere le aziende giuste!

Ti potrebbe anche interessare

Nessun commento

Scrivi un commento