Il Pranzo di Natale sano e gustoso
A tavola

Un pranzo di Natale all’insegna del buon gusto e del benessere

Consigli e prodotti per un Natale ricco, sano e originale!

Il Natale si avvicina inesorabile e il pensiero va subito al menu del 25. I pranzi della tradizione sono all’insegna dell’opulenza e dell’abbondanza, ma è possibile portare in tavola piatti gustosissimi e apprezzati da tutti anche seguendo un menu salutare e senza sprechi. Tra antipasti, primi piatti secondi e dessert, vi proporremo un pranzo davvero gustoso usando prodotti semplici, biologici e salutari, ma soprattutto con le quantità giuste per evitare lo spreco.

 

Con prodotti a chilometro zero, leggeri, biologici ed ecologici, il Natale 2018 sarà ricco di portate sane e piene di gusto. Lo spunto parte dalle ricette tradizionali del pranzo di Natale, dall’antipasto al dessert, hanno sempre trionfato sulla tavola, ma la declinazione sarà diversa, leggera e originale.

Per portare in tavola gusto e leggerezza, l’ingrediente principale dovranno essere le verdure che pure si possono impiegare in moltissime ricette davvero buone e saporite. Se volete anche ridurre gli sprechi, dovrete puntare su prodotti di stagione e a chilometro zero e la stagione offre davvero una enorme varietà di alimenti: dal radicchio alla zucca, dalle cime di rapa ai carciofi, dai funghi alla scarola, dai porri alla barbabietola.

Il menu di Natale, soprattutto quello della vigilia, è ricco di piatti a base di pesce: anche in questo caso, dovrete seguire la stagionalità. Per la carne, invece, sarà consigliato puntare sulle carni locali.

Vogliamo adesso regalarvi qualche idea e qualche spunto per allestire il vostro banchetto natalizio all’insegna del buon cibo.

Cominciando dagli antipasti, la proposta arriva facile e veloce con le verdure che si possono declinare in tanti modi diversi e sfiziosi per portare in tavola anche piatti allegri e coloratissimi.

Saranno squisite le frittatine di zucca, verze e patate, rigorosamente cotte in forno e non fritte.

Gli ingredienti che vi serviranno per questa ricetta sono:

  • 6 uova; 250 g di polpa di zucca;
  • 3 patate lesse;
  • 1 verza;
  • olio extravergine d’oliva;
  • sale e pepe.

Dividete gli albumi dai tuorli; sbattete i tuorli con una presa di sale e una spolverizzata di pepe, aggiungetevi la polpa di zucca e patate schiacciata, la verza cotta e tagliata a striscioline sottili e qualche ago di rosmarino tritato. Montate a neve gli albumi, aggiungeteli al composto e dividetelo in pirottini rivestiti di carta da forno. Infornate a 200° per circa 15 minuti. Servite le frittatine ancora tiepide.

Se come primo piatto non sapete rinunciare al sapore dei frutti di mare, vi suggeriamo qualche accorgimento per portare in tavola un piatto gustoso ma leggero. Le linguine con vongole e pomodorini, infatti, sono un piatto a cui pochi riescono a rinunciare a Natale. Spesso, però, ci troviamo davanti a preparazioni troppo unte. Niente paura, la soluzione esiste. Vi basterà diminuire la quantità utilizzata di olio extravergine d’oliva e usare il liquido delle vongole e il vino bianco.

Altrettanto leggeri saranno anche i paccheri con zucca e gamberi che richiamano un ingrediente già impiegato nell’antipasto, una soluzione che vi permetterà di evitare sprechi. Pochissimi ingredienti, freschi e genuini, per un piatto unico:

  • 300 g di paccheri;
  • 250 g di polpa di zucca,
  • 200 g di gamberetti freschi;
  • 1 ciuffo di sedano;
  • 1 limone non trattato;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • sale in fiocchi;
  • olio extravergine d’oliva.

Cuocete i gamberetti al vapore; fate ammorbidire la zucca tagliata a dadini in forno con un una spolverizzata di sale in fiocchi a 120 g per 10 minuti. Conditela con olio extravergine d’oliva e qualche ago di rosmarino. Cuocete al dente i paccheri, scolateli, mettete da parte un po’ di acqua di cottura, quindi metteteli in una capiente padella antiaderente con 2 cucchiai di olio. Aggiungete l’acqua, la zucca, i gamberetti e la scorza del limone grattugiata sottilmente. Saltate per pochi minuti a fuoco medio e servite.

Per il secondo, potete proseguire con una ricca insalata di gamberetti oppure, se preferite la carne, la scelta dovrà ricadere sul coniglio, un animale dalle carni particolarmente leggere e digeribili.

Anche in questo caso, gli ingredienti per una cottura sana e veloce sono davvero pochi:

  • 1 kg di coniglio tagliato a pezzi;
  • olio extravergine d’oliva;
  • 1 bicchiere di vino bianco;
  • 200 g di olive taggiasche;
  • 1 rametti di rosmarino;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 2 foglie di salvia,
  • sale iodato e pepe nero.

Fate imbiondire l’aglio schiacciato in una capiente casseruola con 3-4 cucchiai di olio e ½ bicchiere d’acqua. Aggiungete il coniglio e lasciatelo rosolare per circa 3 minuti; sfumate con il vino, quindi aggiungete le olive denocciolate e gli odori. Fate cuocere con il coperchio per circa 5 minuti, aggiungete il sale iodato, una spolverizzata di pepe e coprite di nuovo per proseguire la cottura per altri 45 minuti.

Servite il coniglio con un contorno di finocchi leggermente scottati in acqua e gratinati in forno con una spennellata di olio extravergine d’oliva, una spolverizzata di pane casereccio raffermo grattugiato e qualche fiocco di sale.

Se per il dessert non volete ripiegare su pandoro e panettone, il consiglio è quello di preparare un dolce e base di frutta e come non suggerirvi un goloso strudel di mele?!

La sua realizzazione è facilissima. Vi serviranno: un rotolo di pasta brisée; 3 mele renette; 2 cucchiai di cannella; il succo di un limone non trattato; 4 cucchiai di zucchero di canna; 2 cucchiaio di uvetta sultanina.

Per prima cosa, sbucciate le mele e tagliatele a dadini; mettetele in una ciotola, aggiungete 2 cucchiai di zucchero e il succo del limone. Potete utilizzare lo stesso limone usato per aromatizzare i paccheri. Stendete la pasta, spolverizzatela con un cucchiaio di zucchero, distribuitevi le mele, l’uvetta sultanina precedentemente ammollata e strizzata, la cannella e arrotolate lo strudel. Cospargete la superficie con lo zucchero rimasto e infornate a 180° per circa 25 minuti.

E se siete tanti in tavola, vi consigliamo di utilizzare piatti, bicchieri, tovaglioli e posate fatti con materiale riciclabile. In commercio ce ne sono di bellissimi e, oltre a fare un figurone, contribuirete a fare un grande regalo di Natale al pianeta.

1 Commento

  • Commenta
    giulia
    12 dicembre 2018 at 16:21

    del menù BOCCIO la scelta del coniglio ci sono tanti secondi vegetariani così come primi veramente buoni!!!

  • Scrivi un commento