Green lifestyle

Moda green: 10 capi basic

Capi e accessori che non possono mancare nel guardaroba autunnale

1.moda classici - FullSizeRender

Nei prossimi giorni la moda sarà di nuovo protagonista a Milano: la Fashion Week porterà in Italia gli stilisti più famosi del mondo. Tra sfilate ed eventi, però, spicca una novità, la prima edizione degli Oscar della Moda sostenibile, dedicati agli imprenditori dell’eco fashion.

Qui su Ecocentrica ne parliamo ormai da tempo e vi ho suggerito spesso stilisti e proposte, spesso Made in Italy; questa volta ho deciso di partire dai capi basic dell’abbigliamento, quelli indispensabili, che permettono di sfoggiare ogni tipo di look, e per ciascuno darvi l’alternativa green.

GIACCHE: con l’arrivo del freddo, non può mancare un giubbotto. Quello che indosso nella foto di copertina è di Quagga, azienda italiana che ha bandito pellicce, piume d’oca, lana e pelle: per le sue produzioni utilizza solo fibre riciclate, dalle ovatte che imbottiscono le giacche, agli esterni impermeabili in poliestere; non vengono usate sostanze potenzialmente nocive e la filiera è certificata GOTS, a indicare alti standard di qualità, rispetto dell’ambiente e impegno sociale.
Io ho scelto il modello Iopi, un parka lungo con cappuccio e imbottitura a doppio strato, adatto anche quando le temperature si fanno più rigide.

quagga

JEANS: chi non ne ha almeno un paio? Un classico intramontabile adatto a tutte le stagioni. Peccato che non sia molto ecologico: il cotone è un materiale naturale ma, se non è bio, ha un alto impatto sull’ambiente (per produrre quello necessario per un paio di jeans, si consumano 10.000 litri d’acqua!), senza contare che per le tinture vengono utilizzate sostanze tossiche. Fortunatamente ormai ne esistono diverse versioni green (qui vi ho parlato dei jeans di Par.co): l’ultima che ho scoperto è quella di EcoGeco, nato all’interno di un G.A.S. di Verona, in cotone biologico e tinture a base di solo indaco vegetale. Disponibili in diversi modelli, da uomo e da donna, come quelli che vedete in foto.

ecogeco

CAMICIA: soprattutto quella bianca, è davvero un capo che non può mancare nel guardaroba, perché sta bene a tutti e si abbina con tutto. Ve ne propongo due: una è di Alta Rosa, atelier toscano (ricordate? Abbiamo visto i loro abiti da sposa) che utilizza solo fibre naturali, come lana e cotone biologico, lino o canapa, filate dai loro artigiani e senza l’impiego di sostanze chimiche. Nelle loro collezioni trovate davvero di tutto, ma a me è piaciuta molto questa camicia bianca in canapa.

alta rosa camicia

Molto bella anche questa della nuova collezione Urbanity di Tu&Tu, altro marchio italiano che impiega materie prima a basso impatto come cotone bio, lino, canapa, bamboo, fibre tessili vegetali o dalla plastica riciclata.

camicia tu e tu

FELPA: altri pezzi indispensabili in autunno sono le felpe. Sul portale GoGreen Store ho scoperto il marchio Re-Bello, start-up italiana con sede a Bolzano che in pochi anni ha raggiunto un grande successo. Per combattere lo spreco, come materiali utilizzano PET riciclata, lana delle pecore altoatesine (che normalmente viene buttata perché non considerata adatta), ortica per le camicie, eucalipto per jeans e t-shirt. La felpa con cappuccio che vedete in foto invece è in fibra di faggio, morbida e leggera.

felpa rebello

T-SHIRT: casual con i jeans, più elegante con una gonna, anche le magliette sono dei veri passepartout. Vi propongo quelle di I am Bambù, altro marchio italiano, che produce capi a base di questo materiale assolutamente ecologico perché la sua coltivazione non richiede uso di pesticidi e fertilizzanti; in più è resistente, termico, traspirante e protegge anche dai raggi UV. Mi piace molto questo modello con le maniche ampie, ma nella collezione troverete anche le classiche magliette a manica lunga o corta, adatte per tutti i giorni e per lo sport.

maglia bambu

PANTALONI: l’alternativa elegante ai jeans. Due proposte: i classici “skinny”, attillati, sempre della nuova collezione di Tu&Tu

pantaloni tu e tu

Oppure il modello “baggy”, con cavallo basso, in cotone organico di Re-Bello

pantaloni re bello

GONNE E VESTITI: vediamo qualche capo per la sera. Sempre Tu&Tu propone diversi abiti e modelli di gonne, come questo a pieghe, uno dei must have di quest’anno

gonna tu e tu

Molto belli anche gli abiti di Alta Rosa: se vi piace andare sul classico, c’è anche un tubino in cotone da agricoltura biodinamica.

vestito alta rosa

Modello a tubino, in jersey di bamboo, anche tra le proposte di Rétro eco à porter, confezionate in piccoli laboratori a gestione famigliare, utilizzando fibre biologiche e tinture naturali (sono eco persino le etichette degli abiti: in carta riciclata!).

vestito retro

BORSE: la regina degli accessori, non sono mai troppe! Le scelte eco non mancano; il marchio 3941 MILANO non è che l’ultima delle mie scoperte. Pezzi bellissimi, che nascono dal recupero di stoffe degli abiti d’alta moda, che diventano la base per nuove creazioni; modelli unici, interamente lavorati a mano, dal sapore vintage.

borse

SCARPE DA TENNIS: sono tra le cose più difficili da trovare in versione eco, perciò sono stata ben felice quando in villeggiatura ho scovato questo marchio in un negozio; si tratta di Natural World Eco, un’azienda spagnola (ma potete acquistare online) che produce scarpe da donna, uomo e bambino in cotone biologico e pelle conciata al vegetale. Anche la gomma delle suole è naturale, non vengono utilizzate sostanze tossiche nella lavorazione e perfino le scatole sono in cartone riciclato!

tennis

BALLERINE: casual ma un po’ meno sportive, sono l’ideale se non si vuole rinunciare alla comodità. Un’alternativa tutta italiana ai classici modelli in pelle sono i prodotti di Cartina®: le prime (e per ora uniche) scarpe in carta riciclata, che mantiene però le stesse caratteristiche e sono anche impermeabili. Nella collezione trovate anche scarpe da ginnastica, borse e altri accessori, ma il grande classico restano le ballerine, disponibili in diversi colori.

tessa gelisio ballerine cartina

 

Dite la verità, non vi è già venuta voglia di fare un po’ di shopping?

 

I contenuti di questo post non sono legati a nessun tipo di operazione commerciale.
Le aziende e i prodotti segnalati sono stati recensiti di mia iniziativa e in base ai miei gusti e valori.

Tessa Gelisio

2 Commenti

  • Commenta
    Viviana
    19 settembre 2017 at 8:57

    Interessantissimo questo post! Ma qui a Milano ci sono negozi fisici che rivendono o bisogna per forza acquistare on line? Grazie per avermi aperto un mondo e buona giornata

    • Commenta
      Tessa Gelisio
      20 settembre 2017 at 11:58

      Alcuni sì! Sui siti delle aziende trovi i punti vendita!

    Scrivi un commento

    Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Maggiori info

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi