10 trucchi per rimettersi in forma dopo le vacanze | Ecocentrica
Green lifestyle In evidenza

Come tornare in forma dopo le vacanze: il percorso detox in 10 passi

Alimentazione, movimento e piccole strategie quotidiane per rimediare ai bagordi estivi

Un po’ di pesantezza, i soliti pantaloni che non entrano più, mancanza di energia e nessuna voglia di ripartire con il solito tran tran cittadino. La fine delle vacanze è dura per tutti: sei milioni di italiani soffrono di “stress da rientro”, quella condizione di disagio che improvvisamente si sostituisce alla totale libertà che caratterizzava la vita in vacanza. Libertà e assenza di regole più o meno su tutto, dalle notti brave seguite da lunghe dormite il mattino dopo, a qualche brindisi di troppo, agli strappi alla dieta. Ovvero, quasi sempre qualche chilo in più rispetto alla partenza, quando il pensiero della temuta prova costume era una buona motivazione per non lasciarsi troppo andare ai peccati di gola.

Se durante le ferie non si deve essere troppo fiscali, e si può chiudere un occhio sugli sgarri a tavola, settembre con il rientro in città è il momento di rispolverare le vecchie e sane abitudini; il che non significa solo perdere peso, ma anche riprendere il giusto ritmo sonno-veglia, in previsione di tornare in ufficio, fare il pieno di energia e dimenticare lo stress: insomma, recuperare il benessere a 360°.

Come? Non servono grandi rinunce: bastano solo alcune strategie, da mettere subito in atto nella vita quotidiana, a partire dall’alimentazione.
Vi ho preparato un decalogo di semplici consigli, che vedrete vi aiuteranno a disintossicarvi e rimettervi a nuovo, in perfetta forma per la nuova stagione!

1) SANA ALIMENTAZIONE? NO AI PASTI FUORI CASA

Foto: freshplaza.it

Se in estate avete mangiato spesso fuori, tra pranzi in spiaggia, aperitivi e cene al ristorante, è il momento di cambiare abitudine. Non solo perché fare al bar la pausa pranzo dell’ufficio è un’abitudine dispendiosa, ma anche perché la qualità delle pietanze lascia spesso a desiderare; perciò, la cosa migliore per seguire un’alimentazione equilibrata, è preparare a casa la famosa “schiscetta” da portare in ufficio.
Non vale utilizzare la scusa del poco a disposizione: ormai al supermercato si trovano diversi cibi pronti di buona qualità, come legumi (meglio quelli in vasetto di vetro), verdure surgelate, quinoa e altri cereali precotti. Inoltre, potete sfruttare alcune strategia salva-tempo, come cucinare solo 2 volte a settimana, ma in doppia razione, e congelarne la metà: così otterrete già 4 pasti ben bilanciati.

 

2) STOP AD ALCOL E CAFFEINA

Foto: salute.pourfemme.it

Per quanto riguarda le bibite alcoliche, ricordate che sono zuccherine e perciò molto caloriche: se la vostra intenzione è quella di perdere peso, provate a darci un taglio per una quindicina di giorni. Se rinunciare completamente a un buon bicchiere di vino rosso ogni vi sembra un sacrificio troppo grande, concedetevelo pure, ma limitatevi a 3 bicchieri alla settimana.
Idem per quanto riguarda il caffè: non abusatene, neanche se vi sentite privi di energia per il rientro al lavoro perché lo “sprint” che dà è solo momentaneo, e rischiate solo di compromettere il sonno notturno, aumentando così la stanchezza durante il giorno. Fermatevi a un caffè al giorno o, meglio ancora, sostituitelo con una tazza di the verde, una bevanda ricchissima di antiossidanti. Come sempre senza esagerare perché macchia i denti.

 

3) RIDURRE I CARBOIDRATI (E AUMENTARE I GRASSI BUONI)

Foto: dilei.it

Per queste due settimane di regime detox, rivedete le vostre porzioni. Quando preparate i vostri pasti, dimezzate la quantità di carboidrati che consumate abitualmente e aumentate invece i grassi buoni: contrariamente a quanto si crede, non provocano aumento di peso, anzi, danno sazietà a lungo, spingendoci a mangiare meno. L’importante è la qualità dei grassi: preferite olio evo, uova, frutta secca, semi oleosi, olive, pesce azzurro o trota. Un esempio? Invece di mangiare due fette di pane bianco, mangiatene una sola, meglio se integrale, con sopra della crema di mandorle o qualche fetta di avocado (che ormai si trova anche Made in Italy!).

 

4) PARTIRE CON IL PIEDE GIUSTO: LE IDEE PER UNA SANA COLAZIONE

Foto: ilgiornaledelcibo.it

Anche gli zuccheri andrebbero limitati per i prossimi 15 giorni. A colazione potete consumare fette biscottate integrali o anche biscotti secchi, purché con poco zucchero: controllate gli ingredienti, se si trova alla fine della lista, sono promossi. Via libera invece allo yogurt, leggero e facilmente digeribile, ricco di calcio, proteine, vitamine e minerali, con pochi grassi e un basso contenuto di colesterolo, è amico dell’intestino grazie al contenuto di fermenti lattici. Come scegliere il migliore? Preferite quello magro e bianco, e controllate che abbia solo due ingredienti, latte e fermenti, non ci deve essere nemmeno lo zucchero; ottimo anche lo yogurt greco, sempre in versione senza grassi. Ecco un’idea per una colazione ideale: yogurt magro con fiocchi d’avena, frutta fresca e frutta secca, per fare il pieno di proteine, Omega 3 e vitamine.
Per dei sani spuntini, scegliete sempre la frutta secca (fino a 35 g al giorno), oppure 2 quadretti di cioccolato fondente, l’unico dolce permesso, purché amaro, con almeno il 75% di cacao.

 

5) DRENARE I LIQUIDI CON GLI INFUSI

Foto: tuttogreen.it

La mia esperta di benessere naturale, la naturopata Annamaria Previati, mi ha suggerito alcune miscele di erbe particolarmente utili quando si ha necessità di ripulire l’organismo.
Se la digestione è un po’ appesantita dagli extra estivi, aiutatela con un infuso realizzato con un pezzetto di 1 cm di stecca di cannella e altrettanto di radice di zenzero, più 1 o 2 chiodi di garofano; per stimolare il lavoro di fegato e reni, i principali organi che si occupano di detox, bevete al mattino a digiuno oppure la sera prima di andare a dormire un infuso di ortica o betulla; se soffrite di ritenzione idrica, scegliete invece bardana, malva o gramigna, che hanno effetto diuretico.

 

6) … E SOPRATTUTTO CON L’ACQUA

Foto: viverepiusani.it

Infusi e tisane possono aiutare, ma non possono certo sostituirsi all’acqua, che non deve mai mancare nella giusta quantità. Oltre ai canonici 1,5-2 litri giornalieri consigliati, provate ad aggiungere anche due bicchieri in più, da bere circa mezz’ora prima dei pasti principali: non solo per depurare, ma perché danno una sensazione di stomaco pieno, aiutando a mangiare meno.

 

7) UN PO’ DI MOTO OGNI GIORNO

Foto: donnamoderna.com

“A settembre mi iscrivo in palestra!” è uno dei buoni propositi più diffusi. Finché la stagione regge, però, fate un po’ di movimento all’aria aperta: è utile anche per la sintesi di vitamina D, che con la stagione fredda tenderà inevitabilmente a calare. Bastano 30 minuti al giorno di camminata a passo veloce o utilizzare la bici per spostarsi; se invece rimanete a casa, dedicatevi a un po’ di yoga, un’ottima disciplina per tenere allenata la muscolatura e scacciare lo stress.

 

8) CONTINUA LA LOTTA ALLA CELLULITE

Foto: notiziebenessere.it

Solo perché la prova costume è rimandata all’anno prossimo, non bisogna commettere l’errore di interrompere i trattamenti: i cuscinetti sono un nemico difficile da debellare, perciò occorre costanza durante tutto l’anno.
Oltre alle creme anticellulite naturali e bio (che trovate al link), provate anche qualche trattamento “d’urto”. Se preferite i rimedi casalinghi, preparate un impacco con argilla verde ventilata, 1 cucchiaino di olio di mandorle, 2 gocce di o.e. di limone, 2 di cedro e 4 di pompelmo, più acqua tiepida quanto basta a formare un composto cremoso; spalmate e tenete in posa finché non si sarà essiccato, poi fatevi un bel bagno aggiungendo nella vasca 2 cucchiai di sale grosso. Se invece volete affidarvi alle cure di un centro estetico, sceglietene uno che proponga Cellpack®, un impacco fitoterapico a base di erbe officinali utili per contrastare la buccia d’arancia e rendere la pelle più liscia e compatta.

 

9) DORMIRE BENE

Foto: cure-naturali.it

Dormire a sufficienza, almeno 7-8 ore continuative, è fondamentale per il benessere mentale, ma non solo: lo stress attiva la produzione di cortisolo, un ormone che tra le altre cose favorisce l’aumento di peso.
Se avete approfittato delle vacanze per poltrire a letto fino a mezzogiorno, cercate di recuperare gradualmente gli orari lavorativi, anticipando un po’ ogni giorno l’ora in cui andate a letto e quella in cui vi alzate al mattino. Per riposare bene, ricordate alcune regole d’oro: niente cibi grassi o dalla digestione difficile a cena, niente caffeina così come niente attività fisica intensa nelle ore serali; mantenete la giusta temperatura, ovvero non oltre i 20-22°C; bandite fonti di luce e dispositivi elettronici come smartphone e tablet.

 

10) L’IMPORTANZA DI UNA CORRETTA RESPIRAZIONE

Foto: benessereblog.it

Sappiamo che ha un potere calmante, ma ha respirare bene ha anche dei benefici impensabili, come un’azione detox sull’organismo: permette infatti di stimolare la circolazione linfatica, responsabile dell’eliminazione di tossine e sostanze di scarto.
Se non ci avete mai provato, non preoccupatevi: in rete potete trovare tanti tutorial di semplici esercizi di respirazione per cominciare.

 

Coraggio, in fondo si tratta di stare “in riga” solo qualche mese… le vacanze natalizie sono già dietro l’angolo!

 

Anche tu hai la sostenibilità nel cuore? Allora attiva l’energia pulita di LifeGate Energy per la luce della tua casa. È la migliore azione per chi ha a cuore la salute del pianeta. Scegli adesso per la tua casa energia 100% rinnovabile, 100% made in Italy. Risparmia attivandola facilmente online, cliccando qui sopra.

1 Commento

  • Commenta
    giulia
    9 settembre 2019 at 9:57

    Nonostante non sia andata fuori per le vacanze lo stress da rientro in ufficio c’è quindi ottimi consigli, grande sostenitrice della schiscetta ma per la caffeina io ho necessità di bere il primo caffè del mattino e poi alcol solo il weekend e poco, devo guidare e non intendo farmi togliere ne punti ne patente:P…per le ore di sonno assolutamente d’accordo, in realtà concordo con tutto il post

  • Scrivi un commento