La lista dei 10 ingredienti peggiori nei cosmetici | Ecocentrica
Green lifestyle

Cosmetici pericolosi: la lista e la guida all’INCI

Gli ingredienti nocivi che si trovano nei prodotti di uso quotidiano

Ogni giorno entriamo in contatto con decine di prodotti cosmetici, contenenti mediamente 168 sostanze chimiche: alcune di queste possono avere effetti dannosi sulla salute, sia stando a contatto con la pelle che per inalazione; si va dalle allergie e irritazioni cutanee a quelli ben più gravi, perché tra gli ingredienti comunemente utilizzati come creme viso, salviettine igienizzanti o profumo si possono nascondere composti anche cancerogeni.

Scegliere cosmetici privi di sostanze nocive non è sempre facile. Il primo consiglio è di non fermarsi ai messaggi che urlano al green e al naturale, ma leggere l’elenco degli ingredienti. Ammetto che i primi tempi può sembrare incomprensibile ai non esperti: ecco perché ho deciso di prepararvi questa mini guida.

Ecco la lista delle sostanze più dannose che è meglio evitare, suddivise per tipo di cosmetico in cui sono più diffuse, ordinate dalla meno alla più pericolosa. Troverete anche la dicitura con cui sono segnalati: approfittatene per controllare i prodotti prima dei prossimi acquisti!

1) CIPRIE E MAKE-UP PER IL VISO: siliconi

Foto: www.chedonna.it

Oltre ad essere sostanze di origine petrolifera e non biodegradabili, i siliconi non sono amici della pelle. Utilizzati in molti prodotti per il viso, creano una pellicola invisibile che regala un aspetto levigato e una pelle più liscia al tatto: in realtà sono dei filmogeni, ovvero impediscono la normale traspirazione. Favoriscono la formazione di punti neri e imperfezioni, oltre che secchezza cutanea.

Nell’INCI: I siliconi si riconoscono dal suffisso –thicone o –siloxane.

 

2) DENTIFRICI: fluoro

Foto: www.tuttogreen.it

Ingrediente molto dibattuto, che potete approfondire nel post su fluoro ed effetti collaterali. Il rischio proviene dall’assunzione in eccesso (il fluoro si trova anche in molte caramelle o chewing gum oltre che nell’acqua): uno studio del National Research Council degli Stati Uniti lo accusa di aumentare presenza nel cervello di radicali liberi, una ricerca pubblicata sul Journal of Epidemiology & Community health lo collegava all’ipotiroidismo, secondo uno studio dell’Università di Harvard invece può impoverire le ossa. I benefici sulla prevenzione nei confronti della carie invece sono ancora incerti; ecco perché evitare dentifrici al fluoro se non necessari.

Nell’INCI: Sodium Fluoride.

Continua a leggere

Nessun commento

Scrivi un commento